Confronta, Scegli e Risparmia! Chiama lo

02.947.553.39 Fatti Richiamare

Come scegliere il Modem Wifi Compatibile Fibra e Adsl

Risparmia Internet con Selectra

Fibra e Chiamate a soli 20,90€ mese! 

Offerta urlo! Chiama ora e Verifica in 2 minuti. Servizio gratuito.

Guida a quale modem compatibile comprare

Le differenze e particolarità dei modem compatibili per ADSL e fibra ottica

Dall'entrata in vigore della delibera AgCom 348/18/CONS, meglio nota come la delibera del "Modem libero", abbiamo la possibilità di scegliere liberamente il modem da usare per collegarci a internet. Come capire, però, qual è quello dotato delle giuste caratteristiche? Gli accorgimenti da tenere a mente al momento dell'acquisto di un nuovo modem sono pochi.

  • L’essenziale
  • Scegli il modem in base al tipo di tecnologia che userai per connetterti a internet. Sarà ADSL, fibra o misto-fibra?
  • Hai una connessione in fibra ottica FTTH? Prendi in considerazione un modem che supporti il VoIP.
  • Vuoi ottenere il massimo dalla tua connessione internet oppure desideri cambiare operatore? Verifica la copertura per la fibra ottica nella tua zona: chiama lo 06 948 080 95 o scegli la richiamata gratuita.

Modem generico per ADSL e fibra: la differenza è questione di velocità

La scelta del modem compatibile

Grazie alla delibera AgCom del modem libero oggi abbiamo la possibilità di scegliere il modem/router da utilizzare per collegarci a internet. Non siamo più vincolati, infatti, all'acquisto o al noleggio del modem proposto dal nostro provider: se ne possediamo già uno compatibile o se desideriamo acquistarne uno dotato di caratteristiche specifiche, siamo liberi di farlo. A tal proposito, scopri la lista dei migliori modem/router 2019!

Per avere una connessione a internet stabile e di buona qualità tuttavia è necessario che il modem/router che scegliamo di usare sia dotato delle giuste caratteristiche. La prima ed essenziale caratteristica è legata al tipo di tecnologia usata dal provider per fornirci la connessione: il classico ADSL o la fibra ottica.

Un modem compatibile con una connessione ADSL, infatti, non è detto che possa essere usato anche per la fibra ottica, pura o "ibrida" che sia. I modem compatibili con la fibra ottica, infatti, devono essere in grado di supportare una velocità di trasmissione dei dati molto superiore a quella tipica dei modem per ADSL. È proprio questo, infatti, uno degli aspetti che distingue la fibra dall'ADSL.

Facciamo un po' di chiarezza.

Gli standard ADSL2+ e VDSL2

Modem ADSL2+ e VDSL per fibra ottica ibrida

Il mondo delle telecomunicazioni è in continua evoluzione e spesso non ci rendiamo conto dei molti cambiamenti che lo interessano. Essi, però, danno vita a vere e proprie trasformazioni tecnologiche che mettono a nostra disposizione dispositivi e servizi che migliorano la nostra vita quotidiana.

La velocità di trasmissione dei dati è uno dei settori delle telecomunicazioni interessato da un incessante miglioramento. I cambiamenti che avvengono in questo ambito finiscono per coinvolgere anche i device che usiamo per connetterci a internet. Com'è noto, però, il progresso procede per fasi: c'è bisogno di tempo prima che vengano sviluppati dispositivi in grado di supportare gli standard tecnici di velocità in continua evoluzione. L'arrivo del 5G ne è un esempio calzante: nonostante la nuova velocità mobile sarà resa disponibile per tutti a partire dal 2020, gli smartphone in grado di supportarla, almeno inizialmente, saranno davvero pochi.

Lo stesso vale per la velocità di trasmissione dei dati via cavo, tipica della connessione a internet con ADSL e fibra ottica.

Gli standard attualmente attivi in questo settore sono principalmente 2:

  • ITU G.992.5 meglio noto come ADSL2+ → supporta una velocità di trasmissione dei dati di 24 Mbps;
  • ITU G.993.2 meglio noto come VDSL2 → è la naturale evoluzione dell'ADSL2+ e supporta una velocità di trasmissione fino a 300 Mbps.
I Bollini Agcom per dichiarare la qualità della linea Internet

ADSL2+ e VDSL2 sono anche due delle sigle che spesso si trovano tra le caratteristiche tecniche dei modem. Ci aiutano a capire, in particolare, con quale tipo di connessione possiamo utilizzare un determinato router.

La sigla ADSL2+, infatti, è tipica delle connessioni ADSL classiche (solo rame) proprio in virtù della bassa velocità di trasmissione dati che la contraddistingue. È facile notarla sui modelli di vecchia generazione.

I dispositivi più recenti, invece, hanno spesso la dicitura VDSL2 e possono essere utilizzati anche per le offerte internet in fibra ottica "ibrida" (fibra misto rame, per esempio).

In compenso, un modem VDSL2 non è detto che possa essere utilizzato in abbinamento a una connessione in fibra ottica pura (FTTH). La differenza in questo caso, come vedremo più avanti, la fa la presenza della cosiddetta porta WAN: una speciale porta Ethernet che supporta velocità superiori di trasferimento dei dati.

I router dual-band e tri-band

I modem/router dual-band e tri-band

Un altro importante parametro da tenere a mente nella scelta del modem generico è quello relativo alla velocità di trasmissione dati via wireless che ha il dispositivo. Dalla nascita dei pc portatili, degli smartpone, dei tablet e in generale della tecnologia wi-fi anche questo è diventato un aspetto di non poco valore. Un router in grado di trasferire dati via wireless a velocità elevate ci permette di navigare più velocemente dal nostro dispositivo preferito.

Da questo punto di vista i modem di ultima generazione sono quelli contraddistinti dalla dicitura Wireless AC: dispositivi che lavorano sulla banda radio da 5 GHz (chiamati per questo dual-band) e che sono in grado di assicurare una velocità di trasferimento dei dati via wifi fino a 1,3 Gbps. Router di questo tipo, per esempio, sono compatibili anche con gli amplificatori wifi, ottimi per estendere il segnale wireless nelle zone dell'abitazione che ne sono prive.

Oltre ai modem dual-band esistono anche i tri-band: dispositivi di fascia alta, in grado di usare contemporaneamente la banda radio da 5 GHz e quella da 2,4 GHz per assicurare velocità ancora maggiori nel trasferimento wireless dei dati.

La scelta dell'uno o dell'altro tipo, in questo caso, non influisce sul tipo di connessione posseduta: entrambi sono compatibili anche con la fibra ottica. Se non si hanno particolari necessità di velocità e, soprattutto, se si ha bisogno di un router per una connessione domestica, tuttavia, un modem dual-band è più che sufficiente.

Anche la scheda di rete entra in gioco! Ricorda di verificare le caratteristiche della scheda di rete del PC che usi per collegarti a internet. Se acquisti un router dual-band (o tri-band) assicurati che anch'essa supporti questo tipo di velocità per poter avere le migliori prestazioni possibili.

I router Mu-MIMO e Su-MIMO

La caratteristiche di un buon router wireless

I modem/router dual-band di ultima generazione sono talvolta dotati di una caratteristica in più: possono essere "Mu-MIMO" (Multiple User, Multiple Input, Multiple Output). Come nel caso precedente, anche questa caratteristica è legata ai dispositivi connessi al router tramite wifi. Sta a indicare, in particolare, quante volte la banda complessiva può essere suddivisa in parti uguali tra i vari dispositivi connessi via wi-fi.

I modem Mu-MIMO riescono a suddividere la banda disponibile fino a 4 volte rendendola disponibile alla stessa potenza e nello stesso momento per 4 dispositivi connessi contemporaneamente tramite wi-fi. A tutti i dispositivi viene data la stessa importanza. Il segnale wireless, in altre parole, viene mantenuto costante per ogni dispositivo.

Questa caratteristica è utile, per esempio, nel caso in cui due o più dispositivi richiedano nello stesso momento il trasferimento di una gran quantità di dati. I modem Mu-MIMO avviano il trasferimento contemporaneamente per tutti gli utenti suddividendo la banda disponibile in parti uguali. Un modem di questo tipo, per esempio, è utile quando c'è un utente che guarda Netflix sul PC e un altro utente che, contemporaneamente, guarda un video su Youtube. La banda disponibile viene divisa in 2 parti uguali dotate della stessa importanza così i due utenti possono guardare i loro video contemporaneamente.

I router che non possiedono questa caratteristica sono chiamati Su-MIMO (Single User, Multiple Input, Multiple Output) e si comportano in modo leggermente diverso. Prendendo in considerazione il medesimo esempio, il router Su-MIMO darebbe la precedenza a uno dei due utenti. Il secondo utente dovrebbe attendere che il primo abbia scaricato una certa quantità di bit prima di poter iniziare a guardare il suo video.

È una caratteristica fondamentale?

In realtà avere un modem/router compatibile Mu-MIMO non è una caratteristica in grado di fare molto la differenza. Come spesso accade, infatti, per poter sfruttare i vantaggi di questa tecnologia è indispensabile che anche i dispositivi connessi al router tramite wifi lo siano. Attualmente soltanto gli smartphone e i tablet di ultima generazione e di alta gamma sono Mu-MIMO; la maggior parte dei PC non lo è. In più, con i router Su-MIMO i tempi d'attesa per il trasferimento dei dati dei vari dispositivi connessi sono comunque brevi se si ha una connessione abbastanza potente.

Modem compatibile per fibra ottica FTTH: ecco cosa deve avere

cavo connessione fibra ottica

La panoramica sulle caratteristiche tecniche dei modem/router aiuta a capire quali siano le caratteristiche che un modem generico per fibra ottica FTTH debba avere.

A fare la differenza, in questo caso, è la presenza sul router che si desidera utilizzare della porta WAN. Questa particolare porta, molto simile a una classica Ethernet, permette di collegare il router al dispositivo ONT (Optical Network Terminal), indispensabile per portare la fibra ottica fino a casa. Molti considerano questo dispositivo un vero e proprio router anche se in realtà non lo è. Il suo compito, infatti, è semplicemente quello di trasformare il segnale luminoso della fibra ottica in impulsi elettrici gestibili da un qualsiasi router compatibile.

Un buon router per fibra ottica FTTH, quindi, deve necessariamente essere dotato di almeno una porta WAN. Il cavo usato per collegare il dispositivo ONT a questa porta del router, inoltre, deve essere un cavo Ethernet di categoria 5e o superiore: un cavo di categoria inferiore, infatti, non sarebbe in grado di supportare il trasferimento di dati alla velocità tipica della fibra FTTH.

Oltre a queste caratteristiche può essere utile che il router sia almeno dual-band e, se possibile, Mu-MIMO così da assicurare anche una buona velocità e stabilità del segnale wireless. Non bisogna sottovalutare, poi, anche l'importanza delle seguenti caratteristiche:

  • la presenza di una o più porte USB per collegare al router stampanti e altri dispositivi;
  • antenne esterne, direzionabili e sostituibili;
  • delle porte Gigabit Ethernet per poter assicurare elevata velocità anche ai computer connessi via cavo;
  • deve supportare il VoIP se desideri avere anche una linea telefonica: la fibra FTTH, infatti, non fa uso delle classiche linee telefoniche analogiche;
  • il tasto di reset e quello di accensione e spegnimento del router.

Un modem dotato di queste caratteristiche ti permetterà di utilizzare la massima velocità che la tua offerta internet ti permette di avere. Se non sei soddisfatto della tua attuale velocità di connessione, esegui uno speed test e valuta la possibilità di cambiare operatore, soprattutto se hai sottoscritto un'offerta con ADSL.

Brand e prezzi dei modem per ADSL e Fibra

Una panoramica sul prezzo dei modem

A differenza di quanto si possa pensare è possibile acquistare ottimi modem senza spendere eccessivamente. Molto dipende dalle caratteristiche che deve avere: i modelli più avanzati e di gamma alta possono sfiorare anche i 400,00 euro. Si tratta di router, tuttavia, adatti a chi ha bisogno di elevatissime prestazioni soprattutto dal punto di vista della velocità del segnale wirless. I brand di riferimento sono ben noti: Netgear, AVM con le Fritz!Box, Tp-Link e D-Link.

Non mancano tuttavia anche modelli adatti al normale uso domestico, disponibili a costi ben più alla portata di tutti, spesso inferiori ai 100,00 euro. Se si punta al massimo risparmio c'è anche un'altra opportunità, soprattutto se si possiede già un modem: provare a riutilizzarlo. Se non si ha la necessità di restituirlo al vecchio gestore e se è dotato delle caratteristiche adatte, perché non provare a riutilizzarlo: se è di ultima generazione sicuramente riuscirà a garantire buone prestazioni.

Verifica la copertura per la fibra per ogni operatore Naviga a velocità superiori! Chiama senza impegno lo 06 948 080 95 o usa il nostro servizio di richiamata per verificare la copertura della fibra FTTC e FTTH nella tua zona e scegliere l'offerta migliore.

Aggiornato in data