Alternative all'ADSL: Come Connettersi in Zone Senza Copertura

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Verifica Copertura Fibra Ottica

Servizio gratuito di verifica della copertura disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 19:00 e sabato dalle 09:00 alle 13:00.

connessione internet zone bianche
Le Offerte Internet Wireless per le Zone Senza Copertura Fibra e ADSL

La rete internet a banda larga (ADSL) e ultralarga (fibra ottica) in Italia cresce a ritmo incessante, ma esistono ancora numerose zone che non sono servite da questi tipi di tecnologia. Per ovviare al problema, esistono diverse soluzioni alternative.


Vivi in una zona senza copertura ADSL?

I lavori per l'adeguamento del territorio italiano alla fibra ottica proseguono incessantemente. Per scoprire se sei raggiunto anche tu dalla fibra alla massima velocità chiedi una verifica gratuita della copertura allo 06.948.08.095 oppure usa la richiamata gratuita.

Cosa sono le zone bianche?

Per zone bianche si intendono quelle località in cui non è presente la linea ADSL o fibra ottica, generalmente per via di costi di sviluppo troppo elevati in relazione alla eventuale rendita economica. In queste zone, dove ancora non ha agito il Piano Nazionale Banda Larga, è possibile avere una connessione internet con metodi alternativi come ad esempio mediante operatori via radio satellitari.

I lavori per assicurare una connessione wifi in fibra ottica, tuttavia, proseguono incessantemente tanto che di mese in mese sempre più aree d'Italia riescono a essere abilitate alla banda ultralarga. Per questo, se si vive in una di queste zone, prima di attivare un'offerta internet è sempre meglio verificare la copertura per la fibra per ogni operatore internet. Puoi chiedere questa verifica allo 06.948.080.95 o usando il servizio di richiamata gratuita.

In alternativa, puoi verificare la copertura direttamente online inserendo il tuo indirizzo qui sotto:

 

Internet via radio: cos'è e come funziona?

Una delle modalità più comuni per connettersi a internet nelle zone non coperte dalla connessione ADSL è la tecnologia radio. Una di queste tecnologie è la FWA (Fixed Wireless Access). Questa, detta anche connessione via onde radio, costituisce uno standard che permette di avere accesso a una banda larga attraverso un segnale wireless che si serve, appunto, delle onde radio, senza aver bisogno dunque di un collegamento fisico. Come funziona?

Il segnale viaggia dal punto di partenza tramite un'antenna radio che riesce a coprire una superficie di circa 8.000 km quadrati; tale segnale viene trasmesso poi a un ricevitore, un apposito modem, che a sua volta permette ai dispositivi di connettersi a internet in maniera più stabile rispetto a una normale connessione Wi-Fi.

A sfruttare la tecnologia FWA, due operatori alternativi sono tra i più noti del mercato italiano: Linkem ed Eolo, di cui parleremo tra poco. Nel 2019 anche TIM ha iniziato a mettere a disposizione offerte internet in FWA (TIM Super FWA è quella attivabile per ora) ed è stato seguito a breve da Vodafone.

Le offerte di Linkem, TIM ed Eolo a confronto

Se abiti in una zona bianca e intendi affidarti a un operatore con tecnologie alternative, puoi scegliere quindi un'offerta tra quelle presentate da gestori come TIMLinkem ed Eolo. Vediamo nel dettaglio cosa propongono all'interno delle proprie offerte:

Migliori 3 Offerte per le Zone Senza Copertura
Posizione Nome Prezzo
Migliore Offerta Internet Casa
Primo posto
Offerta linkem casa
Linkem
17,90 € al mese
Migliore Offerta Internet Wifi
Secondo Posto
Offerta TIM Super FWA

TIM Super FWA

24,90 € al mese

Migliore Offerta Internet Wifi Casa
Terzo Posto
Offerta Eolo Più
Eolo Più

27,90 € al mese

*La disposizione delle offerte internet nella tabella è stabilita da Selectra in base al costo e ai servizi messi a disposizione dagli operatori.

In alternativa è possibile usare la rete mobile. In questo caso è possibile scegliere e attivare l'offerta di un operatore internet mobile e usare una chiavetta internet, un tablet o un modem per SIM per avere una buona connessione internet.

Di seguito, la top 3 delle migliori offerte per cellulari da poter attivare:

Migliori 3 Offerte Per Cellulari e Tablet
Posizione Nome Caratteristiche e vantaggi
Migliore Offerta Internet Mobile
Primo posto
Offerta Kena Mobile
Kena 70 GB
5,99€ al mese

70 GB, Minuti ed SMS illimitati.

Migliore Offerta Smartphone
Secondo Posto
Offerta Ho Mobile

Ho Mobile 70 GB
5,99€ al mese

70 GB, Minuti ed SMS illimitati.

Migliore Offerta Internet Cellulare
Terzo Posto
Offerta fastweb mobile

Fastweb Mobile
8,95€ al mese

50 GB, Minuti illimitati, 100 SMS.

*La disposizione delle offerte internet nella tabella è stabilita da Selectra in base al costo e ai servizi messi a disposizione dagli operatori.

Cos'è il servizio internet satellitare e come funziona?

connessione internet
Connessione internet via radio

Se abiti in una zona bianca e hai necessità di avere una connessione internet, le soluzioni sono diverse: la connessione in 3G o in 4G, la connessione satellitare oppure quella via onde radio. La telefonia satellitare, come quella cellulare, accede alla rete in modo privato, ma a differenza della sua contrapposta, si è diffusa pochissimo, sia per motivi tecnici che per altri motivi legati ai costi imponibili all'utente finale.

Ha però tra i vantaggi una copertura completa del pianeta. La connessione via satellite è la principale soluzione per avere un collegamento a internet se abiti in una zona bianca. Come funziona? Sono implicati quattro elementi fondamentali:

  1. Uno o più satelliti geostazionari (che mantengono cioè la stessa velocità di rotazione del moto terrestre, in modo tale da rimanere allineati ad un punto specifico della terra) trasmettono il segnale;
  2. Le stazioni terrestri ricevono questo segnale e a loro volta lo ritrasmettono alle dorsali internet, introducendolo all'interno dei server i rete internet;
  3. Una parabola situata sul tuo tetto o sul tuo balcone riceve il segnale ritrasmesso e lo veicola all'interno della tua abitazione;
  4. Infine, tramite un modem satellitare, molto simile al modem ADSL o fibra, ma collegato alla parabola anziché alla linea telefonica, ti permette di avere la tua connessione internet satellitare.

Ovviamente le prestazioni di una connessione internet satellitare sono inferiori rispetto a quelle offerte dalla connessione in fibra ottica o da quella ADSL, ma in linea di massima la velocità della connessione può variare da 2Mb al secondo a 22Mb al secondo, in base all'operatore scelto.

Quanto costa una connessione internet satellitare?

I prezzi variano in base al gestore scelto, ad ogni modo la connessione satellitare richiede sempre un investimento iniziale importante rispetto ai classici abbonamenti fibra o ADSL, necessario per attrezzare la propria abitazione di tutto il necessario. I costi per un kit satellitare variano tra 100 e 400 € ma alcuni gestori solitamente permettono di dilazionare il pagamento. La spesa mensile per il servizio satellitare più ricco e completo a 360° può raggiungere i 90€ al mese (ma non sono esclusi abbonamenti meno costosi).

Le offerte per internet satellitare possono prevedere una navigazione che può essere limitata ad un certo numero di Giga mensili, oppure illimitata. Dall'altro lato, i gestori che offrono una connessione fibra o ADSL ad oggi propongono abbonamenti con una navigazione sempre illimitata. In ogni caso, la maggior parte dei gestori satellitari offre una navigazione illimitata durante la sera, ma per questo dovrai eventualmente contattare il gestore specifico.

Internet satellitare con Intermatica Intermatica è una delle aziende più interessanti presenti nel mercato italiano con offerte per la connessione a internet tramite il satellite. Ti basterà una parabola bidirezionale, un modem e potrai navigare anche fino a 15 Mega in download.

Quando scegliere le connessioni ad internet alternative?

Cavo connessione internet
La scelta della connessione internet alternativa

La risposta a questa domanda dipende dalla zona in cui abiti. Nonostante gli investimenti per ampliare la banda larga e ultralarga, sono ancora numerose le zone bianche in Italia in cui è assente qualsiasi tipo di servizio ADSL e fibra. Se la tua abitazione si trova in una di queste zone non coperte, l’unica soluzione è la connessione 3G/4G, FWA (EOLO, Linkem) o la connessione satellitare.

Tra tutte queste alternative, le onde radio offrono velocità di navigazione e affidabilità. Qualora la tua abitazione si trovi in una zona in cui il servizio ADSL è lento ma disponibile, la connessione FWA può essere la soluzione migliore, in base alle tue necessità. Stesso discorso vale per la fibra ottica che, rispetto all'ADSL, riesce ad assicurare velocità ancora più elevate. In ogni caso, è meglio che tu metta a confronto prezzi, velocità e servizi inclusi nell'offerta. Se hai bisogno di aiuto nella scelta della tecnologia migliore nella tua zona puoi chiamare lo 06.948.080.95 o usare la richiamata gratuita.

Banda larga e banda ultralarga in Italia: a che punto siamo?

L'Agenda Digitale Europea ha come primo obiettivo quello del superamento del digital divide, e quindi quello di garantire a tutti i cittadini una copertura del servizio di connettività a banda larga che raggiunga una velocità di almeno 2 Mbps; in altre parole, per intenderci, una connessione ADSL. Per poter raggiungere questo obiettivo, sono stati elaborati due piani, autorizzati dalla Commissione Europea ed attuati da Infratel Italia:

  1. Il Piano Nazionale Banda Larga;
  2. Il Piano Banda Ultralarga Nazionale.

Chi è Infratel Italia? Infratel Italia - Infrastrutture e Telecomunicazioni per l'Italia S.p.A. è una società che, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, progetta, realizza e gestisce le reti di telecomunicazioni in fibra ottica per l'accesso a internet con banda larga e ultralarga

Il Piano Nazionale Banda Larga

Modem ADSL wifi
Modem - Router Wifi

Nel 2009, il Ministero dello Sviluppo Economico, responsabile - stando all'art. 1 della legge 18 giugno 2009, n° 69 - della diffusione e dell'implementazione delle reti a banda larga sul territorio italiano, ha studiato ed elaborato il Piano Nazionale Banda Larga. Esso prevede l'ottenimento di un'unica strategia di abbattimento del digital divide. Oggi è in fase conclusiva, in quanto è riuscito a portare l'accesso:

  • In più di 6.000 zone bianche;
  • A 8 milioni di italiani che si trovavano in condizioni di divario digitale

Cosa si intende con digital divide? Letteralmente divario digitale, è la condizione che separa coloro che hanno accesso completo alle tecnologie dell'informazione, prima fra tutte la connessione internet, da coloro che invece non ne possono usufruire, totalmente o parzialmente. I motivi legati a questo divario possono ricollegarsi alle differenze economiche, culturali, infrastrutturali, generazionali e/o etniche.

Il Piano Nazionale Banda Larga prevede tre tipologie di attuazione, che variano a seconda degli interventi da realizzare. Vediamo quali sono:

  • Tipologia A: infrastrutture di nuova generazione che però restano pubbliche;
  • Tipologia B: gli operatori partecipano a un bando di gara, presentando un progetto per l'implementazione della struttura di rete;
  • Tipologia C: sostegno alle zone marginali, in cui gli investimenti infrastrutturali sono ostacolati da condizioni geomorfologiche ostili o da una bassa densità demografica.

