Cos'è e come funziona la fibra ottica FTTC ed FTTH?

tecnologia FTTC e FTTH

FTTC ed FTTH: tutto quello che c'è da sapere sulla fibra ottica

Le offerte in fibra ottica sono le migliori in termini di velocità di connessione. I filamenti in fibra di vetro o polimeri plastici infatti permettono di trasportare molti più dati per unità di tempo e sono immuni ai disturbi elettrici grazie alla maggiore flessibilità rispetto ai cavi in rame dell'ADSL. Vediamo insieme le caratteristiche della fibra ottica, la differenza tra connessione FTTH ed FTTC ed i livelli di copertura raggiunti ad oggi sul territorio nazionale.

  • L'essenziale
  • In negozio, online o per telefono sarà sempre necessario effettuare un test di copertura per ciascun operatore;
  • Per verificare la copertura nella tua zona contattaci allo 06 948 08 095 o utilizza il servizio di richiamata gratuita.

Perché la connessione in fibra ottica è più veloce?

La fibra ottica è un filamento di materiali vetrosi e polimerici capace di condurre la luce. Il segnale luminoso introdotto al suo interno è in grado di trasportare un'enorme quantità di dati, motivo per è tra le tecnologie più efficienti per l'accesso ad internet a banda larga.
In origine la fibra veniva utilizzata per l’illuminazione decorativa di fontane pubbliche solo successivamente venne riconosciuto il suo potenziale per la trasmissione di immagini e venne impiegato per la prima volta in ambito medico con il gastroscopio medico. Solo a cavallo tra gli anni ‘60 e ‘70 si capì che la loro struttura poteva essere sfruttabile nel settore delle telecomunicazioni. In effetti i vantaggi rispetto ai tradizionali cavi (ADSL) in rame sono numerosi. La fibra ottica, grazie al materiale di cui è composta, è in grado:

  • di trasportare molti più dati ed informazioni per unità di tempo;
  • di essere più resistente ai fattori climatici esterni, come la variazione di temperatura;
  • di essere meno soggetti a guasti abbattendo i costi di manutenzione.

Rispetto al doppino in rame il filamento in fibra ottica si compone di due sezioni: una interna trasparente ed una opaca esterna posta ad anello rispetto alla prima con capacità riflettente. In questo modo il segnale luminoso immesso al suo interno viaggia su lunghe distanze, rimbalzando sulle pareti della sezione esterna, senza disperdersi e senza interferenze esterne. Tale struttura conferisce alla fibra ottica una capacità di trasmissione dati elevata, superiore al doppino in rame dove invece i dati fluiscono in maniera disordinata e caotica, disperdendosi.

I diversi tipi di connessione in fibra ottica

Le connessioni in fibra ottica non sono tutte uguali: la rete internet è composta da un cavo che collega l'abitazione alla centralina di prossimità, la cabinet, la quale a sua volta è collegata alla centrale. Il tipo di cavo utilizzato per coprire la distanza dalla casa alla cabinet e da questa alla centrale determinano il tipo di connessione. Motivo per cui quando sottoscrivi un'offerta fibra l'effettiva velocità di connessione sarà determinata dal tipo di rete che collega casa tua alla centrale.

Secondo le stime dell'Agenda Digitale, la fibra ottica raggiunge solo il 25% della popolazione italiana. Ciò significa che non tutti i clienti hanno la possibilità di avere la fibra ottica ad 1 Giga (FTTH) che ad oggi è la fibra più veloce sul mercato. Secondo quanto disposto dalla delibera AGCOM, infatti gli operatori sono obbligati ad utilizzare il termine "fibra" solo se l'infrastruttura in quella zona è costruita esclusivamente da una rete di accesso in fibra fino all'edificio (FTTB) o fino all'unità immobiliare del cliente (FTTH). Vediamo insieme nel dettaglio le varie tipologie di FTTx esistenti e qual è la differenza:

  1. Fiber to the Cabinet - FTTC o FTTS
  2. Fiber to the Home - FTTH
  3. Fiber to the Exchange (FTTE)
offerte fibra

Fiber to the Cabinet: la rete composta da fibra e rame

La connessione di fibra ottica Fiber to the Cabinet, ovvero fibra fino alla cabina, definisce la rete composta da fibra e rame (con cavi in fibra fino all'armadio della strada) e viene solitamente indicata con il simbolo grafico giallo e la sigla FR

Tale tecnologia consente una connessione fino a 50 Megabit in download e 10 Megabit in upload oppure fino a 100/200 Megabit in download e 10 Megabit in upload. Ciò è dovuto al fatto che i cavi in fibra arrivano fino all'armadio stradale più vicino all'abitazione, generalmente distante tra i 300 e i 500 metri. L’ultimo tratto, fino alla casa, è attraversato dai tradizionali cavi in rame. C’è di positivo, però, che, nonostante la velocità di connessione sia inferiore rispetto alle altre tipologie di fibra ottica che vedremo tra poco, i prezzi sono nettamente più bassi e soprattutto competitivi con la semplice linea ADSL, un passo indietro, in termini di prestazioni, rispetto alla FTTC. 

La FTTSFiber To The Street, è sostanzialmente identica alla FTTC. Le prestazioni sono leggermente più elevate, semplicemente perché il fattore che le differenzia è la distanza tra la cabina nella quale terminano i cavi in fibra e l’abitazione: se per la FTTC essa corrisponde a 300-500 metri, per la FTTS è lievemente ridotta: 150-200 metri.

Fiber to the Home: la rete in fibra sino a casa

Come suggerisce l’acronimo, la caratteristica principale della Fiber To The Home (detta anche Iperfibra) è che i cavi in fibra arrivano direttamente dalla centrale fino all'interno dell’abitazione, garantendo prestazioni elevatissime, velocità di circa 1 Gigabit al secondo in download e di 200 Mps in upload oppure 300 Migabit in download e 20 Migabit in aupload. I costi sono leggermente più alti ma la qualità della connessione è nettamente migliore. 

Questa tipologia di fibra viene indicata con un simbolo grafico verde e la lettera F. Solo in questo specifico caso è possibile parlare di offerta in fibra ottica, l'AGCOM obbligagli operatori ad associare la parola fibra solo alla tecnologia FTTH onde evitare che un utente possa cadere in confusione. Ciò che deve essere chiaro infatti è che soltanto se abiti in una zona coperta da una simile tecnologia puoi attivare un'offerta iperfibra, in caso contrario dovrai affidati alle tecnologie elencate sopra con prestazioni meno elevate.

A metà strada tra la FTTH ed FTTC troviamo la Fiber to the Building, letteralmente la fibra fino all'edificio. Anche in questo caso, gli operatori sono legittimati ad utilizzare la parola fibra per le offerte attivate nelle zone coperte da questa tecnologia. In questo caso il collegamento in fibra ottica raggiunge il palazzo o l'edificio sino allo scantinato o al garage per poi proseguire con il cavo in rame classico.

Fiber to the Exchange: la rete in rame ADSL

Nonostante il nome possa indurre in confusione, la FTTE o FTTN non è da considerare come parte delle tecnologie FTTx. Si tratta cioè della rete in rame (non in fibra) che supporta prestazioni a banda larga e viene indicata con il simbolo grafico rosso e dalla lettera R. Tale tecnologia garantisce una connessione fino a 7/20 Megabit in download. Acronimo di "fibra fino al nodo" o "fino allo scambio", in questo caso il collegamento in fibra arriva fino alla cabina esterna distante parecchi chilometri dalla casa del cliente motivo per cui la rete è composta per la maggior parte con cavi in rame. In una situazione simile, il cliente è obbligato per motivi strutturali e tecnici ad attivare un'offerta ADSL e non in fibra ottica.

Meglio la fibra ottica o l'ADSL?

L’ADSL e la fibra ottica sono i due metodi più comuni per avere una connessione internet a casa. Sebbene la fibra sia in costante crescita fra le case degli italiani (a dicembre 2017 il dato era il 25%, di cui il 2% in FTTH), la connessione più utilizzata è la Asymmetric Digital Subscriber Line, meglio conosciuta come ADSL.

L’ADSL è, come dice il suo acronimo, una linea asimmetrica. Perché? Perché la velocità di upload è differente da quella di download, la cui larghezza della banda è maggiore. Il funzionamento della linea ADSL è dato da un doppino di rame attraverso il quale vengono trasmessi i dati dalla centrale telefonica all'abitazione. La velocità con cui questi dati vengono trasmessi dal doppino di rame è di circa 20 mega.

I problemi di connessione dell’ADSL sono dovuti a diversi fattori, tra cui l’intasamento della rete, il browser utilizzato (Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, …), le interferenze climatiche e tanto altro. Questi problemi interessano solo in minima parte la fibra ottica, i cui cavi, in fibra vetrosa, sono invece più resistenti alle interferenze climatiche e ai disturbi elettromagnetici, più flessibili, e consentono una connessione più stabile e veloce, arrivando fino a, come abbiamo detto, 1 Gigabit.

Il problema della fibra ottica è che non in tutta Italia è garantita la copertura: i costi di installazione e cablaggio sono elevati, pertanto i comuni stanno procedendo molto lentamente con i lavori.

La nuova frontiera della fibra ottica: Open Fiber

Per agevolare la diffusione della fibra ottica su tutto il territorio italiano (esistono infatti ancora molte aree non coperte dalla connessione in fibra), Enel e Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) hanno stretto un'alleanza senza precedenti, ampliando il mercato e l'offerta internet per il consumatore finale, e hanno dato vita al progetto Open Fiber. Di cosa si tratta?

progetto open fiber

È un operatore particolare che lavora all'interno del mercato all'ingrosso (e quindi non è un servizio dedicato in maniera diretta all'utente finale), affittando agli operatori "tradizionali" la propria infrastruttura, nella quale passano (essendo Enel uno dei promotori) i cavi dell'energia elettrica. In questo modo possono raggiungere i clienti in tempi brevi, in maniera economica e senza creare disservizi con ulteriori operazioni di scavo. I lavori per l'Open Fiber, infatti, consistono in scavi di mini-trincee di diversa natura che riducono al minimo i disagi per i cittadini. Una volta completati sia i lavori che la parte burocratica di accordi con il comune di riferimento, gli operatori internet dovranno, se vorranno usufruire di Open Fiber (la quale sfrutta la tecnologia FTTH), avanzare una richiesta alla società di Enel e Cdp e successivamente collegarsi.

Come verificare la copertura della fibra ottica

Se sei interessato a sottoscrivere un contratto internet con la fibra ottica, è necessario prima sapere se il tuo domicilio rientra nelle zone coperte, cioè se è attraversato dai cavi in fibra ottica. Per poter conoscere questo dettaglio, hai a disposizione due metodi:

servizio clienti
  1. Puoi verificare autonomamente online;
  2. Puoi chiamare Selectra allo 06 948 08 095 o utilizzare il servizio di richiamata gratuita.

Puoi effettuare il test per la copertura della fibra ottica autonomamente, ma ovviamente questo richiede diversi passaggi e un processo macchinoso: dovrai infatti visitare uno per uno i siti web di ogni operatore, all'interno dei quali troverai l’area dedicata al test per la copertura della fibra ottica. I dati che dovrai avere a portata di mano sono svariati:

  • Comune del domicilio dell’utenza internet che hai intenzione di attivare;
  • Provincia (non tutti gli operatori richiedono questa informazione);
  • Indirizzo e numero civico del domicilio dell’utenza internet che hai intenzione di attivare.

Le città in cui la tecnologia FTTH è in corso di realizzazione sono: Alessandria, Ancona, Arezzo, Beinasco, Bergamo, Bollate, Brescia, Brindisi, Busto Arstizio, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Cesano Boscone, Cesena, Cinisello Balsamo, Collegno, Cologno Monzese, Como, Cormano, Cornaredo, Corsico, Cusago, Ferrara, Firenze, Foggia, Forlì, Garbagnata Milanese, Grosseto, Grugliasco, Imola, La Spezia, Latina, Lecce, Livorno, Lucca, Matera, Messina, Modena, Moncalieri, Monza, Nichelino, Novara, Novate Milanese, Orbassano, Parma, Pavia, Pero, Pescara, Peschiera Borromeo, Piacenza, Pioltello, Pisa Prato, Ravenna, Peggio Calabria, Reggio Emilia, Rho, Rimini, Rivoli, Salerno, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese, San Lazzaro di Savena, Sassari, Segrate, Settimo Milanese, Siracusa, Taranto, Terni, Treviso, Trezzano sul Naviglio, Udine, Varese, Venaria Reale, Verona, Vimodrone. 

Copertura fibra ottica in Italia: a che punto è il nostro Paese?

La fibra ottica, come abbiamo detto, non è presente in tutto il territorio italiano. Sono poche le aree in cui passa una rete con la banda ultra larga, e ancora meno quelle in tecnologia FTTH. L'Italia, infatti, stando al rapporto del DESI (Digital Economy and Society Index), si trova al quartultimo posto in Europa a livello di digitalizzazione. Questo è dovuto principalmente alla poca conoscenza del digitale per lo sviluppo imprenditoriale, al mancato utilizzo di strumenti digitali come l'e-commerce e i sistemi di pagamento online. Attualmente, infatti, in Italia, la connessione ultraveloce in Iperfibra copre circa il 2,7% del territorio, e solo il 25% degli italiani usufruisce di una connessione internet in fibra ottica, a differenza della media europea che è di circa il 75%.

infratel italia

Per ovviare a questo problema, una delle soluzione è il Piano Banda Ultralarga Nazionale, elaborato dal governo ed attuato da Infratel secondo i punti presenti nell'Agenda Digitale Europea, il quale prevede

  • la realizzazione delle infrastrutture a banda ultralarga entro il 2020
  • la copertura dell'85% degli abitanti a 100 Mps
  • la copertura totale degli abitanti ad almeno 30 Mps
Chi è Infratel? Infratel Italia - Infrastrutture e Telecomunicazioni per l'Italia S.p.A. è una società che, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, progetta, realizza e gestisce le reti di telecomunicazioni in fibra ottica per l'accesso a internet con banda larga e ultralarga

Gli interventi finora finanziat ida Infratel sono oltre 4.000, di cui:

  • 3.077 realizzati
  • 359 pianificati
  • 521 in via di realizzazione

Di questi, la maggior parte degli interventi sono stati realizzati in Veneto, in Campania e in Toscana, la Sardegna è la regione sia con il maggior numero di interventi in corso di realizzazione che con il maggior numero di interventi pianificati, in quest'ultimo caso insieme a Sicilia e Puglia.

Le migliori offerte in fibra ottica FTTH

Come già accennato in precedenza, l'Autorità per la Garanzia nelle Telecomunicazioni ha approvato un provvedimento che regola le modalità con cui gli operatori dovranno sponsorizzare e pubblicizzare le offerte. Per conformarsi alla Legge n. 148 dell'ottobre 2017, gli operatori possono utilizzare la parola "fibra ottica" soltanto in relazione alle infrastrutture FTTB ed FTTH. In tutti gli altri casi, bisognerà dare maggiori specifiche riguardo il tipo di connessione (mista rame o rame).

Dunque è importante capire che soltanto nel caso in cui la tua abitazione è coperta dall'Iperfibra potrei procedere alla sottoscrizione di una delle offerte con internet super veloce. 

Offerte fibra ottica FTTH
Operatore Nome dell'offerta Caratteristiche offerta Maggiori info
vodafone unlimited
Unlimited+
  • Internet illimitato fino a 1 Gigabit di velocità
  • Vodafone Power Station
  • Linea fissa con chiamate illimitate incluse

Attiva

offerte tim
Tim Connect Gold
  • Fibra senza limiti fino a 1000 Mbit/s in down e fino a 100 Mbit/s in up
  • Chiamate illimitate verso fissi e mobili nazionali
  • TimVision, la TV on demand di TIM
  • Modem TIM HUB incluso a 0€
  • 60 € di sconto se attivi l'offerta online
  • attivazione gratuita

06 948 080 95

Mi faccio ricontattare

offerte fastweb
Internet+Telefono
  • Internet illimitato alla massima velocità fino a 1 Gigabit/s in down e 200 Mbit/s in up
  • Modem FASTGate incluso
  • Telefonate illimitate verso i fissi nazionali
  • Servizio digitale in regalo 

06 948 080 95

Mi faccio ricontattare

fibra infostrada
Wind Home Fibra
  • Internet illimitato fino a 1000 Mbit/s
  • 100 Giga al mese per le ricaricabili della famiglia
  • Modem incluso
  • Attivazione gratuita
  • Chiamate da fisso a 18cent/chiamata verso fissi e mobili nazionali e verso fissi di Europa Occidentale, Usa e Canada

06 948 080 95

Mi faccio ricontattare

Aggiornato in data