Sicurezza WiFi: Come Proteggere Una Rete Domestica

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Internet a 17,90 € PER SEMPRE con Modem Incluso

Verifica in 2 minuti la copertura nella tua zona: servizio gratuito e senza impegno!

Consigli per proteggere la rete domestica e il router

Bastano piccoli accorgimenti per rendere più sicura la rete domestica e possono essere messi in pratica anche da utenti non esperti. Di seguito tutti i nostri consigli per migliorare la protezione del router wireless e per correre meno rischi online.


  • L'essenziale
  • Hai la connessione lenta? Potrebbe trattarsi di traffico P2P (Peer-To-Peer) non autorizzato: qualcuno potrebbe essere riuscito ad accedere al tuo wifi.
  • Puoi proteggere la rete domestica in pochi passaggi, anche se non sei molto esperto.
  • Nonostante i controlli continui ad avere internet lento? Verifica la copertura per la fibra ottica per scoprire se puoi avere maggiore velocità! Telefona allo 06 948 080 95 oppure usa la richiamata gratuita.

Perché è importante proteggere la rete domestica?

rendere sicura la connessione wi-fi

Hai sottoscritto una nuova offerta internet a casa? Allora è il momento giusto per pensare alla sicurezza della tua rete domestica. Spesso, infatti, senza saperlo ci si espone a rischi facilmente evitabili semplicemente apportando piccoli cambiamenti: modificando il nome della rete domestica, per esempio, e la password di accesso.

Se non hai un hacker come vicino di casa, già questa semplicissima operazione, che molti purtroppo non fanno, ti aiuta a proteggere la rete wireless, i tuoi dati e la tua privacy online.

Il rischio principale che si corre quando non si protegge il wifi è che qualche malintenzionato possa scoprire la password e iniziare a "spiare" la nostra attività online intercettando i dati d'accesso che digitiamo sui siti web, il numero e il codice segreto delle carte di credito che usiamo per fare acquisti online e accedendo ai file conservati all'interno dei dispositivi collegati alla rete.

Fotografie, documenti, file audio: tutto ciò che pensiamo possa essere conservato al sicuro all'interno del nostro pc collegato a internet potrebbe, in realtà, non esserlo. Persino la nostra sicurezza personale, quella dei nostri cari e della nostra casa potrebbero essere messe in pericolo: non è molto complesso per un hacker accedere alla webcam di un pc e iniziare a guardare all'interno della nostra casa.

In più, raramente ci si rende conto di eventuali intrusi. Non arrivano notifiche, infatti, quando un estraneo si collega alla rete wifi domestica senza la nostra autorizzazione. Possiamo, però, fare in modo che accada. Cambiare la password del modem e il nome della rete, inoltre, è solo l'operazione più basilare da eseguire: di sicuro non ci mette al sicuro dagli hacker più esperti.

Di seguito qualche suggerimento che aiuterà anche te a stare più tranquillo quando ti colleghi a internet da casa.

Come scoprire chi ha accesso al wifi?

App Vodafone Station Dispositivi Collegati alla rete domestica

Il primo passo per rendere più sicura la connessione wifi è iniziare a familiarizzare con le impostazioni del tuo modem - router. Se hai sottoscritto un'offerta con il modem incluso probabilmente non hai dovuto configurarlo: ti è bastato semplicemente collegare correttamente i cavi per iniziare a navigare sul web. Se, al contrario, hai scelto di acquistare un modem-router dotato di particolari caratteristiche, allora avrai già avuto a che fare con la configurazione.

Ormai quasi tutti i fornitori di router sviluppano semplici e apparentemente noiose app da scaricare sullo smartphone. In realtà sono molto utili perché permettono di accedere velocemente alle impostazioni del modem e di avere una rapida panoramica su quello che accade istante per istante alla rete domestica.

Abbiamo preso come esempio qualche schermata dell'app della Vodafone Station, il modem - router che Vodafone mette a disposizione per le offerte internet con Vodafone Ready incluso. Puoi trovare pressappoco le stesse funzioni nelle app di tutti gli altri modem.

Una volta eseguito l'accesso usando la password di rete è possibile scoprire molto facilmente quali e quanti dispositivi sono collegati alla rete domestica. L'app Vodafone Station, inoltre, fornisce informazioni molto dettagliate indicando persino quanti e quali dispositivi sono connessi tramite cavo Etherner e non solo quelli via wifi.

È proprio da schermate come questa che puoi scoprire chi sta usando la tua rete domestica, bloccare gli utenti non autorizzati e, se il tuo router e l'app lo permettono, di ricevere una notifica ogni volta che qualcuno si collega al tuo wifi. Una schermata molto simile è presente anche nell'app MyTIM Fisso, se hai una connessione internet con questo operatore, nell'app MyFastweb se hai il modem FAStGate o, per esempio, nella FRITZ!App WLAN se hai una Fritz! Box come router.

Tieni a mente che puoi accedere alle stesse impostazioni anche tramite pc: ti basterà inserire nella barra degli indirizzi l'indirizzo IP del tuo modem/router (puoi trovarlo sul sito web del tuo gestore, su quello del produttore del modem o nel libretto delle istruzioni) e accedere con username e password.

Se non riesci ad accedere, collegati via cavo! Non riesci ad accedere al pannello di configurazione del router da pc? Alcuni router, proprio per motivi di sicurezza, rendono possibile accedere alle impostazioni di configurazione solo tramite i pc collegati via cavo Ethernet. Se tramite wifi non riesci ad accedere al pannello di controllo, la motivazione potrebbe essere questa. Collega il pc al router via cavo e riprova: dovresti riuscire senza problemi.

Come aumentare la protezione del router cambiando la password?

Consigli sulla scelta della password del modem

Sia che tu abbia scelto di attivare un'offerta internet con modem incluso, sia che invece abbia deciso di acquistare il modem separatamente, è molto probabile che siano stati inseriti un nome di rete e una password di default. Vanno cambiati entrambi per avere maggiore sicurezza. Se si lascia identico il nome di rete, infatti, un hacker anche non troppo esperto usando appositi software può riuscire a scoprire in pochi minuti la password di accesso, anche se l'hai cambiata.

Usa l'app del tuo router o accedi alle impostazioni di configurazione tramite pc per modificarli entrambi. Puoi scegliere un nome di rete abbastanza intuitivo ma la password deve essere il più complessa possibile. L'ideale è che comprenda numeri, lettere (minuscole e maiuscole) e caratteri speciali. È vero: sarà più difficile da memorizzare ma sarà anche più difficile da scoprire. Ricorda inoltre che è meglio una password formata da caratteri e simboli senza alcun significato che la trasposizione in caratteri alfanumerici di nomi o parole comuni.

Per esempio, è meglio usare una password di questo tipo 2Hdbt!F& piuttosto che una simile a questa P4ssw0rdM0d3m!

Infine, l'ideale è che sia formata almeno da 7 o più caratteri. Se temi di dimenticarla, scrivila su un foglio di carta insieme al nome di rete e applicala sotto il modem usando un po' di nastro adesivo: in questo modo saprai sempre dove trovarla.

Vuoi condividere la tua connessione? Hai la necessità di condividere la connessione a internet per brevi o lunghi periodi? Evita di fornire la password della rete domestica principale. Accedi alle impostazioni del tuo router e verifica se hai la possibilità di creare una rete guest (o rete per gli ospiti). Se non hai questa possibilità usa un access point per sdoppiare la rete e creare un punto d'accesso secondario dedicato agli ospiti, distinto dal principale grazie a un nome e una password diversa. In questo modo avrai più sicurezza.

Come aggiornare il firmware del router?

Un'altra utile operazione per rendere la rete wifi costantemente sicura è aggiornare il firmware del router. Il firmware non è altro che il software del router: il programma che gli permette di svolgere le sue funzioni. Tutti i router lo possiedono: aggiornarlo periodicamente permette agli sviluppatori di correggere eventuali bug e agli utenti di connettersi a internet in modo più sicuro.

Sebbene la presenza di questi bug tenda a non essere resa nota proprio per ragioni di sicurezza, non è raro che informazioni come queste trapelino. Gli hacker possono usare tali vulnerabilità per accedere al tuo wifi.

Come aggiornare il firmware?

Sicurezza rete wifi

Se hai scelto di attivare un'offerta con modem incluso è molto probabile che il firmware del router venga aggiornato periodicamente in modo automatico. In questi casi, infatti, oltre a ricevere assistenza in caso di problemi di configurazione del modem, il servizio tecnico dell'operatore internet provvede a inviare automaticamente gli aggiornamenti.

Se, al contrario, hai scelto di attivare un'offerta in combinazione a un modem compatibile è necessario controllare periodicamente la presenza di aggiornamenti del firmware.
Farlo non è complesso:

  • collegati al router tramite cavo Ethernet e accedi al pannello di controllo inserendo username e password;
  • cerca la sezione dedicata al firmware: il percorso da seguire varia a seconda del router anche se orientativamente puoi trovarla nell'area dedicata alla manutenzione. A seconda del modello, inoltre, potrebbe chiamarsi in modi diversi ma simili tra loro: Firmware, Firmware Update o, per esempio, Router Upgrade;
  • generalmente c'è un pulsante che consente di verificare la presenza di aggiornamenti del firmware: cliccaci su e attendi qualche istante.

Se fosse disponibile un firmware aggiornato, ti verrà chiesto il consenso al download e all'installazione; dopodiché procederà tutto in automatico.

Se non trovi alcun pulsante in questa sezione del router allora dovrai cercare e scaricare autonomamente il firmware.

Recupera, quindi, il modello del router e fai una ricerca sul sito del produttore nella sezione dedicata all'assistenza tecnica. Inserendo il nome e il modello del tuo router dovresti riuscire a verificare rapidamente la presenza di eventuali aggiornamenti del firmware. Scaricali e procedi manualmente all'installazione. Terminato l'aggiornamento è buona norma scollegarsi da internet, spegnere e riaccendere il modem: così si ha la certezza di avere il dispositivo completamente aggiornato.

Info offerte internet e verifica copertura Desideri attivare una nuova offerta internet per la tua casa o scoprire se puoi avere anche tu la fibra ottica fino a 1 Giga? Verifica la copertura o confronta le offerte senza impegno allo 06 948 080 95. In alternativa, usa il servizio di richiamata: è gratuito!

WEP, WPA e WPA2: quale chiave di sicurezza scegliere?

La chiave WPA2 per la sicurezza del router

Quando si parla di protezione delle reti wireless non si può fare a meno di affrontare, anche marginalmente, il tema della crittografia. Le sigle WEP, WPA e WPA2 stanno a indicare proprio i sistemi di crittografia usati per rendere sicure le reti wireless. Scegliere tra l'uno e l'altro aiuta a proteggere meglio la privacy online.

Le chiavi di sicurezza di rete, il nome con il quale comunemente vengono chiamati questi sistemi di crittografia, vengono usate per proteggere il traffico dati in entrata e in uscita dal router. Usare una chiave di sicurezza più avanzata assicura una maggiore protezione. Tra le tre, in particolare, la più avanzata è la WPA2 (Wi-Fi Protected Access 2) che rappresenta l'evoluzione e il miglioramento delle due precedenti. Questo standard, infatti, è stato sviluppato e reso disponibile a partire dal 2006 proprio al fine di correggere alcune vulnerabilità presenti nel WEP (Wired Equivalent Privacy) e nel WPA.

Tutti i router e i dispositivi più recenti che fanno uso del wifi usano la chiave WPA2, attualmente la più sicura. Se in fase di configurazione del modem, quindi, hai la possibilità di scegliere quale sistema di crittografia usare, scegli questa.

Gestione da Remoto: un vantaggio o uno svantaggio?

I vantaggi e gli svantaggi della gestione remota del router

Accade molto di frequente che i modem/router forniti dagli un operatori insieme a una determinata offerta internet siano abilitati automaticamente alla gestione da remoto. Questa funzione ha sia dei vantaggi, sia degli svantaggi.

Il vantaggio principale è quello di consentire al servizio tecnico dell'operatore di agire a distanza sul modem dell'utente. Questa funzione può essere usata, per esempio, per l'aggiornamento del firmware oppure in caso di problemi legati alla configurazione. Può essere comoda, quindi, per un utente poco esperto.

Lo svantaggio è che può permettere potenzialmente a chiunque sia dotato di adeguate conoscenze informatiche di accedere al router e apportare cambiamenti nella configurazione. Modifiche di cui l'utente può non rendersi conto. Questo tipo di accesso, per esempio, può permettere a un malintenzionato di:

  • modificare i dati d'accesso del router (nome di rete e password);
  • cambiare il server DNS impostato, inserendone uno meno sicuro;
  • rimuovere la chiave di sicurezza di rete minando la sicurezza del trasferimento dei dati via wireless.

In più, l'accesso da remoto può permettere di accedere ai dispositivi connessi alla rete domestica se privi di adeguata protezione.

Se hai scelto di attivare un'offerta internet senza modem incluso o se, semplicemente, sei abbastanza esperto per non aver bisogno dell'assistenza da remoto, accedi alle impostazioni di configurazione e disabilita questa funzione.

Spegni il router quando non lo usi!

Stai per partire per un viaggio di lavoro o una vacanza? Se nessuno userà la rete domestica in tua assenza allora non lasciare acceso il router. Questo accorgimento, oltre ad assicurarti maggiore risparmio energetico è un ottimo espediente per aumentare la sicurezza della rete internet nel periodo in cui non la userai. Spegnendo il router, infatti, la tua rete non comparirà più nella lista di quelle disponibili: semplicemente non sarà accessibile fino a quando non lo accenderai nuovamente.

Quale miglior accorgimento per evitare accessi non autorizzati quando non sei in casa?

Puoi usare questo espediente ogni volta che non hai bisogno di collegarti a internet da casa. Potresti spegnere il router prima di andare a dormire, per esempio, oppure semplicemente quando esci per andare al lavoro, se nessun altro lo usa a parte te. Tieni a mente, però, che se hai una connessione in fibra ottica o se usi il telefono sfruttando la tecnologia VoIP, spegnendo il router il telefono non funzionerà. Sarai raggiungibile solo tramite mobile a meno che tu non abbia deciso di mantenere attiva una linea telefonica tradizionale.

Mettendo in pratica questi semplici consigli riuscirai ad aumentare il livello di protezione del tuo wifi a casa. Il rischio che qualcuno possa agganciarsi alla tua rete domestica e usarla a tua insaputa si abbassa moltissimo. Se, però, la velocità della tua connessione dovesse continuare a non sembrarti soddisfacente potrebbe essere giunto il momento di controllare se qualche altro operatore, attivo nella zona in cui vivi, possa offrirti una connessione più veloce. Verificalo in 5 minuti chiamando, senza impegno, lo 06 948 080 95 o usando il servizio gratuito di richiamata.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche