Il contatore del gas: lettura, codice PDR, matricola

consumo gas

Ecco come funziona il contatore del gas e come fare la lettura del contatore elettronico e tradizionale

Il contatore del gas metano serve a misurare i metri cubi di gas consumati dal cliente. A partire dalla misurazione della lettura, il fornitore calcola il consumo da fatturare il bolletta. Ecco tutte le informazioni sul contatore del gas elettronico o tradizionale, come fare la lettura e come attivarlo.

  • L'essenziale da sapere
  • I contatori del gas vengono sostituiti gratuitamente con i nuovi modelli elettronici dal distributore
  • Per attivare il contatore del gas è necessario il PDR e solo in alcuni casi basta la matricola
  • Per maggiori informazioni sull'attivazione del contatore, chiama lo 02 947 55 339 o fatti richiamare.

Il contatore tradizionale del gas metano

contatore gas tradizionale

Il contatore tradizionale è il classico apparecchio meccanico, ancora molto diffuso nelle case degli italiani. Al suo interno ci sono due camere volumetriche,  con una membrana deformabile, che misurano la quantità di gas che vi passa attraverso. Il movimento di un manovellismo fa girare i numeri sul quadrante, che girando, segnano la lettura dall'inizio dell'installazione.

Questa tipologia di contatori viene mano a mano sostituita con i nuovi modelli elettronici. Lo scopo è quello di migliorare il servizio e rendere possibile la gestione a distanza anche per le utenze del gas metano.

Perché viene sostituito il contatore del gas?

Il contatore del gas è di proprietà del distributore locale che gestisce la rete e i distributori sono stati obbligati dall'Autorità per l'energia e il gas ad effettuare la sostituzione per modernizzare la rete. In questi anni in tutta Italia si sta provvedendo alla sostituzione dei vecchi contatori meccanici con quelli elettronici, così come è avvenuto per i contatori dell'energia elettrica.

Il cliente viene avvisato con una lettera, almeno 10 giorni prima, per l'appuntamento a casa con il tecnico che provvede alla sostituzione. L'intervento dura una o due ore al massimo, durante le quali il gas viene sospeso. La sostituzione è gratuita per il cliente finale ed il personale è munito di un tesserino di riconoscimento.

Il contatore elettronico del gas metano

contatore gas elettronico

In alcune Regioni sono già presenti i nuovi contatori del gas elettronici con modelli diversi a seconda della zona. Il funzionamento è analogo al contatore tradizionale, ad eccezione dei consumi che vengono registrati ed indicati sul display digitale.
Questi apparecchi moderni consentono la lettura dei consumi a distanza da parte del distributore che poi lo invierà al fornitore per la fatturazione. In questo modo si pone fine al passaggio del tecnico letturista e soprattutto si evitano le bollette con i consumi stimati e i successivi conguagli.
Inoltre il display digitale consente di visualizzare una serie di informazioni utili per il cliente, come i dati sull'utenza e sul consumo.
Ecco alcuni vantaggi dei contatori elettronici del gas:

  • Limitare gli spostamenti dei tecnici per una serie di interventi, che sarà possibile effettuare a distanza, come la lettura, l'attivazione ecc.
  • La bolletta viene fatturata con i consumi effettivamente realizzati dal cliente finale e non in base ad una stima.
  • Una maggiore consapevolezza dei consumi da parte del cliente e la comodità di visualizzare sul display molte informazioni utili.

Dove si trova il contatore del gas?

consumi gas

Per poter sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura di gas, oppure quando il tecnico deve intervenire sul posto, è necessario sapere dove si trova il nostro contatore del gas.

Nelle case e nelle villette indipendenti il contatore si trova spesso all'esterno della casa, al confine della proprietà. Se l'utenza si trova in un palazzo, il contatore del gas spesso è situato in un armadio sul pianerottolo o in un locale tecnico insieme a tutti gli altri.

In ogni caso il contatore del gas non è necessariamente vicino a quello della luce.
Se il contatore del gas è stato installato diversi anni fa, questo può trovarsi anche all'interno, in una stanza dell'immobile.

Il contatore del gas è all'interno della casa

Quando il contatore si trova all'interno della casa, spesso è situato vicino alla caldaia, se usi il gas per il riscaldamento dell'acqua o degli ambienti, o alla porta di uscita. In alcuni casi può essere installato anche sul balcone. Negli edifici con molte utenze i contatori del gas sono posti nel vano delle scale o in un locale apposito.

Il contatore, spesso chiuso in un armadietto metallico, consiste in una scatola sospesa, con due tubi, per l'ingresso e l'uscita del gas e una valvola per la chiusura del gas in arrivo.

Il contatore del gas è all'esterno dell'abitazione

Nelle abitazioni singole il contatore del gas è posto in genere all'esterno, per essere accessibile anche ai tecnici del distributore per eventuali controlli e letture. La cassetta del contatore, che dovrebbe rimanere chiusa a chiave, è al confine della proprietà, su un muretto o su una parete esterna.

Nel caso in cui siano presenti più contatori del gas posti tutti insieme, per individuare quello collegato al tuo appartamento è indispensabile recuperare una bolletta, dove è indicata la matricola del contatore da poter confrontare con quella impressa sull'apparecchio. A volte sui contatori è apposto un cartellino, con indicato il numero dell'interno relativo all'utenza.

E' importante sapere dove è situato il contatore del gas, prima di tutto per poter chiudere la valvola generale in caso di perdita di gas ed inoltre per vedere la lettura o per recuperare il numero di matricola utile per la riattivazione, quando non abbiamo vecchie bollette.

Come attivare il contatore del gas a mio nome?

Quando ci stiamo trasferendo in una casa che utilizza il gas metano per il riscaldamento, la cucina o l'acqua calda sanitaria è necessario attivare l'utenza a proprio nome. Se il contatore del gas è chiuso con il sigillo, il cliente deve richiedere un subentro e il gas viene riattivato in massimo 12 giorni lavorativi dalla richiesta. In caso contrario, se l'utenza è attiva, si deve procedere con una voltura, per cambiare il nominativo della bolletta. Per la voltura è necessario sapere con quale gestore è attivo il contratto e i dati anagrafici del vecchio intestatario. Per maggiori informazioni puoi contattare lo 02 947 55 339 o utilizzare il servizio di richiamata gratuita.

In caso di subentro, una volta sottoscritto il contratto, verrai contattato dal distributore locale per l'appuntamento con il tecnico che viene a riattivare l'utenza.

Come trovare la matricola o il PDR dell'utenza del gas?

Il codice PDR è un'informazione utile in molte occasioni, ad esempio per riattivare l'utenza disattivata o per cambiare fornitore. In alcuni casi è possibile attivare un contatore chiuso anche solo con la matricola dell'apparecchio, tuttavia a volte è indispensabile il PDR.

Quando abbiamo una bolletta, possiamo recuperare tutte le informazioni di quell'utenza, in particolare il codice PDR e la matricola del contatore, sempre indicati tra i dati della fornitura. Se invece non abbiamo la bolletta, possiamo andare a controllare il contatore.

Alcuni gestori possono procedere con la riattivazione anche solo con la matricola. Questa è impressa sul corpo del contatore e corrisponde al numero del contatore stesso, da non confondere con i numeri relativi al consumo.

Il PDR, il codice identificativo dell'utenza composto da 14 cifre, è normalmente indicato solo sulla bolletta del gas. A volte il PDR è scritto su un cartellino apposto vicino al contatore oppure è visualizzabile sul display, tuttavia non tutti i modelli lo fanno vedere. E' importante sapere che il PDR non cambia se varia il nominativo dell'intestatario oppure il fornitore, quindi si può recuperare anche attraverso una vecchia bolletta.
Nel caso in cui non sia presente il contatore, è necessario contattare il distributore di zona e richiedere il codice PDR.

Come fare la lettura del contatore del gas elettronico e tradizionale?

Con il contatore meccanico del gas è sufficiente leggere i numeri interi, ossia quelli a sinistra della virgola, senza i decimali. In alcuni modelli le cifre da comunicare, prima della virgola, sono nere per differenziarle dalle altre indicate in rosso.

numeri consumo gas

Se il contatore è elettronico, ha il display e dovrai premere il pulsantino accanto per attivarlo. A seconda dei modelli, dovrai premere più volte il pulsante fino a che non visualizzi il consumo indicato in metri cubi (m3).
Una volta che hai preso nota della lettura, dovrai comunicarla al tuo fornitore, nel periodo indicato nella bolletta utile per l'autolettura (in genere nelle due settimane precedenti l'emissione della bolletta successiva).

Cosa fare in caso di problemi o guasto del mio contatore del gas?

In caso di guasto o fuga di gas dal contatore o da una tubazione è necessario contattare il numero del pronto intervento, gestito dal distributore locale. Indipendentemente dalla società di vendita con cui hai attivato il contratto, è il distributore locale che gestisce l'ultimo tratto della rete e i contatori collegati. Il numero verde, attivo 24 ore su 24, cambia in base al comune di appartenenza e lo trovi sulla bolletta del gas.

Se pensi che il contatore abbia un malfunzionamento e che non misuri correttamente il consumo del gas, puoi richiedere una verifica dell'apparecchio. In questo caso dovrai rivolgerti al tuo fornitore, per fare la richiesta di una verifica.

Quanto costa la verifica del funzionamento del contatore del gas? Se viene effettivamente rilevato un malfunzionamento il cliente non dovrà pagare nulla, mentre se dalla verifica risulta che il contatore funziona correttamente, il costo è a carico del cliente e dipende dal prezziario del distributore locale.

Aggiornato in data