Il Piano Banda Ultralarga Nazionale

La fibra ottica, come abbiamo detto, non è presente in tutto il territorio italiano. Sono poche le aree in cui passa una rete con la banda ultra larga, e ancora meno quelle in tecnologia FTTH. L'Italia, infatti, stando al rapporto del DESI (Digital Economy and Society Index), si trova al quartultimo posto in Europa a livello di digitalizzazione. Questo è dovuto principalmente alla poca conoscenza del digitale per lo sviluppo imprenditoriale, al mancato utilizzo di strumenti digitali come l'e-commerce e i sistemi di pagamento online. Attualmente, infatti, in Italia, la connessione ultraveloce in Iperfibra copre circa il 5,3% del territorio, e solo il 25% degli italiani usufruisce di una connessione internet in fibra ottica, a differenza della media europea che è di circa il 75%.

Per questo motivo, Infratel Italia sta intervenendo, secondo i punti presenti all'interno dell'Agenda Digitale Europea, con il Piano Nazionale Banda Ultralarga, il quale prevede:

  • La realizzazione delle infrastrutture a banda ultralarga entro il 2020;
  • La copertura dell'85% degli abitanti a 100 Mbps;
  • La copertura totale degli abitanti ad almeno 30 Mbps.

Gli interventi finora finanziati da Infratel sono oltre 4.000. La maggior parte degli interventi sono stati realizzati in Veneto, in Campania e in Toscana, la Sardegna è la regione sia con il maggior numero di interventi in corso di realizzazione che con il maggior numero di interventi pianificati, in quest'ultimo caso insieme a Sicilia e Puglia.

  • 3.077 realizzati;
  • 359 pianificati;
  • 521 in via di realizzazione.

Vuoi scoprire che tipo di tecnologie mettono a disposizione gli operatori nella zona in cui vivi? Chiama senza impegno il numero 06.948.080.95 o usa il servizio di richiamata.

I principali operatori alternativi: Linkem, Eolo e non solo

Tra i principali operatori a cui richiedere una connessione ad internet alternativa troviamo:

  • Linkem opera dal 2001 nel settore della banda larga wireless: internet senza fili, senza linea fissa, senza barriere per coprire quante più aree possibile. Il suo servizio è destinato a privati, partite IVA e aziende presenti su tutto il territorio italiano. Attualmente è amministrata da Davide Rota, che ricopre anche il ruolo di Presidente. Linkem non possiede una propria IPTV, ma ha stretto diverse partnership con alcuni operatori nel settore del Video On Demand, in particolare con Now TV (di Sky) e con CHILI, la piattaforma VOD che non richiede un abbonamento ma funziona tramite pay per view: si paga un ticket ogni volta che si vuole usufruire di un contenuto mediale, come funziona al cinema o allo stadio. Linkem ha inserito questi due servizi all’interno delle sue offerte, a scelta del cliente.
  • Eolo nasce nel 1999 a Busto Arsizio (Varese) e negli anni si afferma come leader nel campo della banda ultra-larga wireless sia per i privati che per le imprese. Il collegamento avviene tramite i ripetitori che inviano il segnale radio e arriva fino all’antenna che il tecnico avrà installato all’interno dell’abitazione. Nel 2017 ha chiuso l’anno fiscale con ricavi per 75 milioni di euro, il 32% in più rispetto all’anno precedente. Attualmente è amministrata e presieduta da Luca Spada.
  • Intermatica da oltre 20 anni presente nel mercato delle comunicazioni satellitari e terrestri, nasce nel 1997, negli anni in cui avveniva la prima liberalizzazione del mercato. Intermatica è operatore telefonico nazionale, gestore e service provider e partner dei principali carrier italiani ed esteri, guadagnando, nel corso del tempo, numerosi riconoscimenti ed esclusive commerciali nazionali ed internazionali.

Verifica la copertura in 2 minuti! I lavori per l'adeguamento del territorio alla fibra ottica proseguono incessantemente. Verifica la copertura per ogni operatore nella zona in cui vivi: chiama lo 06 948 080 95 o scegli il servizio gratuito di richiamata.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche