Confronta, Scegli e Risparmia! Chiama lo

02.947.553.39 Fatti Richiamare

Disdetta Senza Penali: La Richiesta di Recesso dal Contratto

Risparmia Internet con Selectra

Attiva la Fibra a soli 22,90€ mese! 

Offerta urlo! Chiama ora e Verifica in 2 minuti. Servizio gratuito.

La disdetta senza penali del contratto internet per disservizi e inadempienze

Passo dopo passo, le modalità per recedere il contratto internet in caso di disservizi.

Hai sempre internet lento? Se il tuo internet provider non riesce ad assicurarti la velocità di download e upload indicata nel contratto che hai sottoscritto, puoi chiederne la disdetta senza penali per giusta causa.

  • L'essenziale
  • Puoi disdire il contratto internet per giusta causa e senza il pagamento di costi o penali.
  • Per farlo hai la necessità di certificare la velocità della connessione da fisso.
  • Verifica la copertura per scoprire quale operatore internet può assicurarti la velocità di connessione più elevata! Chiama lo 06 948 080 95 oppure usa il servizio di richiamata gratuita.

Lo speed-test e la velocità di connessione internet

La grande varietà di offerte internet per fisso e mobile disponibili oggi, ci rende estremamente semplice trovare quella che più si adatta alle nostre necessità. Così, nell'arco di pochi giorni dalla scelta della promozione che abbiamo preferito, possiamo iniziare a collegarci a internet ogni volta che ne abbiamo bisogno o voglia. Non sempre, però, tutto procede per il meglio.

Come rilevato dall'AGCOM nel report "Il consumo di servizi di comunicazione: esperienze e prospettive", sebbene la soddisfazione degli utenti nell'ambito delle telecomunicazioni sia alta non mancano i malcontenti.

"Il servizio è di scarsa qualità", invece, è la principale causa di insoddisfazione rilevata:

Motivi di insoddisfazione per i servizi di comunicazione (%) - AGCOM 2016
  Servizi di accesso a internet Servizi di telefonia mobile Servizi di telefonia fissa
Il servizio è di scarsa qualità 58 43 34
Vi sono state interruzioni del servizio 39 18 27
Il servizio non ha le caratteristiche pubblicizzate 19 14 14
Vi sono errori nella tariffazione 7 8 9
Vi sono stati cambiamenti imprevisti nelle condizioni del servizio 8 18 14
Altro* 16 29 37

*Rientrano in questa categoria i seguenti motivi:

  • i prezzi relativi ai servizi di rete fissa e mobile;
  • problemi legati alla scarsa copertura per la rete mobile;
  • problemi di navigazione lenta per i servizi di internet.

Come rilevato dai dati AGCOM, quindi, non sempre l'operatore internet che abbiamo scelto riesce a garantirci un servizio efficiente. I problemi di navigazione lenta sono, tra l'altro, una delle motivazioni principali alla base dell'insoddisfazione degli utenti. Questo accade perché avere una buona velocità di connessione oggi è diventato indispensabile e quando tutti i possibili tentativi di rendere internet più veloce da pc o smartphone falliscono, è il momento di prendere in mano la situazione.

Il primo strumento che abbiamo a disposizione è lo speed-test, che ci permette di scoprire effettivamente quanto è veloce la nostra connessione internet. Se ci si rende conto che le velocità rilevate sono inferiori alla banda minima garantita dall'internet provider, possiamo avviare le procedure per la rescissione del contratto per giusta causa.

Il recesso internet per giusta causa

La rescissione del contratto internet per giusta causa

Sono principalmente 2 i casi in cui è possibile chiedere la disdetta del contratto internet per giusta causa:

  • in caso di modifiche unilaterali del contratto da parte dell'internet provider: vengono comunicate 30 giorni prima di diventare effettive per dare la possibilità al cliente di scegliere se accettarle o cambiare gratuitamente operatore;
  • in caso di disservizi o inadempienze contrattuali: la procedura è un po' più articolata ma permette di rescindere dal contratto senza il pagamento dei costi di disattivazione, di recesso o di chiusura del contratto.

Dal punto di vista dei contratti internet i disservizi e le inadempienze contrattuali sono legate principalmente alla velocità di connessione. Non si limitano, tuttavia, soltanto a questo. Se il contratto prevede anche, per esempio, il servizio di telefonia da fisso e/o da mobile è possibile richiedere la rescissione del contratto per giusta causa anche se il disservizio viene rilevato sulla telefonia.

L'importante è riuscire a dimostrare inequivocabilmente l'impossibilità di utilizzare il servizio acquistato per cause connesse all'infrastruttura telefonica o ad altri fattori legati all'internet provider.

Come abbiamo visto, una delle principali motivazioni legate all'insoddisfazione degli utenti è proprio la navigazione lenta. In passato non è sempre stato semplice riuscire a dimostrare inequivocabilmente tale disservizio proprio perché la velocità di navigazione sul web dipende da molteplici fattori. Grazie all'AGCOM, però, oggi abbiamo un valido strumento a nostra disposizione: il software NeMeSys disponibile sul sito MisuraInternet.it

NeMeSys può essere utilizzato per ottenere una certificazione riconosciuta della velocità di connessione al fine di verificare eventuali disservizi e chiedere all'internet provider di rispettare le condizioni previste nel contratto.

Come certificare la velocità con MisuraInternet.it?

Hai deciso di chiedere la disdetta del contratto internet per giusta causa? Se il problema che hai riscontrato è la bassa velocità della connessione allora il sito web MisuraInternet.it può diventare il tuo migliore alleato.

Se riesci a dimostrare che la tua effettiva velocità di connessione è inferiore alla banda minima garantita dal tuo internet provider allora puoi intimargli di rispettare le condizioni contrattuali. Se il disservizio permane puoi chiedere la rescissione del contratto per giusta causa e senza il pagamento di penali.

La procedura per fare lo speed-test con NeMeSys

Per certificare la velocità di navigazione segui questo procedimento:

  • Recati su MisuraInternet.it e registrati al sito inserendo i dati richiesti;
  • Conferma la registrazione cliccando sul link che riceverai via e-mail;
  • Verifica i requisiti di sistema e scarica il software gratuito NeMeSys in base al sistema operativo presente sul tuo PC;
  • Avvia l'installazione.

Al termine dell'installazione il software inizia autonomamente a rilevare la velocità della connessione.

Per portare a termine le verifiche necessarie all'attestazione della velocità di navigazione, il software esegue in totale 96 rilevazioni: 4 ogni ora per un tempo massimo di 24 ore. Se per un qualsiasi motivo il software non riesce a eseguire i rilevamenti in determinati orari, tenterà di farlo entro le 48 ore successive, sempre in corrispondenza degli stessi orari.

Conserva l'e-mail che ricevi in fase di registrazione Non cancellare l'e-mail che ricevi al momento della registrazione al sito: contiene alcuni codici che dovrai inserire al termine dell'installazione del software NeMeSys sul tuo pc.

Come svolgere lo speed-test correttamente?

Velocità di connessione internet

Per poter ottenere una rilevazione valida della velocità di connessione è importante eseguire lo speed-test con NeMeSys rispettando alcune condizioni:

  • bisogna collegare il computer sul quale si esegue il test al router tramite cavo Ethernet (non è possibile eseguire il test tramite wifi);
  • il wi-fi sul computer deve essere spento;
  • il computer dal quale si esegue il test deve essere l'unico dispositivo collegato al router: durante il test non ci devono essere altri dispositivi collegati né tramite cavo di rete, né tramite wifi. È necessario scollegare anche eventuali telefoni VoIP, stampanti, hard-disk, smartphone, IpTV, ecc;
  • nel corso del test non deve essere effettuato traffico internet che occupi una grande quantità di banda (lo streaming, per esempio, il gaming o il download/upload di file di grandi dimensioni);
  • la CPU e la RAM del computer sul quale si svolge il test non devono essere sovraccariche per evitare di compromettere il normale funzionamento di NeMeSys.

L'ideale, se possibile, è mantenere acceso il computer per 24 ore in modo che il software esegua le rilevazioni man mano che ne ha bisogno nel più breve tempo possibile.

Nel corso dello speed-test, inoltre, si può continuare a usare il pc sul quale si sta eseguendo l'analisi. L'importante è non sovraccaricare il PC e non occupare moltissima banda. Man mano che NeMeSys svolge le rilevazioni è possibile consultarne l'esito collegandosi al sito MisuraInternet.it e accedendo con il proprio username e password.

Come avere il certificato? Nel caso in cui NeMeSys riscontrasse una palese violazione della banda minima garantita dall'operatore internet, produrrà automaticamente il relativo certificato da usare come prova della bassa velocità della connessione. È possibile scaricare il certificato dall'area privata sul sito MisuraInternet.it e inviare automaticamente il reclamo al provider senza dover lasciare il sito.

La procedura per fare la disdetta per disservizio

La certificazione della velocità di navigazione è l'elemento indispensabile per chiedere la rescissione del contratto per giusta causa. È soltanto la prima tappa, però, dell'iter che porterà all'effettiva disdetta.

Consigli per la rescissione del contratto internet

Il procedimento corretto da seguire si articola in 2 fasi:

1 - Ottenere la prima certificazione e inviare il reclamo

Ricorda di usare il software NeMeSys per lo speed-test seguendo tutte le indicazioni sopra indicate. Ottenuta la certificazione devi inviala all'internet provider.

L'obiettivo di questa prima fase è duplice:

  1. dimostrare la violazione della banda garantita a livello contrattuale;
  2. chiedere ufficialmente che vengano rispettate le condizioni contrattuali.

Ricorda di inviare il reclamo entro 30 giorni a partire dalla data riportata sul certificato.

Puoi agire in 2 modi:

  1. inviando una mail ai recapiti disponibili nella sezione "Reclamo" della tua area utente sul sito Misura Internet;
  2. usare direttamente il sistema automatico, cliccando sul tasto "Invia il certificato al tuo operatore".

Se scegli di procedere autonomamente, nell'oggetto del reclamo è consigliabile inserire la dicitura "Reclamo Misura Internet" in modo che il servizio clienti dell'operatore gestisca l'iter in modo adeguato.

2 - La fase del recesso del contratto internet

A partire dalla ricezione del reclamo, l'operatore ha a disposizione 30 giorni per ripristinare la banda minima garantita a livello contrattuale. Dopo l'intervento del provider e, ad ogni modo, non prima di 45 giorni dalla data del primo certificato è possibile eseguire una nuova rilevazione della velocità di connessione.

Bisogna quindi usare nuovamente NeMeSys e se i risultati non dovessero essere migliorati, l'utente ha diritto di recedere dal contratto senza penali per la sola parte relativa al servizio di accesso a internet da rete fissa.

Anche in questo caso, ci sono due modi per inviare il recesso all'operatore: tramite raccomandata A/R e direttamente usando il sito Misura Internet. Il recesso sarà effettivo a distanza di 30 giorni dalla data di ricezione della comunicazione da parte dell'operatore.

Cosa accade per i contratti internet + telefono? La procedura indicata permette di ottenere il recesso dal contratto per la sola parte relativa al disservizio certificato, ovvero per la sola parte internet. Nel caso tu abbia sottoscritto un'offerta internet + telefono fisso, internet + Tv oppure una promozione combinata internet + fisso + mobile, tutti gli altri servizi resteranno attivi. L'eventuale disdetta dai servizi aggiuntivi può comportare dei costi.

Quando cambiare operatore internet?

Quando si è in presenza di forti disservizi legati alla connessione internet da fisso la voglia di cambiare operatore per ottenere finalmente un servizio più efficiente è sempre altissima. Spesso non si vede l'ora di poter riprendere a navigare sul web a una velocità adeguata, che sia per lavoro o per semplice svago.

Una volta avviata la procedura di rescissione del contratto per disservizi, però, è sempre meglio attendere fino all'effettiva risoluzione. Tutto il processo, purtroppo, richiede dei tempi tecnici:

  • 30 giorni per permettere al provider di provare a rispettare le condizioni contrattuali dopo il primo reclamo dell'utente;
  • se non si ricevono aggiornamenti, l'attesa di ulteriori 15 giorni circa prima di poter effettuare la nuova rilevazione con NeMeSys e per l'invio della comunicazione di recesso;
  • ulteriori 30 giorni prima che il recesso diventi effettivo.

L'iter richiede un tempo minimo di 75 giorni almeno: non sono pochi, purtroppo.

Per evitare qualsiasi tipo di problema e per non rischiare di pagare per la disdetta da un servizio che effettivamente non funziona è meglio attendere prima di cambiare operatore. Nel frattempo si può usare la connessione mobile via hotspot o tethering per navigare su internet: sono molte le offerte per avere internet sullo smartphone che mettono a disposizione grandi quantità di Giga. Puoi approfondire questo argomento leggendo il nostro approfondimento sulle migliori offerte mobile.

Trascorsi i tempi necessari per ottenere il recesso gratuito dal contratto allora si può procedere all'attivazione di una nuova offerta internet. Verifica in pochi minuti la copertura che ogni operatore ha nella zona in cui vivi per scoprire quali offerte puoi attivare e i vantaggi di ognuna: chiama senza impegno lo 06 948 080 95 oppure usa il servizio di richiamata gratuita. Nell'arco di pochi giorni dalla sottoscrizione della nuova offerta internet potrai tornare a navigare sul web a una velocità ottimale.

Aggiornato in data