Come si calcola il costo medio unitario della bolletta luce o gas?

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Confronta e risparmia 150€ su Luce e Gas, è Gratis!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Come riconoscere il costo medio unitario in bolletta?
Come riconoscere il costo medio unitario in bolletta?

Il costo medio unitario della bolletta, energia elettrica o gas, è un valore fondamentale per conoscere e interpretare la propria fornitura e i consumi maturati. Si ottiene, semplicemente, dividendo il totale della bolletta con il totale dei consumi fatturati.


In altre parole, il costo medio unitario della bolletta non è altro che la divisione tra il totale della bolletta in €, comprensiva di tutte le voci, tra cui l'Iva, con il totale dei consumi fatturati, ovvero i consumi effettivi di un dato mese, bimestre, trimestre, espressi in in kWh per l'energia elettrica o in Smc per il gas metano.

=Totale Bolletta con Iva (€)/ Totale Consumi Fatturati (kWh o Smc)

Costo Medio Unitario Bolletta

Costo medio unitario: che cos'è e come ottenerlo?

Il costo medio unitario della bolletta, come definito dall'ARERA, esprime il rapporto tra quanto complessivamente dovuto, al netto di quanto riportato nella voce kWh o Smc fatturati. Il consumo fatturato, leggibile generalmente nella seconda pagina della bolletta, è la somma dei kWh (per l'energia elettrica) o degli Smc (per il gas metano) che vengono addebitati al cliente in un preciso arco di tempo: da 1 fino a 4 mesi. Quindi la somma indica il totale effettivo di energia consumata. Dopodiché, per ricavare il costo medio unitario, questa somma funge da divisore con il totale della bolletta espressa in € e comprensiva di tutte le voci che la compongono:

  • spesa per la materia energia;
  • spesa per il trasporto e la gestione del contatore;
  • spesa per oneri di sistema;
  • Imposte e Iva.

L'elenco delle voci che compongono il totale della bolletta, naturalmente, varia in base al tipo di fornitura e soprattutto in base alla tipologia contrattuale. Per esempio, per un cliente domestico residente, rispetto a un cliente non residente, la spesa per gli oneri di sistema viene calcolata soltanto in base ai consumi e non in quota fissa; oppure per la bolletta gas è inclusa anche l'addizionale regionale che cambia da regione a regione (escluso quelle a statuto speciale che hanno eliminato l'addizionale).

Quali sono le voci presenti in bolletta?Per maggior informazioni su come è strutturata e quali sono le voci che compongono la tua bolletta, puoi contattare Selectra allo 02 9475 5339 o fatti richiamare gratuitamente da un esperto.

Perché è importante monitorare il costo medio unitario?

Il costo medio unitario è uno di quei valori indispensabili da monitorare durante la lettura della bolletta ma soprattutto per conoscere la propria offerta commerciale e di conseguenza valutare un cambio gestore con un'offerta più conveniente e vantaggiosa. Come noto, le singole voci che compongono la bolletta sono uguali per tutti i fornitori (Enel Energia, Eni, Acea, A2A, ecc.), in quanto imposte dall'Authority centrale per l'energia. Tuttavia la voce della spesa per la materia energia muta anche in base al prezzo sottoscritto con il proprio fornitore.

Esempio di costo medio unitario bolletta
Esempio costo medio unitario bolletta: 4,06€

Per questo motivo il calcolo del costo medio unitario riesce ad indicare la propria tariffa con l'insieme di tutte le voci della bolletta.

L'esempio proposto indica una bolletta di energia elettrica con soltanto 12 kWh di consumi fatturati, un importo di 48,72€, con un costo medio unitario di 4,06€. Nonostante i consumi siano così bassi, la bolletta presenta un importo piuttosto evidente: infatti si tratta di una bolletta luce da domestico non residente. Per l'appunto questo tipo di importo in € con consumi fatturati così bassi sono comuni per le seconde case o per le utenze destinate ad uso diverso per abitazioni.

Costo medio unitario: come valutare una nuova offerta di luce e/o gas?

Come descritto, il calcolo del costo medio unitario fotografa il prezzo totale della propria offerta commerciale insieme a tutte le voci che contraddistinguono la bolletta di fornitura. Tutte le voci presenti in bolletta sono uguali, a prescindere dal fornitore, e vengono stabilite e aggiornate dall'ARERA. L'unico elemento che varia da fornitore a fornitore è il prezzo della componente energia luce o gas nonché il prezzo della tariffa sottoscritta in fase contrattuale. La seguente tabella, con la descrizione delle migliori offerte del momento, dimostra come il libero mercato offra diverse soluzioni per il cliente.

Le migliori offerte luce e gas del momento
POSIZIONE NOME OFFERTA PREZZO (€/kWh e €/Smc)
first-place
Prima Posizione
Logo Sorgenia

Sorgenia Next Energy Luce e Gas

LUCE: 0,042

GAS: 0,20

second-place
Seconda Posizione
Logo Eni Gas e Luce

Eni Link


LUCE: 0,049

GAS: 0,15

third-place
Terza Posizione
Logo Enel Energia

Enel Energia E-light


LUCE: 0,058

GAS: 0,22

A fronte di ciò, il calcolo del costo medio unitario può essere utile per effettuare una comparazione con altre offerte del mercato rispetto a quella attuale e avviare un cambio gestore. Per cambio gestore, si intende il passaggio da un fornitore all'altro mentre le utenze sono attive. L'operazione non comporta alcuna sospensione della fornitura o interventi tecnici sul contatore e soprattutto è completamente gratuita e non presenta alcun vincolo di natura contrattuale.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche