Cosa fare se il contatore luce non è leggibile? La Guida

Aggiornato in data
min di lettura
Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 22 Aprile 2024?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 22 Aprile 2024?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Cosa fare se il contatore della luce non è leggibile? La guida completa!
Cosa fare se il contatore della luce non è leggibile? La guida completa!

Se il contatore della luce non è leggibile e non riesci ad accedere ai dati relativi alla tua fornitura sono diverse le cose che puoi fare. In questa guida trovi consigli e suggerimenti utili su come muoverti in caso di guasto al contatore dell'energia elettrica.

Cosa fare se il contatore luce non è leggibile?

Se dovessi renderti conto che il contatore luce non è leggibile il primo passo è quello di segnalare questo malfunzionamento al distributore locale. Infatti è quest'ultimo l'operatore responsabile della manutenzione dei misuratori e proprietario dei contatori, perciò è l'azienda che deve intervenire in caso di malfunzionamento.

In Italia sono diversi i distributori locali presenti e che vengono assegnati territorialmente a diversi comuni. Tra i più conosciuti ci sono:

  • E-Distribuzione (ex Enel Distribuzione);
  • Areti (ex Area Distribuzione);
  • Unareti (ex A2A);
  • Ireti.

A differenza del fornitore, che è l'azienda con cui sottoscrivi offerte luce e gas e che scegli tu in base alle tue esigenze personali, il distributore locale viene assegnato e non può essere modificato dal cliente.

Per sapere chi è l'azienda che si occupa del pronto intervento nel tuo comune, puoi verificare queste informazioni all'interno di una bolletta oppure utilizzare il nostro tool online gratuito che trovi qui sotto. Ti basta inserire il CAP o il nome del Comune dove vivi per accedere a informazioni utili.

Il distributore locale di energia elettrica e del gas cambia da un comune all'altro. Inserisci il Cap o il Comune e trova il tuo!

  • Affile(00021)
  • Agosta(00020)
  • Anticoli Corrado(00022)
  • Arcinazzo Romano(00020)
  • Arsoli(00023)
Caricamento

Il nuovo contatore luce non funziona il display: un caso pratico

Come anticipato, il distributore locale del Gruppo Enel si chiama E-Distribuzione ed è uno dei più diffusi in Italia. Se dovessi avere il display del contatore non funzionante in questo caso puoi rivolgerti all'assistenza clienti del distributore optando per una di queste modalità:

  • Tramite numero verde del pronto intervento 803.500, che è attivo 24 ore su 24 per segnalazioni di guasti ai contatori così come per emergenze come cavi scoperti. Questo contatto è gratuito sia da fisso che da cellulare e per esigenze non impellenti e può essere contattato dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13;
  • Il numero 02.911.55.155 è invece il numero di telefono dedicato a chi chiama dall'estero, infatti è a pagamento secondo il tuo piano tariffario.

Una volta contattati questi numeri utili, potrebbero esserti richieste alcune informazioni per identificare più facilmente il contatore e le utenze. Tra queste possono esserci il codice POD della luce, che trovi nella bolletta.

Ricorda che il pronto intervento va contattato solo per le emergenze! 

Puoi rivolgerti quindi al numero verde solo in caso di guasto al contatore, interruzioni di corrente elettrica, anomalie sulla rete esterna o eventuali situazioni di pericolo relative alla rete o al contatore.

Il contatore non segna i consumi: quali sono le conseguenze?

Quando il display del contatore non funziona possono essere diverse le conseguenze, prima fra tutte l'impossibilità di accedere alle informazioni sulle utenze, come il codice POD per la luce, il codice PDR per il gas e i consumi (utili per l'autolettura e per una fatturazione più precisa).

Se la fornitura è attiva, quindi ad esempio c'è stata svolta la voltura, il problema principale è di non poter accedere ai dati sui consumi. Per questo motivo non è raro rendersi conto dei guasti al contatore o al display solo dopo aver iniziato a ricevere delle bollette salate.

In questo caso senza dubbio il primo passo è chiedere informazioni al fornitore per capire se i consumi in bolletta sono stimati a causa di un malfunzionamento del contatore. Se dovesse essere questo il caso prima di pagare la bolletta il consiglio è di inviare un reclamo in modo da evidenziare l'anomalia e da bloccare la fatturazione errata.

Di conseguenza, una volta inviata la segnalazione ufficiale in forma scritta, il fornitore richiede al distributore la sostituzione o l'intervento sul contatore nel giro di qualche giorno.

Nel caso in cui invece non si sia ancora proceduto al subentro, quindi il contatore risulta inattivo, la principale conseguenza è l'impossibilità di accedere al codice cliente. Questa informazione viene spesso richiesta per riattivare un contatore che è stato attivo in passato e la soluzione piuttosto semplice: contatta il servizio clienti del tuo distributore locale e chiedi questa informazione.

Reset contatore luce: si può fare? 

Sì, puoi resettare il contatore luce premendo il pulsante blu o nero sotto il display a destra, quindi tienilo premuto fino a quando non appare la scritta "ConnEct" a "EntEr". A questo punto rilascia il tasto e attende il clic del relay che commuta.

Come ricostruire i consumi del contatore luce?

Se il contatore luce non è leggibile e si conferma un guasto al misuratore, sta al distributore locale la ricostruzione dei consumi. Per farlo viene calcolata la percentuale di errore tra i consumi non corretti registrati e quelli reali.

Ad esempio se il macchinario completamente guasto la percentuale di errore sarà notevolmente alta. Al contrario, se si tratta di un piccolo malfunzionamento questa percentuale sarà ridotta. In ogni caso l'ARERA ha stabilito che:

  • Se si sa esattamente quando si è verificato il guasto e il periodo considerato sarà tra questa data è il momento in cui viene avviata la sostituzione o la riparazione;
  • Se non è possibile definire con precisione il momento in cui si è verificato il guasto, il periodo che viene preso in considerazione può essere di massimo un anno prima della data di controllo per quanto riguarda la luce.

Il distributore locale ha massimo 2 mesi dalla data di verifica per informare il cliente sulla ricostruzione dei consumi, mentre quest'ultimo ha 30 giorni di tempo per contestare questo calcolo.

Ricevi bollette salate ma il contatore non è guasto? 

Forse è il caso di cambiare l’offerta luce che hai sottoscritto. Contatta il nostro Sportello Attivazioni 02 947 553 3902 947 553 39prenota un appuntamento gratuitamente e senza impegno, così da parlare con un esperto del settore energetico e trovare la soluzione più adatta a te e in grado di farti risparmiare!

Come capire se il contatore è guasto?

Per capire se il contatore della luce è guasto è necessario prima svolgere un paio di verifiche per evitare di contattare il fornitore o il distributore locale inutilmente. Tra i segnali che caratterizzano un guasto al misuratore per l'energia elettrica solitamente ci sono:

  • la mancanza di corrente in casa;
  • il contatore non leggibile per il display spento;
  • il display è rotto non si vedono i numeri;
  • sullo schermo del misuratore viene segnalata un'anomalia;
  • l'interruttore della luce è bloccato.

Al contrario, se scatta spesso il contatore invece potrebbe essere il sinonimo di consumi troppo elevati rispetto alla potenza del misuratore. In questo caso il suggerimento è quello di staccare alcuni elettrodomestici in uso e verificare che non ci sia un distacco della corrente.

Se il tuo contatore luce non è leggibile e presenta le caratteristiche di un guasto puoi sempre di chiedere la verifica del contatore al fornitore. Quest'ultimo svolge il ruolo di intermediario e si occupa di inoltrare la richiesta al distributore. I passaggi sono i seguenti:

  1. il cliente richiede la verifica del contatore al fornitore;
  2. il fornitore comunica l'eventuale costo a carico del cliente se il contatore risulta funzionante;
  3. il consumatore conferma la richiesta;
  4. il fornitore invia tutte le informazioni al distributore entro 2 giorni lavorativi;
  5. per quanto riguarda il contatore della luce il distributore si occupa della verifica entro 15 giorni lavorativi;
  6. viene inviato l'esito al cliente finale entro altri 2 giorni lavorativi.

Se durante la verifica svolta da parte del distributore locale viene confermato il guasto al contatore la sua sostituzione viene effettuata entro 15 giorni lavorativi.

Quindi la verifica le contatore è a pagamento? 

No, la verifica del contatore è a pagamento solo nel caso in cui l'esito sia negativo e il contatore risulta perfettamente funzionante. Difatti in questo caso sostieni le spese di uscita e di intervento del distributore locale. Il costo finale può essere di 48,69 euro + IVA.

Le news aggiornate del mercato energia: