Meglio Alexa o Google Home? Tutti i dettagli per decidere

alexa-o-google-home
Alexa v. Google Home: chi vincerà?

Amazon Alexa vs Google Assistant: l'eterna battaglia tra i due assistenti virtuali che dominano il mercato è in realtà lo specchio di un approccio sul personale concetto di "domotica". Scegliere, rispettivamente, Amazon Echo o Google Home equivale a sposare un intero ecosistema, che quasi sempre non si ferma all'acquisto di un solo smart speaker, ma del primo di una lunga serie di accessori per interagire con la Smart Home.


Confronto delle caratteristiche
  AMAZON ALEXA GOOGLE ASSISTANT
Funzione motore di ricerca basata su Bing e Wikipedia basata su Google
Funzione e-commerce basata su Amazon basata su Google
Conversazione Naturale, ma legata a determinati comandi Efficace anche con richieste poco chiare
Comprensione comandi Anche da lontano e con suoni multipli Poco efficace in caso di disturbo della voce
Riproduzione musicale 3 decibel più alto del competitor Suono più ricco e con bassi più elevati
Design Smart speaker voluminosi Smart speaker piccoli e leggeri
Intelligenza artificiale Risponde a una singola domanda per volta Risponde anche a due domande e a comandi più articolati
Controllo domotico Divide in categorie i vari dispositivi domotici e permette di aggiungere Skill Progetta con i suoi sviluppatori le funzionalità domotiche
Parola chiave «Alexa» «Ok, Google», «Hey Google»
Prezzo di listino Amazon Echo: 99,99 € Google Home: 99,00 €

Che differenza c'è tra Amazon Alexa e Google Home

Innanzi tutto occorre precisare che, così com'è posto, il confronto in questi termini non è corretto. La vera contrapposizione è infatti tra Alexa e Assistant, ossia le intelligenze artificiali che gestiscono gli smart speaker di punta dei due giganti della domotica. In sostanza essi rappresentano i software di base attraverso i quali "ragionano" i dispositivi Echo e Home, prodotti per la gestione della Casa Intelligente da, rispettivamente, Amazon e Google Nest.

Non è quindi possibile decretare se sia meglio Alexa o Google Home, ma bisognerebbe stabilire se sia più valido l'assistente virtuale di Amazon rispetto a quello di Google. A parte qualche funzionalità in cui l'uno è in vantaggio rispetto all'altro, è una questione totalmente soggettiva, perché molto dipende dall'utilizzo che l'utente è orientato a fare di tutti i servizi interattivi e le funzioni domotiche presenti nella propria abitazione.

amazon-echo
Con Alexa puoi acquistare su Amazon quello che vuoi con pochi semplici passi

Per quali scopi è meglio scegliere Amazon Alexa?

Se, ad esempio, fai spesso acquisti on-line nell'e-commerce di Jeff Bezos, guardi film e serie su Prime Video, o sei interessato alle funzioni personalizzate che si possono acquisire sul tuo smart speaker tramite le Skill, Alexa è senz'altro ciò che fa per te. Integrata in tutta la linea dei dispositivi Echo ‒ dagli smart display Echo Show al più venduto degli altoparlanti intelligenti Amazon, Echo Dot ‒ è anche compatibile con tutti quegli apparecchi di altre aziende che riportano l'etichetta "Works with Alexa" e si azionano attraverso i comandi vocali. Abbiamo già visto, ad esempio, il termostato intelligente tado° ‒ che permette la gestione dell'impianto di riscaldamento con altri servizi connessi ‒ e l'interazione "cloud-to-cloud" del sistema domotico Vimar. In argomento di reciprocità con le Artificial Intelligence, il "Comando VOCE" di BTicino è un dispositivo molto interessante: in chiave davvero innovativa, possiede infatti l'assistente vocale Alexa integrato nella placca elettrica Living Now, prodotto con il quale l'azienda varesina ormai affermata su scala mondiale ha perfino vinto il CES Innovation Award 2019.

In cosa è più valido Google Assistant?

D'altro canto, se sei abituato a cercare quotidianamente molte informazioni sul motore di ricerca Google, ascolti musica da YouTube o cucini seguendo canali di ricette, o magari possiedi già un sistema di videosorveglianza con telecamere Nest e un abbonamento Nest Aware, sarà per te naturale acquistare uno o più altoparlanti intelligenti Google Home o Nest Mini. Naturalmente, tutti i prodotti dei Nest Labs hanno l'Assistente di Google integrato: dal Nest Thermostat al campanello Hello Nest Protect, il rilevatore di fumo e monossido di carbonio che protegge la casa. Anche nel caso l'utente abbia acquistato dispositivi domotici di altre case di produzione, basta che ne controlli la compatibilità, che viene assicurata dall'etichetta "Works with Google Assistant".

google-home
Google Assistant è l'intelligenza artificiale all'interno dello smart speaker Google Home

Che differenza c'è tra Smart Speaker e Assistente Vocale?

Come detto precedentemente, gli Smart Speaker (Altoparlanti Intelligenti) sono quindi propriamente tutti quei dispositivi che aiutano l'utente nelle azioni quotidiane che rendono più semplice la gestione della casa, connettendosi Wi-Fi alla linea domestica attraverso hub interni (come avviene per Echo Plus e alla versione 10" di Echo Show) o gateway esterni, ossia dei router che lavorano per mezzo di uno o più protocolli wireless a basso consumo.

Gli Assistenti Vocali o Virtuali sono "le menti" che si esprimono attraverso delle voci sintetiche e rispondono ai comandi pronunciati dall'utente. Il loro compito è di dare risposta alla richiesta inviata, sia per ciò che riguarda il fornire informazioni, fare funzione di agenda, il riprodurre contenuti in streaming; che per lo svolgere azioni domotiche come alzare o abbassare le tapparelle, accendere o spegnere le luci, avviare l'impianto di riscaldamento o rispondere al videocitofono. Ogni giorno si arricchiscono infatti di nuove abilità e competenze: nel caso di Alexa si chiamano "Skill" e possono essere sviluppate anche da terze parti; mentre per Google Assistant sono le "Action" e vengono prodotte solo da Big G.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche