Amplificatore wifi: come migliorare la connessione internet?

problemi connessione

L'amplificatore Wifi è un ottimo alleato contro i problemi di connessione a internet in casa.

Talvolta può essere problematico avere una connessione stabile in tutta casa, soprattutto se si possiede un’abitazione a più piani. La bassa potenza della connessione e la presenza di interferenze possono limitare la copertura e dar vita a zone in cui il segnale non riesce ad arrivare.

Acquistare un amplificatore wifi permette spesso di risolvere il problema.

A cosa serve l’amplificatore wifi e come funziona?

Chiamato anche ripetitore, l’amplificatore wifi è un piccolo dispositivo in grado di catturare il segnale wireless proveniente dal modem e di estenderlo verso le aree caratterizzate da una copertura scarsa o assente.

Basta collegarlo a una presa della corrente elettrica affinché possano funzionare. Una volta configurato può essere spostato da una stanza all’altra per poter avere una connessione migliore ovunque se ne abbia bisogno.
Prima di acquistarne uno tuttavia verifica che il tuo modem abbia la funzione access point / ripetitore wifi: se è un modem di ultima generazione potrebbe averla. Se la possiede potrebbe non essere necessario acquistare un nuovo amplificatore wifi.

Se possiedi un modem di questo tipo Prova a orientare l’antenna verso la zona di scarsa copertura. Se non dovesse essere sufficiente, puoi utilizzare un cavo ethernet e un vecchio router per dar vita a un access point in grado di portare la connessione nelle zone dell’abitazione che ne sono prive.

Cos’è un access point?

connessione wi-fi

Un access point, chiamato anche wireless access point (WAP) è un dispositivo che collegato al router principale tramite un cavo ethernet permette di sdoppiare la rete internet domestica e di creare delle reti secondarie che estendono la copertura alle zone dell’abitazione che ne sono prive.

Scegliendo di creare uno o più access point ci si può connettere a internet tramite il proprio smartphone o pc collegandosi direttamente alla rete creata dall’access point più vicino.
A differenza dell’amplificatore wifi, quindi, usando un access point la rete internet domestica viene suddivisa in una o più reti secondarie che possono avere nomi e password specifici. L’amplificatore wifi, invece, si limita semplicemente a estendere il segnale wireless proveniente dal router principale.

Le caratteristiche del ripetitore wifi

Gli amplificatori wifi sono dispositivi di piccole dimensioni che, a seconda del modello, possono essere dotati di:

  • una spina elettrica;
  • una o più antenne;
  • una o più porte ethernet;
  • un ingresso audio;
  • una serie di tasti che offrono funzioni aggiuntive.

Le antenne possono essere interne o esterne, fisse o rimovibili. La soluzione migliore sono i ripetitori wifi con antenne esterne rimovibili: riescono a diffondere meglio il segnale ed eventualmente le antenne in dotazione possono essere sostituite con modelli più potenti.

Esistono anche degli amplificatori wifi senza fili, alimentati a batteria: sono ottimi quando si ha bisogno di portare la connessione a internet in aree prive di prese elettriche.

I ripetitori wifi, inoltre, possono essere da interno o da esterno. Gli amplificatori da esterno sono ottimi se hai la necessità di estendere la copertura della tua connessione a internet da un edificio all'altro. I più efficienti riescono a coprire un raggio di diversi km: si contraddistinguono per il loro ampio raggio e per la capacità di resistere alle intemperie.

Come scegliere l’amplificatore wifi più adatto?

consiglio

La prima cosa da prendere in considerazione al momento dell’acquisto dell’amplificatore wifi è la banda. Le reti wireless, infatti, possono essere trasmesse attraverso due bande:

  • 2,4 GHz → è quella più comune e tradizionale. È supportata da tutti i modem e viene indicata attraverso le diciture n300 e n600;
  • 5 GHz → è quella tipica dei router di ultima generazione e viene indicata attraverso le diciture WIFI AC o Wireless AC.

Se hai un modem di ultima generazione è probabile che il tuo dispositivo le supporti entrambe. Puoi verificarlo facilmente dando un’occhiata alle sue caratteristiche tecniche: se è presente la dicitura dual band allora le supporta. In questo caso scegli un amplificatore wifi dual band in modo da avere maggiore velocità nella trasmissione dei dati.

Se non sei sicuro di quale sia la banda supportata dal tuo modem Scegli ugualmente un ripetitore wifi dual band: questi modelli infatti sono compatibili con entrambe le tipologie di modem.

Tieni a mente, inoltre, che non è necessario acquistare un amplificatore wifi dello stesso marchio del tuo modem. La compatibilità tra modem e amplificatore, infatti, è relativa soltanto alla banda.

La fibra ottica trasmette esclusivamente sulla banda da 5 GHz: se hai bisogno di un amplificatore wifi per fibra ottica, quindi, anche in questo caso scegli un normalissimo dual band. Per attivare un’offerta con modem Fibra a 5Ghz, invece, chiama il numero 06 948 080 95 oppure fatti richiamare, il servizio è gratuito.

L’installazione e la configurazione del ripetitore wifi

Una volta acquistato l’amplificatore wifi più adatto alle tue esigenze non ti resta che installarlo e configurarlo. Questa parte, per quanto possa apparire a prima vista complessa e ostica, in realtà è spesso estremamente semplice.

Per prima cosa, assicurati di avere a portata di mano il foglietto delle istruzioni del tuo ripetitore wifi e un PC predisposto per la connessione a internet.
Segui le indicazioni presenti nel foglietto illustrativo. Generalmente viene richiesto di collegare l’amplificatore alla presa della corrente elettrica, attendere qualche istante e cercare, utilizzando un PC, la rete wi-fi generata dal ripetitore tra quelle disponibili.

A questo punto la configurazione del tuo amplificatore wifi dovrebbe partire automaticamente: tieni a portata di mano il nome e la password della rete wifi che desideri amplificare perché dovrai inserirli. Hai dimenticato la password wifi del tuo modem? Nessun problema: segui le nostre indicazioni per cambiarla.

N.B. Il nome della rete creata dal tuo ripetitore wifi ha generalmente un nome molto simile a quello del suo marchio: TP-Link, per esempio, Netgear, Sitecom, ecc.

Fatto ciò il tuo amplificatore è pronto per essere utilizzato.

Come ottenere il massimo dall’amplificatorw Wi-fi?

L’errore più comune che si tende a compiere quando si usa un amplificatore wifi è posizionarlo nell’area della casa priva di copertura. È un errore perché l’amplificatore wifi ha bisogno di catturare il segnale wireless in ingresso per poterlo amplificare. Se viene posizionato in un luogo in cui il segnale di partenza è scarso o assente, diventa praticamente inutile.

L’ideale è posizionarlo in un luogo in cui il segnale giunga abbastanza bene, ovvero più o meno a metà strada tra il router principale e l’area della casa nella quale si desidera avere maggiore copertura. Cerca di ridurre al minimo le interferenze per ottenere il massimo dal tuo amplificatore.

Posizionalo in modo da evitare che ci siano pareti portanti nel mezzo Soprattutto se molto spesse e limita al minimo le interferenze provenienti da altri dispositivi elettrici (cordless, forni a microonde, tv o dispositivi Bluetooth, per esempio).

Lasciati guidare nella scelta del miglior posizionamento dell’amplificatore wifi dalle spie luminose presenti sulla sua superficie. Generalmente la spia verde sta ad indicare un buon livello di acquisizione del segnale in ingresso.

Le alternative all’amplificatore wifi

Se hai bisogno di migliorare rapidamente e in modo provvisorio la connessione a internet all’interno di un locale e non hai a portata di mano un ripetitore wifi puoi provare le seguenti soluzioni alternative.

Utilizzare lo smartphone, l’iPhone o il PC come amplificatori del segnale wifi

smartphone

Non molti sanno che gli smartphone di ultima generazione, gli iPhone e i PC portatili sono in grado di essere utilizzati anche come amplificatori del segnale wireless. Per farlo è sufficiente installare delle apposite app o dei programmi per PC: i cosiddetti “virtual router manager”.

Lo svantaggio nell’uso del PC e degli smartphone come amplificatori wifi sta nel non poterli spostare quando vengono utilizzati a tale scopo: il rischio è la perdita del segnale.
Se hai bisogno di una soluzione rapida, pertanto, possono essere delle buone alternative al ripetitore wifi ma se sei alla ricerca di una soluzione efficace e durevole nel tempo l’acquisto di un amplificatore apposito è la scelta migliore.

Costruire un amplificatore wifi fai da te

Una ulteriore alternativa consiste nella costruzione di un amplificatore wi-fi fai da te. Per farlo avrai bisogno dei seguenti materiali:

  • una qualsiasi lattina;
  • di un paio di forbici adatte a tagliare l’alluminio;
  • del nastro isolante.

Inizia rimuovendo la parte superiore e inferiore della lattina e tagliandola a metà nel verso della larghezza. Usa il nastro isolante per renderne più sicuri i bordi: in questo modo eviterai di tagliarti.

A questo punto modellane la forma per cercare di renderla il più possibile simile a quella di una parabola. Usa, infine, del nastro isolante per attaccarla all’antenna del tuo router. Nonostante questa sia una soluzione artigianale in molti casi è sufficiente a migliorare la connessione internet in specifiche aree della casa. Come nel caso precedente, però, si tratta di una soluzione utile solo se provvisoria. L’acquisto di un amplificatore wifi è la scelta più indicata se desideri ottenere risultati migliori sia che tu abbia una connessione ADSL, sia la fibra ottica.

Cosa fare se la connessione è debole nonostante l’amplificatore wifi?

In presenza di forti interferenze o grandi distanze da coprire anche il migliore amplificatore wifi può non riuscire a garantire un’adeguata qualità e stabilità del segnale wireless. In questi casi il problema potrebbe essere legato in parte al dispositivo che usi per collegarti a internet. Scopri come aumentare la velocità della connessione a internet del tuo pc.

Esegui uno speed test per verificare la velocità della tua connessione

Se hai un vecchio abbonamento a internet il problema potrebbe essere la potenza della tua connessione ADSL. Esegui uno speed test per valutarne le prestazioni. Se non fossero soddisfacenti aumenta la potenza del segnale stipulando un nuovo contratto internet.

Quasi tutte le zone d’Italia oggi sono coperte dalla fibra. Se vuoi verificare la disponibilità nella tua zona contattaci senza impegno allo 06 948 080 95 o fatti richiamare: ti aiuteremo a scoprire se sei coperto dalla fibra così potrai sottoscrivere l’offerta internet più adatta alle tue esigenze.

Aggiornato in data