Il Prezzo Indice Selectra: un riferimento del Mercato Libero

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Difenditi dal caro bollette e risparmia oltre 96 € all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Confronta e risparmia oltre 96 € all'anno su Luce e Gas, è Gratis!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

prezzo indice selectra

Qual è il prezzo dell'energia elettrica e del gas sul Mercato Libero?
La replica a questa domanda non è così facile, tuttavia gli esperti di Selectra possono darti una risposta, chiara e semplice.

Il Prezzo Indice Selectra SQ è il primo e l'unico osservatorio permanente delle offerte di Energia Elettrica e del Gas presenti nel mercato libero italiano. Attraverso questo strumento, che aggiorniamo ogni due settimane, è possibile capire l'andamento del mercato e valutare la convenienza o meno delle offerte presenti nel mercato.

Per monitorare l'evoluzione dei prezzi, Selectra, in collaborazione con Staffetta Quotidiana, ha creato l’Indice del Prezzo del mercato libero dell’energia elettrica e del gas. Per capirne meglio l'andamento, lo abbiamo posto la confronto con il prezzo del Mercato Tutelato stabilito trimestralmente dall'ARERA, e con i prezzi all’ingrosso sia spot che a termine. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Indice Selectra dell'Energia Elettrica

In Italia, nel mercato libero dell'energia elettrica, sono presenti oltre 600 fornitori e le offerte proposte ai clienti finali sono molte di più. Il panorama delle tariffe disponibili è quindi molto vasto, anche se teniamo a sottolineare che una buona parte delle quote del mercato è detenuta da poche società di vendita.

Il Prezzo della Luce sul Mercato Libero a confronto col Tutelato 2022

Il Prezzo Indice Selectra, pubblicato per la prima volta a luglio 2020, è un valore di riferimento del mercato libero fruibile da tutti, a disposizione sia per gli esperti del settore sia per un cliente finale che è interessato a capire meglio l'andamento dei prezzi. L'indice Selectra, disponibile per ora in formato grafico, si basa sulle offerte luce dedicate ai clienti domestici e viene aggiornato con cadenza bisettimanale.

prezzo indice selectra
Dati aggiornati al 01/12/2022

Ecco il PDF con l'andamento dei prezzi dell'energia elettrica 2021-2022 Scarica la versione del grafico in PDF del Prezzo Indice Selectra dell'energia elettrica, aggiornato al 01 dicembre 2022.

I prezzi dell'energia elettrica a confronto - 2022
Prezzo Descrizione Fonte
Indice Selectra La media delle migliori offerte a prezzo bloccato per 1 o 2 anni, che rappresentano la maggioranza delle offerte scelte sul Mercato Libero, disponibili al momento dell'aggiornamento del grafico e pesate in base alle quote di mercato del fornitore. Mercato Libero
Più e meno caro La media delle offerte più e meno economiche del mercato libero: la media del ∼20% delle offerte più vantaggiose rispetto all'Indice Selectra e del ∼20% di quelle meno economiche tra quelle analizzate. Questo fornisce un quadro più completo dell'andamento del mercato per monitorare l’evoluzione delle offerte nei vari segmenti di prezzo. Mercato Libero
Tariffa ARERA Il prezzo dell'energia elettrica aggiornato trimestralmente dall'Autorità ARERA che viene applicato ai clienti che si trovano nel Servizio di Maggior Tutela. A differenza dell'Indice Selectra, che rappresenta tariffe a prezzo fisso per 1 anno, questo è un indicatore “semi-variabile” poiché viene definito con una prospettiva a tre mesi. Mercato Tutelato
PUN Il Prezzo Unico Nazionale dell'energia, comunicato dal Gestore Mercati Energetici, è rappresentato in media mobile a 7 giorni. Il confronto dell'Indice con il PUN permette di valutare la flessibilità del mercato rispetto al prezzo di vendita all'ingrosso, stabilito alla borsa elettrica italiana. GME
FWD Il prezzo forward dell'energia viene comunicato dal Gestore dei Mercati Energetici. Il valore finale è stato ricavato dai valori di Baseload e Peakload di quattro trimestri determinati in base al giorno di riferimento. Il prezzo Forward, in modo analogo all'Indice Selectra, ha un orizzonte temporale di un anno e rappresenta una proiezione orientativa del prezzo atteso nei 12 mesi successivi al momento dell'aggiornamento, durante i quali saranno applicate le offerte sintetizzate nell'Indice. GME

A partire da gennaio 2022 è cambiata la metodologia applicata per il calcolo dell'Indice Selectra, che non rispecchiava più l'effettiva situazione attuale del mercato. In seguito ai notevoli cambiamenti avvenuti nel mercato dell'energia alcuni fornitori hanno eliminato tutte le offerte a prezzo fisso a 12 mesi, che in passato erano prese come riferimento principale per l'Indice Selectra.

Per questo motivo adesso si considera l'offerta a prezzo fisso dei fornitori a prescindere dalla durata del contratto, pari a uno oppure due anni.
Un'altra novità del 2022 riguarda l'introduzione di un peso diverso alle offerte dei venditori, in base alle loro quote di mercato indicate dalla Relazione annuale dell'ARERA.

Come viene calcolato il prezzo medio dell'energia

Il prezzo dell'Indice Selectra per Staffetta Quotidiana, espresso in €/MWh, è determinato solo dal prezzo della componente energia delle offerte, escludendo il dispacciamento, le perdite di rete, la commercializzazione (PCV) e la componente di perequazione presente nel mercato tutelato.

La metodologia usata per il Prezzo Indice Selectra dell'energia elettricaPer l'Indice Selectra del periodo che va dal 04/04/2020 in poi vengono prese in considerazione le proposte commerciali di 26 maggiori venditori operanti in Italia, che complessivamente detengono una quota del mercato superiore al 70% in termini di vendite di energia elettrica sul mercato libero. Per ciascuna società viene considerata l'offerta a prezzo fisso più economica, bloccato per uno o due anni. I dati sono tratti dall'analisi della documentazione contrattuale presente sui siti dei fornitori.

Come Cambia il Prezzo dell'Energia Elettrica nel 2021 e 2022

A gennaio 2021 l'aggiornamento del tutelato in rialzo rende ancora più conveniente il mercato libero: l'indice Selectra è più basso del 21% e le top 5 offerte del libero arrivano al 53% in meno rispetto alla tutela. Il PUN invece, dopo un brusco calo, sembra risalire con lo stesso andamento che prosegue in modo altalenante anche nei mesi successivi, arrivando ad inizio agosto a 109 €/MWh.
Da febbraio ad aprile 2021 il prezzo dell'Indice si attesta intorno a 50 €/MWh, nei mesi successivi in leggera crescita per arrivare a 81 €/MWh a metà settembre. Con l'aggiornamento trimestrale ARERA di luglio, il prezzo del tutelato sale a 97 €/MWh, rendendo l'Indice Selectra più basso del 16%.
A ottobre c'è stato un aumento del prezzo del tutelato, a 174 €/MWh per l'ultimo trimestre dell'anno 2021 e il PUN è schizzato a 220 €/MWh, e sembrava assestarsi intorno a 200 €/MWh a novembre quando è risalito a oltre 280 €/MWh a dicembre 2021 (con un picco a quasi 400€/MWh).
A partire dall'estate 2021 anche l'Indice Selectra è stato in costante e leggera crescita, arrivando a 116 €/MWh a dicembre 2021.

Evoluzione nel mercato dell'energia dopo la crisi e la guerra 2022

Negli ultimi mesi del 2021 abbiamo assistito ad un rialzo impressionante dei prezzi all'ingrosso. E anche l'atteso balzo dei prezzi del tutelato che ci si aspettava anche a gennaio 2022 è arrivato e ha pesato molto nelle bollette degli italiani, nonostante sia stato mitigato dalle manovre straordinarie del Governo.
All'inizio dell'anno il PUN è tornato a 210 €/MWh a metà febbraio 2022 per poi aumentare di nuovo a inizio marzo per arrivare sopra i 380 €/MWh a metà marzo in seguito all'attacco russo all'Ucraina. Il prezzo PUN a inizio maggio è a 235 €/MWh e sembra essersi stabilizzato da aprile e con un trend di decrescita a giugno intorno ai 200 €/MWh. Il trend in calo è durato poco, dopo le instabilità create dalla situazione ancora incerta, il PUN a luglio 2022 è aumentato di nuovo a 411 €/MWh, schizzando in estate e raggiungendo il valore record a settembre di 682 €/MWh. A metà settembre il PUN scende a 454 €/MWh, una diminuzione che non si vedeva da marzo.

Anche il prezzo del tutelato è salito fino a 266 €/MWh per il primo trimestre del 2022 (gennaio-marzo 2022).
Di conseguenza anche l'Indice Selectra è cresciuto arrivando a 175 €/MWh a metà febbraio 2022 e a 183 €/MWh a inizio marzo.
In primavera (marzo - giugno 2022) l'IS si attesta intorno a 250 €/MWh avvicinandosi e superando il mercato tutelato il cui prezzo diminuisce per il secondo trimestre a 232 €/MWh. A luglio il tutelato sale a 251 €/MWh per il terzo trimestre dell'anno. Il mercato rimane instabile e l'Indice arriva a 325 €/MWh ad agosto e a 513 €/MWh a metà settembre.

Dopo il lieve aumento del tutelato luce, al momento, le migliori offerte del libero risultano più care rispetto alla tutela, che ricordiamo però viene aggiornata ogni tre mesi e quindi risentirà degli aumenti solo il prossimo ottobre.
La diminuzione del tutelato di aprile è arrivata dopo il fortissimo rincaro sulle tariffe regolate che con il nuovo anno ha superato ogni aspettativa e per smorzarlo il Governo ha azzerato gli oneri di sistema, anche nel terzo trimestre.
Nel mercato libero sempre più fornitori iniziano a proporre tariffe indicizzate per poter sfruttare l'attesa diminuzione delle tariffe dei prossimi mesi.

L'aggiornamento ARERA, quarto trimestre 2022 (ottobre - dicembre), porta il prezzo dell'energia elettrica a 0,455 €/kWh (al netto delle perdite di rete). Nel frattempo l'indice PUN è in fase di discesa sotto i 400 €/MWh: un trend positivo per le offerte a prezzo indicizzato, vista anche la scarsità di offerte a prezzo fisso all'interno del mercato. Con un +10% sulla tutela, +46% rispetto al PUN, l'indice Selectra medio è pari a 0,50 €/kWh. Il prezzo del gas nel mercato tutelato, non ancora comunicato dall'ARERA, sarà aggiornamento mensilmente in base all'andamento del PSV. Intanto il prezzo dell'indice Selectra gas sale a 2,849 €/Smc. Nel corso della prima metà di ottobre 2022, il PUN continua a calare: dal valore massimo raggiunto a inizio settembre 686 €/MWh ha raggiunto il valore di 277 €/MWh. Segue lo stesso andamento l'indice PSV a quota 1,17 (€/Smc) in forte calo rispetto all'inizio di ottobre (1,60€/Smc).

Come confermato dai trend precedenti, l'inizio del mese di novembre '22 conferma nuovamente i prezzi del mercato all'ingrosso in fase di calo: il PUN scende a 130 €/MWh in media mobile settimanale (-50% rispetto all'ultimo aggiornamento) e il PSV fino ad arrivare a 0,36 €/Smc, valore di mercato che non si registrava da giugno 2021. Ciò nonostante dall'inizio di novembre il PUN è tornato a salire, arrivando fino a 226,24 €/MWh in media mobile settimanale; allo stesso modo, come prevedibile, anche il PSV del gas è in risalita a 0,87€/Smc. In attesa che tornino ad essere disponibili le offerte a prezzo fisso, l'indice Selectra medio si attesta a 512 €/MWh per l'energia elettrica e 2,538 €/Smc per il gas. Per tutto il mese di Novembre il prezzo degli indici, a causa dell'arrivo dei mesi freddi, è tornato a salire: il PUN a 326,71 €/MWh in media mobile settimanale e il PSV risale a 1,412 €/Smc. Intanto l'ARERA ha reso noto il prezzo spot mensile di novembre '22, pari a 0,975 €/Smc.

Le offerte più economiche bloccate non sono più in linea con il prezzo del tutelato, in attesa dell'aggiornamento di ottobreNonostante il mercato dell'energia sia instabile puoi scegliere un'offerta a prezzo variabile o fisso che fa per te, chiama lo 02 947 553 3902 947 553 39 per parlare con un esperto Selectra.

Le offerte più economiche bloccate non sono più in linea col prezzo del tutelato, in attesa dell'aggiornamento di ottobreNonostante il mercato dell'energia sia instabile puoi scegliere un'offerta a prezzo variabile o fisso che fa per te, prendi un appuntamento per essere richiamato gratuitamente da un consulente Selectra quando preferisci.

L'andamento dei Prezzi di Energia Elettrica nel 2020

Nel grafico abbiamo voluto rappresentare una ricostruzione dell'andamento del mercato dall'inizio dell'anno 2020. I dati per il periodo dal 01/01/2020 al 04/04/2020 sono stati calcolati considerando un numero più limitato di fornitori, che comunque complessivamente rappresentano circa il 50% di vendite di energia elettrica sul mercato libero.

Da gennaio del 2020 il valore del PUN ha iniziato una forte decrescita, dovuta inizialmente al calo del prezzo del petrolio e aggravata successivamente dal crollo dei consumi per via della quarantena imposta dal Covid-19.
Di conseguenza il prezzo della tariffa del tutelato ha avuto una forte riduzione nel secondo trimestre dell'anno e anche il prezzo dell'Indice Selectra si è allineato, dimostrando la reazione del mercato all'evoluzione del prezzo all'ingrosso.

A luglio 2020, con l'aggiornamento trimestrale dell'ARERA, il prezzo della luce del mercato tutelato è rimasto quasi costante. Questo nonostante il PUN da metà giugno abbia mostrato un rialzo arrivando ai valori pre-Covid registrati a febbraio.
Come avviene di consueto, durante la stagione estiva il valore del PUN è aumentato tornando al di sopra dell'Indice, complici i consumi elettrici che in genere salgono per via del condizionamento. Sono rimasti invece stabili gli altri indicatori del mercato libero.
La risalita del PUN è continuata anche dopo l'afa dell'estate, e a metà settembre il PUN è tornato ai livelli di gennaio.

ottobre l'Autorità ha pubblicato le tariffe del tutelato del quarto trimestre 2020, che, come potevamo immaginare, sono aumentate sensibilmente. La crescita della componente energia del tutelato è stata del 88% rispetto al trimestre precedente. Nonostante il PUN abbia delle oscillazioni nel periodo autunnale, l'indice all'inizio di novembre è risultato più basso sia del PUN sia del mercato tutelato.
A metà novembre il PUN è aumentato raggiungendo il prezzo del tutelato, mentre gli altri indicatori sono rimasti sostanzialmente stabili. Il trend del PUN in aumento continua fino a 60 €/MWh a metà dicembre, e nello stesso tempo anche gli indici del mercato libero sono in leggero rialzo ma comunque il prezzo delle offerte più convenienti rimane più basso del 24% rispetto alla tutela.

Indice Selectra del Gas

L’Indice Selectra SQ del Gas, lanciato il 6 aprile 2021, diventa un valore di riferimento fruibile gratuitamente online da tutti quelli che sono interessati a monitorare le tendenze del mercato e capire se l’attuale offerta è conveniente, o se è un buon momento di passare dal Mercato Tutelato a quello Libero.
A differenza del Mercato Tutelato, dove la tariffa viene stabilita e pubblicata ogni trimestre dall’Autorità, un tale valore di riferimento per il Mercato Libero, prima del lancio dell’Indice Selectra Gas, era assente.

Lo strumento permette di monitorare l’andamento delle proposte commerciali di 25 maggiori fornitori italiani del gas naturale che complessivamente detengono una quota del mercato superiore del circa 70% sul Mercato Libero.
Oltre alla Prezzo Indice, si può consultare la media del 20% delle offerte più economiche e del 20% di quelle meno economiche tra le monitorate.

Per dare più informazioni anche ai professionisti, giornalisti ed analisti, l’Indice riporta anche i prezzi del gas all’ingrosso: sia spot (monitorando i dati di Title Transfer Facility (TTF), il mercato virtuale olandese dello scambio di gas naturale, preso come punto di riferimento per la sua importanza in termini di volumi e liquidità) che a termine - il Forward - per i contratti a 12 mesi, basato sui dati pubblicati da European Energy Exchange (EEX).

Anche la modalità per il calcolo dell'Indice del mercato libero del Gas viene aggiornata con il nuovo anno 2022. In modo analogo alla luce le offerte prese in considerazione sono tutte quelle a prezzo fisso a prescindere dalla durata, di uno oppure due anni.
Le offerte inoltre vengono pesate, dando maggiore importanza ai fornitori che hanno più quote di mercato in base all'ultima Relazione annuale dell'Autorità ARERA.

Il Prezzo del Mercato Libero del Gas a confronto col Tutelato 2021-2022

Dal primo aggiornamento dell’Indice Selectra del Gas si evince che dopo l’incremento dei prezzi sul Mercato Tutelato dal 1 aprile 2021, la media delle offerte analizzate sul Mercato Libero, che prima era in linea con la tariffa regolata, ad inizio mese risultava del 6,31% più bassa rispetto al Mercato Tutelato.
Dall'aggiornamento di metà maggio si evince che, dopo un incremento del prezzo del tutelato ed una conseguente maggiore convenienza delle offerte del Mercato Libero, queste ultime sono in rialzo, facendo attestare la media delle offerte presenti nel Mercato Libero appena sotto al prezzo del servizio di Maggior Tutela. 

A metà ottobre la media del prezzo del libero è in leggera crescita a 0,45 €/Smc, arrivando a 0,57 €/Smc a dicembre 2021, a 0,63 a gennaio e a 0,78 €/Smc a metà febbraio e a 1,17 €/Smc. L'indice è aumentato durante la primavera 2022 arrivando fino a 1,58 €/Smc ad agosto e a 2,2 €/Smc a metà settembre 2022.

All'inizio dell'anno le offerte migliori del mercato libero si trovano comunque più in basso rispetto al prezzo del Tutelato, aumentato dopo l'aggiornamento di ottobre 2021 a 0,499 €/Smc e addirittura a 0,87 €/Smc per il primo trimestre a gennaio 2022 (gen-mar 2022). Dopo questo forte rialzo ad aprile l'Autorità riduce di poco il prezzo del gas che scende a 0,86 €/Smc.
Con l'aggiornamento ARERA del 2° trimestre i prezzi sono in calo, con un'inversione nel terzo trimestre con il gas tutelato a 1,05 €/Smc. Le offerte più economiche del libero sono leggermente più care rispetto al tutelato, che risentirà degli ultimi aumenti a ottobre. La tariffa tutelata varia infatti ogni mese (da ottobre 2022) rispetto alle tariffe del libero che rimangono fisse per tutta la durata del contratto, compreso il prossimo inverno.

Così come per la luce, anche il prezzo all'ingrosso del gas (TTF) ha avuto un picco a 1,3 €/Smc all'inizio di ottobre per poi frenare a metà novembre intorno a 0,8 €/Smc e aumentare di nuovo a dicembre con un picco elevato a 1,8 €/Smc per poi riscendere con il nuovo anno, e a maggio e giugno attestarsi sotto l'euro a Smc.
Il forte aumento dei prezzi del gas previsto in autunno e poi in inverno è arrivato, e così come previsto si è ripetuto a gennaio 2022 ricadendo nelle tasche degli italiani anche se le manovre straordinarie del Governo hanno attutito la stangata.

La notizia della guerra scoppiata in Ucraina contro la Russia ha fatto aumentare gli indici del gas, il TTF è arrivato a 1,3 €/Smc il 24 febbraio 2022 per poi attestarsi a 1,25 €/Smc a metà marzo (picco massimo a 2,6 €/Smc). Il mercato all'ingrosso sembra essere più stabile e a giugno quando il TTF è sceso a 0,96 €/Smc. Con gli ultimi scossoni il mercato all'ingrosso è invece risalito e a partire da luglio il TTF è aumentato arrivando fino al record di 2,7 a inizio settembre 2022 per poi iniziare a diminuire a 2,2 €/Smc al 15/9. A inizio ottobre, in discesa rispetto alla seconda metà di settembre, l'indice TTF si attesta a 1,671 €/Smc.

prezzo gas indice selectra
Dati aggiornati al 01/12/2022

Ecco il PDF con l'andamento dei prezzi del gas 2021-2022. Scarica la versione del grafico in PDF del Prezzo Indice Selectra GAS, aggiornato al 01 dicembre 2022.

I prezzi del gas metano a confronto - 2022
Prezzo Descrizione Fonte
Indice Selectra La media delle migliori offerte a prezzo bloccato per 1 o 2 anni, che rappresentano la maggioranza delle offerte scelte sul Mercato Libero, disponibili al momento dell'aggiornamento del grafico e pesate in base alle quote di mercato del fornitore. Mercato Libero
Più e meno caro La media delle offerte più e meno economiche del mercato libero: la media del ∼20% delle offerte più vantaggiose rispetto all'Indice Selectra e del ∼20% di quelle meno economiche tra quelle analizzate. Questo fornisce un quadro più completo dell'andamento del mercato per monitorare l’evoluzione delle offerte nei vari segmenti di prezzo. Mercato Libero
Tariffa ARERA Il prezzo dell'energia elettrica aggiornato trimestralmente dall'Autorità ARERA che viene applicato ai clienti che si trovano nel Servizio di Maggior Tutela. A differenza dell'Indice Selectra, che rappresenta tariffe a prezzo fisso per 1 anno, questo è un indicatore “semi-variabile” poiché viene definito con una prospettiva a tre mesi. Mercato Tutelato
TTF Il prezzo spot su Title Transfer Facility, il mercato virtuale olandese sul quale avvengono gli scambi virtuali del gas naturale, tra i più grandi e liquidi in Europa. Il confronto dell’Indice con TTF permette di valutare la flessibilità del mercato rispetto al prezzo di vendita all'ingrosso. GME
FWD Il prezzo forward del gas basato sui dati pubblicati da European Energy Exchange (EEX). l valore finale è stato ricavato dai valori di Baseload e Peakload di quattro trimestri determinati in base al giorno di riferimento. Il prezzo Forward ha un orizzonte temporale di 1 anno, come quello dell’ Prezzo Indice, e quindi rappresenta una proiezione orientativa del prezzo atteso nei 12 mesi successivi al momento dell’aggiornamento. GME

Come viene calcolato il prezzo medio del Gas

Il prezzo dell'Indice Selectra per Staffetta Quotidiana, espresso in €/Smc, viene calcolato in base al prezzo “netto” del gas - le componenti Cmem (materia prima gas) e CCR (Componente Copertura Rischi).

La metodologia usata per il Prezzo Indice Selectra GASPer l'Indice Selectra SQ Gas vengono prese in considerazione le offerte a prezzo fisso di 25 maggiori venditori operanti in Italia, che complessivamente detengono una quota del mercato superiore al 70% per le vendite del gas sul mercato libero. Per ciascuna società viene considerata un'offerta, nel caso di presenza di molteplici offerte sul mercato, viene presa in considerazione quella a prezzo fisso più economica. I dati sono tratti dall'analisi della documentazione contrattuale presente sui siti dei fornitori.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche