10 mosse per Migliorare la Protezione Dati Personali Online

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Cambia operatore: Fibra fino a 2.5 Giga a 27,95 €/mese

Scadenza: 27 luglio. Chiedi info: servizio gratuito e senza impegno.

dati-personali
I 10 consigli per proteggere i propri dati personali online

Dalle regole per rendere la password sicura ai consigli per l'impostazione sulla privacy, l'aggiornamento e l'antivirus, la connessione sicura e il backup: il decalogo di Selectra per la tua sicurezza online, necessità ormai irrinunciabile durante la navigazione in internet.


Resta aggiornato con Selectra! Segui e condividi il nostro canale Telegram. Tante notizie e offerte sul mondo della fibra e delle offerte mobili: NEWS INTERNET | SELECTRA

1. Scegli una Password Sicura

La password è il primo presidio di sicurezza per la protezione dei tuoi dati personali. Pertanto è fondamentale scegliere una chiave di sicurezza che possa proteggere da intrusioni indesiderate, sia da parte di hacker professionisti che da parte di persone che possono accedere alle nostre pagine web personale come gli account di posta elettronica o quelli social.

password sicura
Evita combinazioni banali e prevedibili in favore di password più complesse

Le regole per una password sicura partono dalle cattive abitudini che dobbiamo assolutamente abbandonare e arrivano a delle best practice di creazione delle nuove sequenze personali.

  • Non usare password troppo brevi.
  • Non utilizzare sequenze definite "da tastiera", come ad esempio «12345» o «qwerty» (la sequenza delle lettere dei primi sei tasti della riga superiore della tastiera), perché facilmente identificabili.
  • Non utilizzare date: mettere la data di nascita dei figli o del partner è poco sicuro; magari non sarà conosciuta dall'hacker ma alcune persone che ci conoscono potrebbero immaginare che dietro una della nostre password si nasconda una data importante per noi.
  • Non utilizzare nomi famosi o personali: questa regola vale sia per nomi di attori, sportivi, squadre di calcio, ma anche per il nome del nostro animale domestico, ed è una pratica poco sicura per lo stesso motivo spiegato nel precedente punto riguardo le date.
  • Utilizzare una password composta da almeno 7 o 8 caratteri.
  • Inserire nella password lettere maiuscole e minuscole.
  • Inserire numeri.
  • Inserire caratteri speciali come ad esempio questi: &, %, $, £.

Seguendo queste regole di massima la nostra password sarà sicura e a prova d'intrusione da parte di malintenzionati, ma se vogliamo farci aiutare nella creazione delle nostre chiavi di accesso esistono dei sistemi online che generano password casuali in modo sicuro e certificato.

Sei alla ricerca di una tariffa semplice per la tua connessione internet? Selectra ti aiuta a trovarla tra le tante disponibili sul mercato: chiama subito il numero 06 948 080 95contattaci al numero 06 948 080 95.

2. Abilita l'Autenticazione a Due Fattori

Sempre legato alla fase d'accesso alle nostre pagine personali, c'è anche il fattore abilitazione dell'autenticazione a due fattori. Questo sistema richiede di superare un'ulteriore barriera protettiva dopo la digitazione della nostra password.

L'autenticazione a due fattori funziona sostanzialmente così: dopo aver immesso la password, ci viene inviato un codice di sicurezza ulteriore, autogenerato dalla pagina a cui vogliamo accedere. Possiamo decidere di ricevere questo codice alla nostra mail personale, o sotto forma di SMS al nostro numero di cellulare.

Esistono anche sistemi di autenticazione a due fattori che funzionano tramite delle particolari notifiche che arrivano al nostro smartphone (sempre collegate alla nostra SIM), nelle quali ci viene richiesto di autorizzare l'accesso e dove ci vengono fornite informazioni utili a capire quale sistema sta richiedendo l'autorizzazione e da quale luogo.

La gestione di password e l'autenticazione a due fattori sono anche alcuni dei consigli forniti, e messi in pratica, dal Safety Center Google (Centro per la Sicurezza Online di Google), un portale che elenca le abitudini migliori per la sicurezza dei dati personali online.

3. Chiudi le Caselle di Posta e le pagine dei Servizi Online o dei Social ancora aperte

Altra buona regola per aumentare il livello di protezione dei propri dati personali, è quella di chiudere le pagine quando si è terminato di utilizzare un determinato servizio e fare sempre il log out dal proprio account.

Quindi attenzione a questo fattore quando siamo ad esempio nella pagina delle mail o dei social, dove non sempre avviene la disconnessione automatica per inattività.

Questo è importante perché ogni qual volta noi siamo loggati all'interno di una pagina è come se stessimo "in una stanza con la porta leggermente aperta": questo significa che le informazioni contenute nei nostri account sono più vulnerabili quando siamo in quella condizione.

L'esempio pratico è quello dei servizi di internet banking online: è buona norma in questi casi effettuare il log out e chiudere la pagina appena si termina l'operazione desiderata, anche se gli stessi sistemi hanno delle procedure automatiche di disconnessione dopo un determinato tempo di inattività nell'account.

4. Attenzione alle Impostazioni Privacy sui Social

La protezione della Privacy Online passa oggi più che mai attraverso le pagine dei social che frequentiamo.

Oltre alla massima attenzione su ciò che si pubblica, per una questione di sicurezza su quelle che sono le proprie idee e i propri orientamenti, ci sono anche delle buone norme da rispettare nell'impostazione del proprio profilo di privacy.

Infatti tutti i social hanno una voce «impostazioni», dove si possono modificare i parametri di sicurezza dei nostri dati personali online. Qui possiamo decidere dalle cose più "leggere", come chi può vedere il profilo, fino a quelle più dettagliate come rendere note o meno le informazioni sui siti che visitiamo abitualmente (i cosiddetti cookie).

Per i fornitori dei servizi social network più grandi, ogni nostro profilo è una miniera d'informazioni preziose, ma esiste sempre un modo di proteggere la propria privacy, solo che spesso ci vuole pazienza per trovare le pagine giuste dove impostare i parametri di sicurezza dei nostri profili social.

5. Attenzione alle E-Mail: proteggiti dal Phishing

Una delle minacce maggiori alla sicurezza dei dati personali arriva dalle "mail truffa".

phishing mail
Un esempio di mail truffa denominata come Phishing - Credits: Andrew Levine Wikipedia.org

Questa pratica, nata con l'avvento di internet, si è estesa moltissimo negli ultimi tempi e nemmeno i client di posta migliori riescono a fornire una barriera sicura al 100% contro questi attacchi.

In pratica, si tratta di e-mail che spesso ricalcano in maniera perfetta, nella grafica e nella struttura, quelle di banche e istituzioni di vario genere. Solitamente si viene invitati a seguire dei link oppure a scaricare degli allegati: se questo avviene, il rischio di vedersi rubate informazioni personali riguardo i vostri metodi di pagamento è molto alto.

Per evitare questi inconvenienti è consigliabile non scaricare allegati che ci sembrano strani o inusuali e un buon trucco è anche quello di passare il cursore del mouse sopra il link stando però attenti a non cliccarlo: questo ci permette di controllare l'indirizzo URL di provenienza, che spesso rivela la natura fraudolenta del link in questione.

In generale, la regola basilare da seguire è quella del buon senso: tutte le banche o le istituzioni ripetono spesso che non verranno mai richiesti dati personali via mail, quindi non fornirli mai in nessun caso è una prima regola d'oro per la loro protezione dei vostri dati personali online.

6. Effettua Pagamenti solo su Siti sicuri con Protocollo HTTPS

Lo shopping online è entrato prepotentemente nelle nostre vite soprattutto nell'ultimo periodo legato al Covid. Comprare qualcosa in rete è diventato normale per molti di noi, e non esiste più la paura di qualche tempo fa nell'inserire i propri estremi di pagamento in portali online o app di pagamento.

Attenzione però alla sicurezza di questi strumenti: infatti, con la nascita degli e-commerce (Amazon ne è ormai il simbolo), sono stati sviluppati sistemi di protezione che permettono di crittografare le nostre informazioni sui sistemi di pagamento, in modo da tenerle al riparo da malintenzionati. I siti sicuri sotto questo aspetto si distinguono dagli altri con la sigla HTTPS al posto del precedente e tradizionale protocollo HTTP.

Pertanto, quando stiamo acquistando qualcosa online controlliamo sempre in alto sinistra sulla barra dell'indirizzo web che sia presente la sigla HTTPS, con relativo simbolo del lucchetto prima dell'indirizzo, anche per evitare l'involontaria adesione all'invio di contenuti speciali a pagamento, che poi dovremmo bloccare o disattivare come i servizi VAS.

7. Non restare senza Antivirus

Questo consiglio per proteggere i tuoi dati personali sembra banale, ma in realtà non lo è. Spesso ci lamentiamo di come l'antivirus possa bloccare o rallentare il nostro PC e con superficialità lo disattiviamo.

Senza la protezione degli antivirus ci esponiamo al continuo attacco di file che scarichiamo automaticamente quando visitiamo una pagina web, quindi aumentiamo moltissimo le probabilità di ritrovare installati sul nostro computer programmi che possono spiarci quando visitiamo le nostre pagine personali e digitiamo le nostre password che crediamo sicure e a prova di intrusione.

Chiama Selectra e i nostri consulenti ti aiuteranno a verificare la copertura Vuoi sapere com'è il segnale nella tua zona?

Chiedilo agli esperti di Selectra! Chiama senza impegno il numero 06 948 080 95. Chiama subito lo 06 948 080 95!

8. Aggiorna il tuo PC quando viene richiesto

Per lo stesso motivo di protezione del proprio PC da attacchi esterni, anche procedere all'aggiornamento del sistema operativo quando viene richiesto è fondamentale. Evitare gli aggiornamenti, o avere sistemi troppo vecchi che non dispongono di versioni recenti del sistema operativo, è un rischio molto alto per la sicurezza dei propri dati personali online.

Gli aggiornamenti permettono di non farsi trovare impreparati quando spuntano nuove forme di virus informatici che possono insidiare il nostro computer e quindi offrono una protezione costante nel tempo.

9. Esegui il Backup dei tuoi Dati

L'intromissione all'interno del tuo PC può causare la perdita di dati sensibili e importanti per la tua attività. Nonostante tutti i presidi di sicurezza che possiamo utilizzare, dobbiamo sempre prevedere che qualcosa possa andare storto.

Quindi, un consiglio per evitare la perdita dei dati personali è quello di effettuare dei backup periodici delle informazioni che si reputano importanti e fondamentali.

Esistono sistemi in cloud con alti livelli di protezione che permettono di fare questo e di programmare anche i nostri salvataggi, ma la sicurezza assoluta prevede anche il salvataggio su un supporto fisico come un disco esterno o una pen-drive abbastanza capiente.

10. Controlla di avere una Connessione Wi Fi sicura

Un altro fattore di protezione per la tua privacy online è quello della rete Wi Fi utilizzata per la connessione.

Se parliamo del proprio Wi Fi di casa è buona regola proteggere la connessione internet domestica con una password: se viviamo in un appartamento infatti, senza la dovuta protezione, il nostro vicino di casa potrebbe agganciarsi alla nostra linea internet e nella migliore delle ipotesi semplicemente sfruttare un servizio che paghiamo noi, ma nella peggiore delle ipotesi potrebbe rendersi protagonista di cyber crimini attraverso la nostra rete.

Vuoi scoprire l'offerta più adatta alle tue esigenze di connessione internet? Selectra ti aiuta a scegliere la migliore per te: chiama subito il numero 06 948 080 95contattaci al numero 06 948 080 95.

Proteggiamo quindi la nostra connessione internet di casa con una password sicura ‒ ad esempio cambiare la password del modem TIM ‒ e facciamo lo stesso con la funzionalità Hotspot del nostro cellulare; magari prevendendo anche di cambiarla periodicamente proprio per innalzarne il livello di affidabilità.

C'è poi la questione relativa al Wi Fi pubblico, che essendo accessibile da tutti non rappresenta una sicurezza totale. Qualcuno infatti potrebbe intrufolarsi nel nostro sistema per scoprire i nostri dati sensibili sfruttando come porta quella del Wi Fi pubblico.

Il consiglio in questo caso è quello di evitare l'utilizzo di pagine "delicate" come quelle dell'online banking o dei social quando siamo agganciati ad una rete Wi Fi free.

Aggiornato in data

Le ultime News Internet