Osservatorio AGCOM 4/2019: meno del 50% gli accessi in ADSL in Italia

Osservatorio AGCOM sulle comunicazioni

L'Agcom ha pubblicato il suo quarto Osservatorio sulle Comunicazioni del 2019. Scendono le quote di mercato di TIM che, tuttavia, si conferma ancora operatore leader nell'ambito della rete fissa mentre Wind è il migliore nel settore delle SIM "Human". Iliad, invece, scalza Poste Mobile e si attesta come leader tra gli operatori MVNO.


  • Riassumendo
  • TIM conferma il suo primato tra gli operatori di rete fissa a settembre 2019.
  • Continuano a diminuire gli accessi in ADSL solo Rame che scendono a meno del 50%.
  • Verifica la copertura per la fibra ottica nella zona in cui vivi! Chiama lo 06.948.080.95 oppure clicca su "Richiamata gratuita" se vuoi essere ricontattato.

TIM, operatore leader di rete fissa a settembre 2019

Stando ai dati AGCOM, nel settore della connessione internet da rete fissa, il quarto trimestre del 2019 ha fatto registrare un calo del numero complessivo delle linee (-190 mila). Sebbene la quota di mercato di TIM sia scesa al 47,4%, si conferma ancora operatore leader di rete fissa (-3,8% punti percentuale su base annua).

Al secondo posto si attesta Vodafone con il 15% delle linee (in crescita dell'1,4% rispetto a settembre 2018), seguito a breve distanza da Fastweb e Wind rispettivamente con il 13,9% delle linee (+ 1,1% rispetto a settembre 2018) e il 13,7% delle linee per Wind +0,5%.

La diffusione della fibra ottica a settembre 2019

Sono cresciuti gli accessi da rete fissa da connessioni in fibra ottica FTTC ed FTTH mentre sono diminuiti ancora quelli provenienti da ADSL "solo Rame" che si attestano al 49,7% (-23,1% rispetto a settembre 2018). In particolare, le connessioni internet basate su tecnologia FTTC (fibra misto rame) hanno caratterizzato il 38,1% delle linee (+29,2% rispetto allo scorso anno). Gli accessi in fibra ottica FTTH, invece, hanno superato 1,1 milione di unità (+350 mila accessi in un anno) grazie ai servizi offerti da Open Fiber e alle migrazioni verso la fibra di TIM

Sono aumentati anche gli accessi FWA (fibra misto radio), usati soprattutto nelle zone bianche, che alla fine di settembre 2019 hanno raggiunto 1,29 milioni di linee (7% delle linee complessive) facendo registrare una crescita dell'9,6%.

Le linee in fibra ottica FTTC ed FTTH, invece, nel periodo indicato hanno caratterizzato il 43,7% degli accessi complessivi.

Dal punto di vista delle quote di mercato legate alle maggiori velocità (maggiori o uguali a 100 Mbps) è ancora TIM l'operatore leader a settembre 2019 con il 39,4% delle linee, seguito da Fastweb (22,6% delle linee) e da Vodafone (21,7% delle linee).

Le quote di mercato per la rete mobile

TIM si attesta leader del mercato anche nell'ambito mobile con il 30% delle SIM complessive, seguito anche in questo caso da Vodafone (28,8%) e Wind Tre (28,1%). Dal punto di vista delle SIM "Human", invece, la situazione cambia: Wind Tre scalza la leadership di TIM con il suo 30,7% delle SIM attive rispetto alle 27,4% di TIM.

Nell'ambito degli operatori virtuali, invece, Iliad scalza il primato di Poste Mobile confermandosi primo operatore sia dal punto di vista delle SIM complessive (4,4%), sia delle SIM Human attive (5,6%).

Le offerte di Kena Mobile ed Ho.Mobile, gli operatori low cost di TIM e Vodafone, tuttavia, hanno conquistato complessivamente i 2,6 milioni di utenti.

Cos'è una SIM "Human"? Viene considerata "Human" una qualsiasi SIM card che genera del traffico dati, voce o dati+voce. In altre parole, si tratta delle SIM che vengono effettivamente utilizzate dagli utenti.

SIM Human: confronto tra i diversi contratti

Nell'ambito delle SIM Human, i dati dell'Osservatorio sulle Comunicazioni 4/2019 dell'AGCOM mettono a confronto 4 tipi di contratti: residenziale, aziendale, prepagata e abbonamento.

Nell'ambito delle SIM residenziali il podio a settembre 2019 risulta occupato da Wind Tre (31,9%), TIM (26,1%) e Vodafone (23,7%). Nell'ambito delle SIM aziendali il primo operatore è ancora una volta TIM con il 37,3% delle SIM attive, seguito da Vodafone (35,5%) e da Wind Tre (21,9%).

Wind risulta primo operatore mobile, invece, nell'ambito delle SIM in abbonamento (33%) e nelle prepagate (30,3%).

Il report sulla portabilità

Il report sulla portabilità del numero di cellulare ci aiuta a capire, invece, verso quali operatori internet hanno preferito spostarsi gli utenti in questo secondo trimestre dell'anno. Alla fine di settembre 2019, in particolare, gli utenti che hanno cambiato operatore mobile chiedendo la portabilità sono stati circa 144 milioni. Gli operatori che hanno fatto registrare un valore in negativo sono stati Wind Tre (-1738 mila unità), Vodafone (-831 mila unità) e TIM (-649 mila unità). 

Iliad si è attestato nuovamente come il principale operatore internet scelto dagli utenti che hanno richiesto la portabilità del numero di cellulare: +2123 mila unità.

Verifica la copertura per la fibra e scopri le offerte più recenti! Hai deciso di cambiare operatore internet di rete fissa? Verifica in 2 minuti la copertura per la fibra ottica FTTC ed FTTH allo 06.948.080.95 (o Richiamata Gratuita)!

Aggiornato in data

Le ultime News Internet