Smart Home e Domotica: come far diventare intelligente la tua Casa

smart-home
La Domotica ti permette di dialogare tramite voce e app con i componenti della Casa e di controllarli da remoto

Rendiamo la nostra casa "intelligente" quando, svolgendo le attività di tutti i giorni attraverso gli apparecchi tecnologici che ormai fanno parte delle nostre abitudini, interagiamo come utenti con informazioni e dati on-line o in Cloud. La domotica è semplicemente l'applicazione di questo concetto a situazioni più complesse.

  • In Breve
  • La casa diventa intelligente quando possiamo far svolgere compiti ai dispositivi al suo interno. E, nel contempo, l'utente può gestirli (anche da remoto).
  • Dal controllo dell'impianto di illuminazione all'irrigazione del giardino, le principali funzioni per le quali si può applicare la domotica.
  • Il vero fulcro dell'impianto domotico è il gateway, attraverso il quale dialogano tutte le periferiche. Molti sono i marchi in commercio: vediamone insieme una piccola selezione.

Cos'è una Smart Home?

La smart home è il prodotto di ciò che intendiamo far avvenire all'interno della nostra abitazione, integrato con informazioni e servizi presenti in rete. Per consentire questa integrazione abbiamo bisogno di dispositivi tecnologici e di una connessione a Internet. I prodotti smart sono connessi al Wi-Fi, funzionano in autonomia e il loro vantaggio è quello di poter essere gestiti da applicazioni dedicate. Ma si può parlare realmente di domotica solamente se tutti i dispositivi dialogano tra di essi ‒ ad esempio svolgendo funzioni programmate dall'utente ‒ e ciò è possibile ripensando il sistema con cui abbiamo da sempre attivato i vari elementi che compongono gli impianti delle nostre abitazioni.

Dal comando "acceso/spento" alla robotizzazione della casa Per comprendere la domotica, dobbiamo pensare che l'impianto elettrico sia un sistema dinamico composto da ingressi ed uscite che dialogano attraverso logiche programmate. Nel sistema tradizionale, con un semplice interruttore si può accendere o spegnere una luce, attraverso una comunicazione via cavo. Premendo il tasto, si dà un comando, ossia un messaggio con l'istruzione da compiere: la domotica non fa altro che applicare questo concetto a situazioni più complesse.

Come funziona un impianto domotico?

Per capirlo dobbiamo semplicemente pensare a un sistema di impianti gestiti da un utente, anche da remoto, attraverso apparecchi e tecnologie automatizzati. Vediamo ora le principali funzioni in cui tutto ciò sia applicabile.

funzioni-domotica
Esempio di elementi connessi in una Smart Home
  1. Per prima cosa pensiamo alla gestione dell'impianto di illuminazione. Con la domotica è possibile far accendere lampadine, prese, interruttori, nonché spegnere e decidere la luminosità delle luci nell'ambiente, anche identificando un preciso momento della giornata. Si può preventivamente impostare che le luci si attivino in automatico entrando in casa, o che si disattivino se stiamo uscendo; o si può gestire la completa funzionalità attraverso i comandi vocali, come nella linea Living Now di BTicino che è compatibile anche con Apple Homekit, Google Assistant, Amazon Alexa.
  2. Grande importanza in una casa riveste poi il controllo dell'impianto di riscaldamento e di climatizzazione. Termostati e climatizzatori connessi Wi-Fi si possono gestire e monitorare anche quando non siamo presenti, per mezzo di app per smartphone e tablet. Ne sono degli esempi i Cronotermostati di Vimar e gli Smarther di BTicino.
  3. Anche i sistemi audio si possono controllare. La funzione domotica tipica di questi dispositivi è la diffusione di musica nell'ambiente, perfino diversificata per ogni stanza (Nuvo di BTicino). Inoltre, con gli assistenti vocali, è possibile anche ascoltare le notizie e interrogare i motori di ricerca.
  4. I nuovi elettrodomestici domotici si gestiscono tramite connessione Wi-Fi; alcuni robot aspirapolvere, ad esempio, possono essere programmati, accesi o spenti da app (Roomba, Xiaomi).
  5. Il giardino e il terrazzo sono altri ambienti della casa che possono beneficiare della domotica. Possiamo, infatti, programmare l'irrigazione (Orbit, Sprinkler, BTicino), sia per quanto riguarda gli orari preferiti che a seconda delle condizioni climatiche che si verificano. Oppure utilizzare vasi smart (Xiaomi, Lua) con sensori che rilevano l'umidità della terra, il livello di esposizione alla luce e la temperatura.
  6. Un'altra fondamentale funzione in cui è applicabile la domotica è il controllo dei sistemi di allarme e videosorveglianza. La casa smart rileva effrazioni e malfunzionamenti (fughe di gas, incendi, allagamenti, ecc.) e ne invia tempestivamente la segnalazione con un sms o una e-mail, come nei sistemi Verisure. Le videocamere domotiche permettono poi un monitoraggio costante di tutti gli spazi interni ed esterni della casa, con la visualizzazione direttamente da smartphone; sono inoltre un plus in tutti i sistemi di videocitofonia (Bticino, Ulmar, Comelit).
  7. In ultimo, con la domotica si possono automatizzare apertura e chiusura di porte, cancelli e finestre, come nel caso dell'impostazione di uno "scenario uscita" oppure dell'apertura porta via bluetooth Schüco BlueCon.
xiaomi-connection-schema
Schema di connessione di Xiaomi linea "Mi Smart Home" (Mijia)

Il cuore della Smart Home: il Gateway

Il gateway è il fulcro dell'impianto domotico e, attraverso di esso, si concretizza la vera gestione di tutte le periferiche. Sostanzialmente, è un router compatibile con uno o più protocolli wireless a basso consumo. Ne esistono di varie fasce economiche, a cui corrisponde la maggiore possibilità di scelta in fase di acquisto dei componenti aggiuntivi. Molti sono i marchi in commercio: vediamone insieme una piccola selezione.

Xiaomi-Mijia-Gateway XIAOMI

Il sistema di domotica smart home di Xiaomi si incentra su Lumi, produttore del Gateway, che adotta tecnologia TCP/IP via Wi-Fi / ZigBeee. Tutti i prodotti IoT e smart home di Xiaomi si riuniscono nell'ecosistema Mijia, costituito anche da elementi di altri marchi inglobati dall'azienda cinese. Nonostante le aziende produttrici siano diverse, la gestione degli elementi avviene tramite un'unica interfaccia, l'app Xiaomi Home, anche conosciuta come Mi Home, disponibile per Android e iOS. Attualmente, il Gateway di Xiaomi ha un costo che oscilla tra i 25 e i 45 €.

Gateway-LUMI-Aqara LUMI

Il Gateway LUMI Aqara fa parte della linea Aqara Smart Home Automation di LUMI, spesso scambiata per la concorrente Mijia. Infatti, anche se Xiaomi adotta il gateway Lumi, la linea di dispositivi di questa casa produttrice è molto più esigua. L'app mobile Aqara Home (disponibile per iOS e Android)e il BRIDGE/Gateway fanno da centro di automazione. Il gateway è nativamente compatibile con Apple HomeKit ed è necessario per far dialogare il protocollo ZigBee e il TCP/IP (veicolato via Wi-Fi). Alimentato da una spina sul retro inseribile direttamente nelle prese elettriche, si differenzia dal gateway Xiaomi per avere il dorso concavo con su scritto il nome "Aqara". È ora sul mercato a un costo di circa 60 €.

Smart-things-Hub SAMSUNG

Il "cervello" dell'impianto domotico del colosso coreano è SmartThings Hub, che connette le device attraverso SmartThings, l'applicazione ufficiale scaricabile sia per iPhone che per Android. Il controllo dei vari dispositivi della casa è possibile anche per mezzo dei comandi vocali SmartThings, Amazon Alexa e Google Home. Richiede un router Wi-Fi collegato a internet con porta ethernet a disposizione. L'ultima versione ha un costo che si aggira sui 200 €.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche