Guida completa sulle bollette luce e gas

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 17 Luglio 2024?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 14.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 17 Luglio 2024?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Quali sono le voci di spesa che compongono le bollette luce e gas e come leggere i consumi oggi? In questa guida trovi tutte le risposte alle domande frequenti sulle bollette, su come pagarle, leggerle e scaricarle.

Bollette luce: le principali voci di spesa

Prima di considerare le modalità di pagamento, di visualizzazione e le altre curiosità sulle bollette luce e gas, potresti trovare utile un'analisi generale delle principali voci di queste fatture.

Oggi sia per la luce che per il gas molti fornitori utilizzano strutture simili, che rispondono alle direttive Bolletta 2.0 di ARERA. Quest'ultima ha come obiettivo rendere più facile per l'utente capire e leggere la bolletta e i consumi, ad esempio tramite grafici e tabelle.

Tra le principali voci che puoi leggere nella bolletta luce ci sono:

  1. Alcuni dati su utenze e intestatario, quindi nome, cognome, numero cliente, codice POD identificativo della fornitura, potenza impegnata dal contatore.
  2. Le principali voci di costo che compongono la spesa finale, quindi la materia energia espressa in €/kWh, il prezzo di gestione del contatore e trasporto, gli oneri di sistema, l'IVA e le accise.
  3. La componente PCV (prezzo di commercializzazione vendita) all'interno della spesa per la materia energia.

Oltre a questi dati principali, nella bolletta della luce trovi anche chi è il distributore locale della tua zona, alcuni dettagli sulle fasce orarie di consumo, i riferimenti principali del servizio clienti e altri dati importanti, che possono servirti anche quando richiedi la voltura o il subentro.

Qual è il fornitore di energia elettrica più economico? 

Per conoscere il fornitore di energia elettrica più economico ti suggeriamo di confrontare le migliori offerte della luce, in modo da trovare non solo il più conveniente, bensì anche quello più adatto a te.

Bollette gas: come leggerle

Come per quelle luce, anche le bollette gas presentano una struttura simile e le informazioni che non possono mancare al loro interno sono previste dall'ARERA. All'interno di queste fatture puoi leggere molte informazioni che trovi anche per l'energia elettrica, come i dati del destinatario, il numero cliente e i dettagli in merito ai consumi stimati/fatturati.

Tra le informazioni che cambiano c'è il codice PDR, che è simile al POD (quindi identifica le utenze) ma si riferisce alla fornitura del gas.

  1. La spesa per la materia prima, espressa in €/Smc e che comprende il costo del gas.
  2. Il costo di trasporto e di gestione del contatore, che include le spese di stoccaggio, trasporto e distribuzione del gas fino al contatore di casa tua.
  3. Gli oneri di sistema, che sono dei costi sostenuti da tutti gli utenti e che vanno a coprire le spese relative ad attività di interesse generale, come l'aggiornamento delle infrastrutture;
  4. Le imposte, che possono riguardare l'IVA, le accise e l'addizionale regionale.

In alcuni casi, all'interno delle bollette gas potresti leggere la voce "Altre partite". Questa si rifà a casi specifici, nei quali sono addebitati o accreditati importi diversi dalle altre voci di spesa. Alcuni esempi? Restituzione/addebito del deposito cauzionale, ricalcoli, contributi di allacciamento, interessi di mora e tanti altri.

Ogni quanto arriva la bolletta del gas? 

Generalmente nel mercato libero la bolletta del gas arriva ogni 2 mesi, la fatturazione quindi è bimestrale. Tuttavia questo può cambiare a seconda del contratto e del fornitore che hai scelto. Di conseguenza verifica l'informazione consultando le bollette luce e gas o il contratto che hai firmato.

Bollette come risparmiare? Alcuni consigli

Per poter risparmiare sulle bollette luce e gas il primo passo è sottoscrivere delle offerte in grado di rispondere alle tue necessità e di proporti condizioni vantaggiose.

Oltre a sottoscrivere un’ottima offerta luce e gas per casa, ci sono alcuni accorgimenti che potrebbero farti ridurre i consumi e portarti effettivamente a risparmiare in bolletta. Tra questi ci sono:

  • Sostituire gli elettrodomestici energivori con alternative a risparmio energetico.
  • Optare per l’illuminazione a LED e sostituire le lampadine alogene.
  • Sfruttare il più possibile la luce naturale, evitando sprechi.
  • Prediligere cotture più rapide e al forno, rispetto a lunghe cotture sul gas.
  • Installare un termostato intelligente per gestire i consumi e gli sprechi.
  • Impostare il riscaldamento a una temperatura costante di 19°.
  • Effettuare una regolare manutenzione della caldaia.
  • Utilizzare le valvole termostatiche.
  • Installare un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica autonoma.

In aggiunta a tutto ciò, se hai sottoscritto un’offerta luce bioraria o multioraria consuma nelle fasce orarie dove il costo al kWh è più basso. Di solito queste sono la sera e nei weekend.

I clienti vulnerabili possono rimanere del Regime di Maggior Tutela!

I consumatori in condizioni economiche svantaggiate, con disabilità ai sensi dell'articolo 3 legge 104/92, con età superiore ai 75 anni o che abitano in strutture abitatine di emergenza sono considerati utenti vulnerabili. Se presentano i requisiti previsti da ARERA questi utenti possono rimanere nel Servizio di Tutela della Vulnerabilità gas.

Le bollette non arrivano: cosa fare?

Se dovessi renderti conto che le bollette luce e gas non arrivano sono diverse le cose che puoi fare. Innanzitutto è necessario contattare il servizio clienti del tuo fornitore, in modo da segnalare la cosa e da chiedere spiegazioni a riguardo.

In secondo luogo può essere una buona idea attivare il formato digitale della bolletta, in modo da prevenire altri ritardi dovuti al servizio postale in futuro. Se non dovessi ricevere comune la fattura questo potrebbe portarti a diventare un cliente moroso e rischiare il distacco delle utenze.

Di conseguenza, il consiglio è quello di inviare una lettera di messa in mora (o una diffida) con un termine massimo di 15 giorni. In questo modo puoi inoltrare una segnalazione ufficiale e richiedere l’emissione regolare della fattura. I fornitori mettono a disposizione anche il reclamo, che è sempre una segnalazione scritta e ufficiale, che spesso ha valenza legale.

Bolletta online area clienti: perché conviene quella digitale?

Le bollette luce e gas oggi possono essere ricevute principalmente in due modi: nel formato cartaceo tradizionale (via posta ordinaria) o in quello digitale (via email o dall'area clienti).

Quest'ultima alternativa è sempre più gettonata dai consumatori e i motivi sono molti:

  • Previeni eventuali ritardi dovuti alla consegna fisica della bolletta luce e gas.
  • Ricevi comodamente sul pc o sullo smartphone le fatture di casa.
  • Gestisci in autonomia pagamenti, consumi e costi dall'area clienti e dall'app (se disponibile).
  • Hai la possibilità di archiviare in formato digitale le spese e le bollette di casa.

Infine molti fornitori ti permettono di attivare servizi digitali per le bollette luce e gas, come le notifiche tramite SMS ogni volta che viene emessa una nuova fattura. In questo modo è difficile che tu possa dimenticarti di pagarla o visualizzarla.

Come pagare le bollette luce e gas?

I metodi di pagamento delle bollette luce e gas dipendono soprattutto dai fornitori e dalle alternative messe a disposizione dalla singola azienda. In linea generale però quasi tutte le aziende propongono la domiciliazione bancaria, che è l’addebito diretto della bolletta su conto corrente.

Questa opzione è particolarmente gettonata perché così rendi automatico il pagamento, che addebita l’importo della bolletta entro la scadenza direttamente sul tuo conto. In più previeni ritardi nel saldo ed elimini eventuali sprechi di carta.

In aggiunta alla domiciliazione bancaria, potresti scegliere tra:

  • Il bollettino postale o bancario;
  • Le principali carte di credito e di debito;
  • I pagamenti digitali come PayPal o Satispay;
  • I punti autorizzati come le ricevitorie o i supermercati;
  • Il bonifico bancario;
  • Tramite l’home banking della tua banca.

Cosa fare in caso di bollette pazze e importi anomali?

Spesso degli improvvisi importi anomali o delle bollette molto alte sono sinonimo di un contatore malfunzionante o un guasto, che potrebbero aver causato una difficoltà da parte del fornitore a recuperare le informazioni sui tuoi consumi.

Prima di procedere con una segnalazione o con la richiesta di verifica al distributore locale, il consiglio è quello di contattare il servizio clienti del fornitore e chiedere spiegazioni. In questo modo puoi ricevere risposte in merito a determinati anomali.

Bonus bollette: quali sono gli aiuti oggi?

Il bonus bollette è un aiuto previsto per le famiglie in difficoltà economiche, che consiste in alcuni sconti nella bolletta luce e gas, così come in quella del servizio idrico. Oggi hanno accesso a questi aiuti:

  1. I nuclei familiari con ISEE inferiore a 9.530 euro;
  2. I nuclei familiari con ISEE inferiore a 20.000 euro in presenza di almeno quattro figli a carico.

Per quanto riguarda l'energia elettrica queste soglie nel primo trimestre del 2024 sono pari a 15.000 euro e 30.000 euro. Per ottenere questo bonus energetico è necessario semplicemente presentare la certificazione ISEE con relativa DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica). Infatti viene accreditato in automatico e non è necessaria alcuna richiesta.

Chi ha diritto alla riduzione delle bollette?

I bonus energia sono dedicati ai nuclei familiari con disagio economico o fisico. Questo importo può andare da circa 98,44€/trimestre per le famiglie con 1-2 componenti fino a 143,52€/trimestre per famiglie numerose con oltre 4 componenti.

Le news aggiornate del mercato energia: