Cambiare fornitore di luce e gas: confronto tariffe

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Confronta e risparmia 150€ su Luce e Gas, è Gratis!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Come richiedere il cambio gestore di luce e gas?
Come richiedere il cambio gestore di luce e gas?

Dall'apertura del mercato dell’energia alla libera concorrenza gli storici fornitori di energia elettrica (Enel) e del gas metano (Eni) non sono più gli unici ad offrire contratti per le utenze. La liberalizzazione del mercato energetico ha segnato l'ingresso di nuovi agenti.


Ad oggi i clienti domestici, i professionisti a partita IVA e le aziende hanno la possibilità di scegliere tra una moltitudine di fornitori che propongono diverse tariffe, spesso più vantaggiose rispetto all'offerta del mercato tutelato. Scopri tutti i vantaggi del passaggio ad un altro fornitore di energia.

 

Perché passare ad un nuovo fornitore di luce e/o gas?

L'introduzione del libero mercato dell'energia ha inaugurato la prassi del cambio gestore. L'utente, sia domestico che giuridica, ha la piena facoltà di scegliere qualsiasi offerta a prescindere dal contesto territoriale o dal mercato di riferimento. Per qualsiasi tipo di nuovo contratto non è previsto alcun vincolo contrattuale o costo aggiuntivo. Vediamo quali sono i possibili vantaggi e perché conviene aderire a una nuova offerta.

Chiama Selectra e i nostri consulenti ti aiuteranno a verificare la copertura Scegli la tua nuova offerta con Selectra

Per conoscere le offerte più vantaggiose per la tua utenza di luce e gas, contatta Selectra e verifica quali operatori sono disponibili nella tua zona:prendi un appuntamento prendi un appuntamento. Servizio gratuito e senza impegno.

Abbandonare la vecchia tariffa, poco aggiornata e senza ormai alcun vantaggio, ti farà risparmiare in bolletta oltre a garantirti servizi aggiuntivi come regali di benvenuto o assistenza e manutenzione impianto. Confrontando la tariffa più bassa del mercato libero con quella della maggior tutela si può arrivare ad un risparmio fino a 200 euro in bolletta. Senza contare il fatto che la maggior tutela finirà nel 2023 e che quindi i clienti del mercato tutelato devono iniziare a guardarsi intorno e confrontare le offerte.

Tra l'altro i fornitori del mercato non hanno tutti lo stesso servizio clienti, anche se tutte le società si avvalgono degli stessi tecnici per la rete e il contatore. Alcuni fornitori di luce e gas si distinguono per il loro servizio clienti e la disponibilità, un fattore interessante per coloro che hanno avuto una brutta esperienza col servizio offerto.

 

Infine alcuni fornitori offrono delle tariffe verdi, che garantiscono che l’energia consumata venga prodotta da fonti rinnovabili di energia. Lasciare il mercato tutelato cambiando con un’offerta di questo tipo può essere un’opportunità per contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico e allo sviluppo sostenibile, favorendo l’immissione di energia verde nella rete elettrica. I clienti che sono già nel mercato libero possono confrontare le tariffe per cogliere l'occasione di un'offerta più conveniente.

Quali sono le migliori offerte luce e gas del 2021?

A volte il confronto tra le offerte proposte dai vari fornitori può essere non facile. Ecco le offerte di luce e gas selezionate per i clienti domestici dei principali fornitori operanti in Italia. In questo senso è necessario prendere in considerazione il prezzo della componente energia e dei servizi di commercializzazione e vendita riportati all'interno della voce spesa per la materia energia in bolletta. Inoltre, dal 1° luglio 2021, la seguenti voci, per rendere più trasparente le tariffe per i clienti, saranno indicate nella scheda sintetica come: costo fisso per consumi e costo fisso anno. Le restanti voci della bolletta vengono stabiliti dall'ARERA.

Nel dettaglio, quali sono le migliori offerte luce e gas per il momento attivabili dai clienti domestici non solo in fase di cambio gestore ma anche per una nuova attivazione.

Offerte Luce & Gas: la classifica delle tariffe più convenienti
POSIZIONE NOME OFFERTA SPESA* (€/mese)
first-place
Prima Posizione
Logo Sorgenia

Sorgenia Next Energy Luce e Gas

LUCE: 33,4€

GAS: 74€

Vai al sito

second-place
Seconda Posizione
  Logo Nen

NeN Special 48 Luce e Gas


LUCE: 30,8€

GAS: 61,9€

Vai al sito (Sconto 48€)
third-place
Terza Posizione
Logo Eni Gas e Luce
Eni Link


LUCE: 31,3€

GAS: 60,2€

Vai al sito

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Il cambio di fornitore è una procedura semplice che permette di realizzare un risparmio importante sulla spesa dell’energia. A differenza del mercato tutelato, dove i prezzi sono fissi e decisi trimestralmente dall'Autorità, nel mercato libero i gestori propongono una molteplice varietà di tariffe, fisse o variabili, a seconda delle esigenze dei singoli clienti.

Ovvero, i fornitori del mercato libero, come Enel Energia, Eni, Sorgenia, ecc. propongono offerte a prezzo variabile con sconti rispetto al prezzo regolato dell'Autorità ed offerte a prezzo fisso bloccato da uno fino a tre anni. Il passaggio ad un altro gestore consente di risparmiare anche senza cambiare le proprie abitudini in casa.

Le tue abitudini non cambiano

La qualità dell’energia elettrica è la stessa da un fornitore all’altro.

Tutti i fornitori alternativi offrono la fornitura di energia o gas attraverso la stessa rete di distribuzione nazionale.
Il gestore della rete, ossia il distributore locale, è lo stesso per tutti i fornitori. Il distributore è diverso per luce e gas e cambia in base al comune nel quale si trova l’utenza. I gestori principali sono e-distribuzione per la luce (gruppo Enel) e Italgas per il gas, tuttavia esistono tante altre società in Italia. Queste garantiscono il pronto intervento in caso di guasto o problemi sulla rete, la manutenzione della stessa, la lettura e la gestione dei contatori e la qualità dell’energia.

Pertanto è il distributore che interviene sul contatore oppure sulla linea elettrica, indipendentemente dal fornitore scelto dal cliente. Per questo motivo il costo di eventuali preventivi per dei lavori o i tempi per un intervento rimangono gli stessi per tutti. Qualsiasi sia il vostro fornitore, l’energia e la continuità del servizio è garantita dal distributore della rete, responsabile anche in caso di emergenze o guasti.

Il cambio: un’operazione semplice e gratuita

Il cambio fornitore non comporta alcun intervento tecnico sul contatore o nuova installazione e quindi non prevede alcuna interruzione della fornitura. Per il passaggio non sono necessarie modifiche sulla rete né sul contatore. La procedura è gratuita e non esiste una penale per la disdetta del contratto in essere con l'ex fornitore. Soltanto in alcuni casi è previsto il versamento di un deposito cauzionale.

Ad ulteriore garanzia e protezione dei consumatori, la decisione è senza impegno e il cliente ha 14 giorni per recedere dal contratto appena stipulato, in base al diritto di ripensamento, oppure può scegliere di tornare al fornitore precedente. Non dovrai disdire il contratto con il tuo vecchio fornitore. Il nuovo gestore si occupa di tutta la procedura amministrativa e di inviare il recesso al precedente gestore.

Le offerte di luce e gas non sono vincolanti

Le tariffe proposte sia per i clienti domestici che per i professionisti, come previsto dal codice del consumo, sono senza alcun vincolo. Questo significa che puoi disdire dal contratto in qualunque momento, senza motivazione e senza alcun addebito per delle penalità.

Come cambiare fornitore di energia elettrica e gas?

Per risparmiare tempo ecco le informazioni e i documenti che servono per fare la richiesta di cambio gestore:

  1. l’indirizzo dell’utenza;
  2. dati anagrafici dell’intestatario;
  3. una bolletta recente di luce o gas;
    dove trovare il numero identificativo dell’utenza, ossia il POD della luce e il PDR del gas;
  4. il codice IBAN del conto corrente, se preferisci la domiciliazione bancaria;
  5. un indirizzo email, per la ricezione del contratto ed eventualmente della bolletta.
Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche