Confronta, Scegli e Risparmia! Chiama lo

02.947.553.39 Fatti Richiamare

Come disdire il contratto Vodafone

Passa a Vodafone

Attiva Vodafone in 5 minuti!

Scegli la Fibra di Vodafone! Verifica ora la copertura: servizio gratuito e senza impegno.

Disdetta Vodafone

I moduli, i costi e le procedure per la disdetta del contratto Vodafone.

Desideri disdire il tuo contratto Vodafone? Se non sei più soddisfatto della qualità dei servizi offerti da questo operatore è tuo diritto recedere dal contratto in qualsiasi momento dando un preavviso di 30 giorni. Di seguito tutte le procedure da seguire, i casi particolari e i moduli da stampare e inviare a Vodafone per il recesso dal contratto.

  • L'essenziale
  • Puoi recedere in qualsiasi momento dal contratto Vodafone dando un preavviso di 30 giorni.
  • La disdetta può prevedere il pagamento di alcuni costi.
  • Se desideri disdire Vodafone per passare a un altro operatore, controlla la copertura della fibra ottica prima di attivare un nuovo contratto. Chiama lo 06 948 080 95 o scopri il servizio di richiamata gratuita.

Come disdire Vodafone?

consiglio

Le modalità per disdire il contratto Vodafone sono numerose, sia per i clienti privati, sia per le aziende e i clienti business. È possibile esercitare il proprio diritto al recesso, in particolare, in qualsiasi momento e per ogni servizio attivato da Vodafone dando un preavviso di 30 giorni.

Se hai deciso di disdire l’abbonamento a Vodafone puoi farlo nelle seguenti modalità:

  • Tramite posta elettronica certificata (PEC) inviando una e-mail all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it;
  • Tramite il servizio postale, inviando una raccomandata A/R all’indirizzo Servizio Clienti Vodafone c/o Casella Postale 190 - 10015 IVREA o alla Casella Postale 109 – 14100 Asti, inserendo, oltre alla comunicazione una fotocopia della Carta d’Identità dell’intestatario del contratto;
  • Online, dall’Area Fai Da Te presente sul sito web Vodafone.it (puoi scegliere questa modalità soltanto se il tuo numero di telefono risulta ancora in Vodafone);
  • Compilando i moduli disponibili presso tutti i punti vendita Vodafone;
  • Contattando il Servizio Clienti al numero 190.

Se desideri disdire il rinnovo automatico del contratto Vodafone devi inviare la comunicazione di disdetta 30 giorni prima della sua scadenza naturale: se non ricordi la data precisa puoi contattare il 190 o accedere alla tua Area Fai Da Te.

Tieni a mente che in caso di recesso anticipato potrebbero essere previsti dei costi da sostenere, come eventuali costi di chiusura del contratto, le rate residue del contributo di attivazione se previste dalla tua offerta e/o le rate residue dei dispositivi associati all’offerta che hai sottoscritto con questo operatore.

Di seguito le scadenze naturali tipiche dei contratti Vodafone e gli eventuali costi da sostenere in caso di recesso anticipato.

Vincoli e corrispettivi per recesso da Vodafone
Tipo di offerta Vincoli
Offerte Internet ADSL e Fibra
  • Permanenza contrattuale minima → 24 rinnovi da 4 settimane ciascuno;
  • Costi recesso anticipato → non previsti;
  • In caso di restituzione sconti → importo variabile in base alla permanenza, fino a un massimo di 24 €
  • Eventuali rate non ancora pagate relative a servizi e prodotti acquistati insieme all'offerta.
Offerta Telefono Fisso
  • Permanenza contrattuale minima → 24 rinnovi da 4 settimane ciascuno;
  • Costi recesso anticipato → rate residue del contributo di attivazione e restituzione telefono Classic;
  • In caso di migrazione verso altro operatore → costo di disattivazione di   €;
  • In caso di cessazione della linea →  

I costi indicati potrebbero subire delle variazioni da un contratto all’altro. Consulta le Condizioni Generali del tuo abbonamento Vodafone per conoscere nel dettaglio i costi che dovrai affrontare in caso di recesso anticipato.

Disdetta senza penaliLo sai che puoi richiedere disdetta se pagare i classici costi di recesso? Uno dei casi in cui puoi farlo è se l'operatore non rispetta la banda minima garantita. Leggi il nostro articolo: disdetta senza pagare penali: ecco come!

Potresti aver acquistato il modem Vodafone

Tieni a mente che potresti aver sottoscritto un’offerta in cui il modem Vodafone non è in comodato d’uso (gratuito o a pagamento): per accertartene verifica le Condizioni Generali del contratto che hai sottoscritto.

Se hai sottoscritto un’offerta prima dell’entrata in vigore della delibera AGCOM 348/18/CONS, infatti, è molto probabile che sia compreso anche l’acquisto del modem con il suo pagamento a rate. In questo caso non sei tenuto a restituirlo in caso di disdetta o recesso ma l’operatore potrà addebitarti il costo delle rate restanti per il completo pagamento del dispositivo.

Vodafone: i moduli per il recesso

connessione internet per il pc

Vodafone mette a disposizione una serie di moduli ufficiali da utilizzare in caso di recesso entro 14 giorni. È possibile utilizzarli per esercitare il proprio diritto al ripensamento nel caso in cui il contratto sia stato attivato a distanza o non all’interno di un locale commerciale.

Scarica il modulo che fa al tuo caso:

Ricorda che puoi esercitare il diritto al ripensamento entro 14 giorni (10 giorni lavorativi) dal momento della conclusione del contratto e fino a 14 giorni dalla data di consegna dei beni presso la tua abitazione.

Vodafone, inoltre, entro 14 giorni dal ricevimento della comunicazione del recesso ti restituirà eventuali costi che hai eventualmente già sostenuto secondo la modalità di pagamento da te scelta in fase di sottoscrizione del contratto.

Dopo aver scaricato, stampato e compilato il modulo puoi inviarlo all’indirizzo Servizio Clienti Vodafone c/o Casella Postale 109, 14100 Asti tramite raccomandata A/R oppure tramite PEC scrivendo una e-mail a vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it.

Hai richiesto la portabilità del numero? Se la comunicazione del recesso avviene oltre il periodo di tempo in cui è possibile interrompere la procedura di portabilità del numero il rientro presso il tuo vecchio operatore o il passaggio a un nuovo operatore diverso da Vodafone è a tua cura. Per farlo dovrai comunicare al nuovo operatore (o al vecchio, se hai deciso di tornare al precedente) il tuo codice di migrazione.

Se hai già ricevuto i dispositivi Vodafone legati all’offerta che hai sottoscritto (la Vodafone Station, per esempio, o il cordless), in caso di ripensamento dovrai restituirli consegnandoli presso uno dei centri di raccolta Vodafone sul territorio. Per scoprire qual è quello più vicino a te puoi consultare il sito web Vodafone.it oppure chiamare il numero 800 034 663.

Disdetta Vodafone senza modulo: ecco cosa scrivere

certificazione energetica

Non hai trovato il modulo che cerchi? Non temere: puoi comunque disdire il contratto Vodafone in ogni momento (dando sempre il preavviso di 30 giorni) scrivendo una lettera e inviandola tramite raccomandata A/R all’indirizzo Servizio Clienti Vodafone c/o Casella Postale 190 - 10015 IVREA o alla Casella Postale 109 – 14100 Asti.

Nella lettera di disdetta a Vodafone, in caso di recesso anticipato oltre i 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto, devi indicare le motivazioni del recesso (per cessazione della linea, per esempio, per passaggio a un altro operatore, per decesso dell’intestatario del contratto, per la mancata accettazione di eventuali modifiche unilaterali del contratto oppure per inadempienze contrattuali).

Le motivazioni possono essere le più svariate: scrivi quella che più si adatta al tuo caso, indicando anche i dati dell’intestatario del contratto, il numero cliente e il tipo di contratto che hai sottoscritto con Vodafone. Non dimenticare di allegare una copia del documento d'identità dell'intestatario del contratto e di apporre una firma leggibile.

Fatto ciò non ti resta che spedirla e attendere successive comunicazioni.

Recesso Vodafone: tutti i casi particolari

Sono davvero molti i casi in cui si può decidere di interrompere i rapporti con un operatore internet. Si può volerlo fare magari per passare a un operatore che proponga offerte o servizi migliori, per esempio, oppure per casi molto più articolati.

Ecco qualche esempio.

Disdetta Vodafone per decesso dell’intestatario del contratto

assistenza

In caso di decesso dell’intestatario del contratto, Vodafone mette a disposizione la procedura di subentro gratuita. Usufruendone avvierai potrai cambiare il nome dell’intestatario e mantenere attive le offerte così come sono senza pagare costi di chiusura o ulteriori costi di attivazione.

La pratica è puramente amministrativa: non subirai interruzioni della linea telefonica o di internet se decidi di seguire questa procedura ed entro 3 giorni lavorativi il contratto Vodafone sarà a tuo nome. Per farlo ti basta contattare il 190 e seguire le indicazioni per parlare con un operatore.

Se hai deciso di disdire il contratto Vodafone senza usufruire del subentro dovrai comunicare il recesso all’azienda esprimendo la tua intenzione di concludere il contratto. In questo caso dovrai allegare alla lettera il certificato di morte dell’intestatario e una autodichiarazione in cui dichiari di essere l’unico erede del defunto e desideri rinunciare ai diritti d’uso dell’abbonamento sottoscritto. In caso di più eredi bisogna specificare che tutti gli eredi desiderano rinunciare a tali diritti.

Non dimenticare di allegare anche una copia del tuo documento d’identità e di apporre una firma leggibile. Puoi inviare la comunicazione tramite raccomandata A/R all’indirizzo precedentemente indicato.

Disdetta per ko tecnico

consiglio

Il ko tecnico si verifica quando al momento dell’attivazione dell’offerta internet scelta un tecnico abilitato appura che la linea telefonica è priva dei requisiti necessari per la sua attivazione.

In questo caso, generalmente, non è necessario fare la disdetta perché il servizio non viene attivato. Se l’offerta che hai sottoscritto con Vodafone però comprende più servizi (oltre alla fibra ottica o all’ADSL, per esempio, comprende una o più SIM dati per la navigazione sotto rete Vodafone quando sei fuori casa o la linea fissa) allora è probabile che questi servizi ti vengano attivati ugualmente.

Come procedere in questi casi? Se il ko tecnico viene rilevato entro 10 giorni lavorativi dalla sottoscrizione del contratto puoi avvalerti del diritto di ripensamento e recedere dall’offerta sottoscritta senza il pagamento dei costi di chiusura (dovrai restituire, però, i dispositivi che hai già ricevuto). Se, al contrario, il ko tecnico viene rilevato dopo i tempi utili per esercitare il diritto al ripensamento dovrai recedere dai servizi eventualmente attivi sulla tua linea pagando i costi di chiusura previsti nelle Condizioni Generali del Contratto che hai sottoscritto.

Disdetta per malfunzionamenti o giusta causa

cavo connessione internet

Non sei soddisfatto delle prestazioni della tua connessione a internet? Puoi chiedere la disdetta dal contratto Vodafone per giusta causa. I casi in cui puoi esercitare questo diritto prima del passaggio a un altro operatore, sono due:

  • in caso di modifiche unilaterali al contratto → Se hai ricevuto una comunicazione da Vodafone in cui l’azienda ti avverte che a partire da una certa data il tuo contratto subirà delle modifiche (siano esse di tipo tariffario, tecniche e/o amministrative) hai la possibilità di recedere dal contratto gratuitamente prima dell’entrata in vigore delle modifiche. Per farlo dovrai comunicare la tua intenzione di concludere il contratto Vodafone specificando che non desideri accettare le modifiche proposte. In questo modo, non pagherai costi di chiusura e il tuo contratto internet con l’azienda.
  • in caso di malfunzionamenti o inadempienze contrattuali da parte di Vodafone → Hai notato che la velocità di connessione a internet è molto più bassa di quella indicata nel tuo contratto? Questa eventualità rientra tra le possibili giuste cause per chiedere la chiusura del contratto senza il pagamento di penali. Puoi approfondire questo argomento leggendo la nostra guida dedicata alla rescissione dei contratti internet per giusta causa.

Se il problema che hai riscontrato sulla tua linea è legato alla velocità della connessione a internet per fare la disdetta per giusta causa hai bisogno che un Ente la certifichi ufficialmente. Puoi farlo gratuitamente tramite il sito web MisuraInternet.it nato dalla collaborazione dell’AGCOM con la Fondazione Ugo Bordoni. Verifica prima che la tua velocità di connessione sia inferiore alla banda minima garantita da Vodafone: fai il test di velocità.

rete LTE

Se la tua velocità di download è inferiore alla banda minima garantita da questo operatore, recati su MisuraInternet.it, scarica Nemesys ed esegui uno speed test così da poter avere una certificazione che attesti l’effettiva velocità della tua connessione. A questo punto invia una comunicazione a Vodafone tramite raccomandata A/R con allegata una copia del certificato in cui esprimi la tua intenzione di recedere dal contratto che hai sottoscritto.

L’azienda ha 30 giorni di tempo per contattarti e provare a risolvere il problema. Se non ricevi comunicazioni o se in questo periodo di tempo la velocità della tua connessione a internet non migliora, ripeti nuovamente il test. Se i valori sono ancora bassi puoi chiedere la disattivazione del contratto per giusta causa. Anche in questo caso non pagherai costi di chiusura.

Tieni a mente però che potrebbe venirti disattivato gratuitamente soltanto il servizio che hai contestato: se la tua offerta comprende altri servizi, per la loro disattivazione potresti essere tenuto al pagamento di costi di chiusura.

La procedura per il cambio operatore

Hai deciso di disdire Vodafone e passare a un altro operatore? Ce ne sono moltissimi che propongono una vasta serie di offerte internet ADSL e fibra ottica che si adattano a qualsiasi esigenza.

Tieni a portata di mano il tuo codice di migrazione quindi ma prima di attivare l’offerta che desideri scopri se puoi avere anche tu internet ultraveloce e navigare con la fibra ottica fino a 1 Gb/s. Verifica la copertura per la fibra ottica per ogni operatore: chiama lo 06 948 080 95 o usa il servizio di richiamata gratuita.

Aggiornato in data