Contatore Enel Luce Rossa Fissa: cosa significa e cosa fare?

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Voltura, Subentro o Allaccio?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Scopri cosa significa la luce rossa fissa sul contatore Enel, come funziona il dispositivo, cosa fare in caso di malfunzionamento e quali informazioni può riportare il display.
Scopri cosa significa la luce rossa fissa sul contatore Enel, come funziona il dispositivo, cosa fare in caso di malfunzionamento e quali informazioni può riportare il display.

La luce rossa fissa del contatore Enel può rappresentare un errore o un'interruzione della fornitura. Con la sostituzione dei vecchi contatori da parte dei vari distributori di zona, l'utente ha a disposizione apparecchi con soluzioni smart, dotate di un display intuitivo e facile da usare. In questo articolo trovi tutte le spiegazioni e soluzioni per il contatore Enel con luce rossa fissa!


Cosa sapere della luce rossa fissa del contatore Enel

Nel contatore Enel la luce rossa fissa può essere sinonimo di una problematica. Prima di capire il significato di questo segnale, può esserti utile analizzare la struttura del contatore e capire dove guardare per la ricerca di queste spie.

Innanzitutto il modello di contatore Enel elettronico è solitamente di colore bianco e presenta in alto al centro un pratico display. Questo piccolo schermo può comunicare molte informazioni al cliente e al fornitore. Ad esempio, a destra c'è il pulsante dedicato alla lettura, schiacciandolo puoi consultare i dati relativi ai tuoi consumi nelle differenti fasce orarie.

Invece a sinistra sono presenti due LED di colore rosso, che possono fornire dettagli sul consumo di energia. La prima luce LED in alto indica l'energia attiva (quindi quella effettivamente consumata) mentre la seconda in basso l'energia reattiva (quella assorbita per pochi istanti dai dispositivi elettronici della casa).

Nello specifico, se lampeggiano entrambi i LED significa che il dispositivo è attivo e si sta consumando energia elettrica. Quindi se i LED sono accesi a intermittenza non c'è dubbio che la fornitura sia in atto e l'elettricità venga erogata.

Chi è il proprietario dei contatori Enel? L'azienda che si occupa della gestione e della manutenzione dei contatori Enel nella maggior parte dei comuni italiani è E-Distribuzione. Verifica, in basso, il tuo distributore di zona.

Il distributore locale di energia elettrica e del gas cambia da un comune all'altro. Inserisci il Cap o il Comune e trova il tuo!

  • Affile(00021)
  • Agosta(00020)
  • Anticoli Corrado(00022)
  • Arcinazzo Romano(00020)
  • Arsoli(00023)
 

Cosa significano le due luci rosse fisse sul contatore Enel

Oltre alle spie lampeggianti, può succederti di avere il contatore Enel con luce rossa fissa. In questo caso l'informazione che sta inviando il macchinario è che non viene erogata, e quindi consumata, energia elettrica da almeno 20 minuti all'impianto di riferimento.

Nonostante questo, non è detto che il segnale sia dovuto a un guasto o a una problematica. Semplificando, la luce rossa fissa sul dispositivo può anche segnalare un'interruzione momentanea di corrente presso la propria utenza. Se vuoi verificare il contatore Enel luce rossa fissa senza corrente è sufficiente:

  1. recarti al contatore;
  2. controllare le spie LED rosse;
  3. se la luce rossa è fissa consultare il display;
  4. verificare se è presente un simbolo triangolare.

Se quest'ultimo dettaglio è presente nello schermo potrebbe trattarsi di un problema di cui deve occuparsi il fornitore o il distributore. Un esempio pratico è un guasto all'infrastruttura o lavori di manutenzione in corso.

Triangolo Contatore Enel Guasti
Triangolo Contatore Enel

Un altro caso molto frequente è invece il blackout dell'impianto, provocato ad esempio dal superamento della potenza massima disponibile e citata nel contratto. A volte quest'ultima casistica è segnalata sul display ed è sufficiente resettare il contatore per poter ritornare ad avere l'energia elettrica in casa.

Qual è la potenza del contatore Enel? Solitamente per un uso domestico il contatore Enel ha una potenza impegnata di 3 kW e la potenza massima che il contatore è in grado di sopportare è di 3,3 kW negli impianti domestici. Infatti questo valore puoi calcolarlo aggiungendo il 10% della potenza impegnata.

Come resettare il contatore Enel

Se il tuo contatore Enel ha due luci rosse fisse a sinistra del display, potresti dover procedere al riavvio del dispositivo. Prima di farlo, accertati che il motivo dell'interruzione della corrente sia l'utilizzo di energia superiore alla potenza massima prevista dal contratto. In seguito, per resettare il contatore Enel ti basta seguire pochi semplici passaggi:

  1. recati al contatore Enel della tua fornitura;
  2. premi il pulsante blu o nero presente sotto il display a destra;
  3. tieni premuto fino alla modifica del messaggio sul display da "ConnEct" a "EntEr";
  4. rilascia il tasto;
  5. attendi il clic del relay che commuta.

In questo modo si riavvia il contatore Enel. Presta attenzione alle luci rosse, che dovranno tornare lampeggianti per mostrare che la fornitura sia attiva e il funzionamento del dispositivo corretto.

Chiama Selectra e i nostri consulenti ti aiuteranno a verificare la copertura Parla con un esperto energia

Se vuoi maggiori informazioni sul tuo contatore, contatta Selectra al numero 02 947 553 3902 947 553 39.

Cosa fare se il contatore Enel non funziona

Se hai notato che il contatore Enel luce rossa fissa inferiore non funziona, presenta un guasto o il display non comunica correttamente i consumi, devi contattare il servizio di pronto intervento E-Distribuzione al numero 803.500. Questo recapito, attivo 24 ore su 24 e tutti i giorni dell’anno, è dedicato a:

  • Segnalazioni di guasti sulla rete o al contatore.
  • Interruzioni della fornitura.
  • Guasti e anomalie.
  • Situazioni di pericolo.
  • Perdite di gas.

Ricorda però che se dovessi riscontrare un guasto all'impianto domestico questo numero non è quello adatto. In questo caso dovrai chiedere l'intervento di un elettricista privato in quanto l'ambito di intervento del distributore è fino al contatore.

Vuoi altre informazioni sul Pronto Intervento E-Distribuzione? Leggi anche "E-Distribuzione Contatti, Cambio Contatore e Numero Enel Guasti" e approfondisci le modalità di contatto e segnalazione del distributore energetico.

Domande frequenti sul contatore Enel

Come funziona il contatore Enel?

Innanzitutto è bene fare una distinzione tra due modelli di contatore Enel: meccanico ed elettronico. Il primo è la tipologia più obsoleta e meno pratica, per questo motivo è in atto una procedura di sostituzione dei vecchi contatori. Il secondo invece ha un display digitale con informazioni dettagliate sulla fornitura e sui consumi.

Il primo modello di contatore era elettromeccanico e attraverso un disco metallico comunicava la corrente e la potenza impegnata. Il contatore Enel elettrico invece ha cambiato radicalmente il modo di comunicare tra il fornitore e il cliente. Infatti attraverso questo dispositivo è iniziata una campagna di telegestione atta a eseguire molte operazioni comodamente da remoto. Alcuni esempi possono essere l'attivazione del contatore e l'aumento di potenza minima richiesta.

Il nuovo contatore è anche più semplice da capire e da utilizzare. Con il pratico display e i tasti laterali puoi svolgere diverse operazioni. Prima tra tutte è l'autolettura attraverso le tre fasce orarie: F1, F2, F3.

Come si legge il contatore Enel?

Il contatore Enel digitale è semplice da leggere e da utilizzare. Tra le informazioni che puoi trovare in sequenza premendo il tasto di lettura ci sono:

  • Il codice identificativo dell'utenza composto da 9 cifre e che compone il Numero Cliente;
  • La fascia oraria al momento della lettura;
  • La potenza assorbita in kW, disponibile in alcuni modelli di contatori di ultima generazione;
  • Data e ora;
  • La lettura dei consumi per fasce orarie (come A1, A2, A3 o 1, F2, F3) con relative potenze massime (P1, P2, P3).

Grazie a questi dati non solo puoi comunicare ai fornitori informazioni sulla tua utenza di casa, bensì puoi persino verificare e controllare i tuoi consumi in ogni momento. Così, capire quanta energia hai effettivamente consumato richiede solo pochi minuti.

Come verificare il corretto funzionamento del contatore Enel?

Se hai dubbi sul corretto funzionamento del contatore Enel, nonostante le luci rosse lampeggianti puoi richiedere una verifica al fornitore o al distributore E-Distribuzione.

Ad esempio, se hai una fornitura in bassa tensione e ti sembra che i consumi siano errati, puoi presentare la domanda per l'intervento di tecnici specializzati. Una volta compilata la richiesta puoi prendere un appuntamento con gli operatori autorizzati.

Ricorda che nel caso in cui il contatore Enel risulti ben funzionante dovrai pagare il costo di intervento, che è previsto dalla Delibera ARG/elt 654/15. Solitamente il costo è di 48,69€+ IVA per il contatore dell'energia elettrica, mentre il gas cambia a seconda del prezziario del distributore.

Per parlare con un operatore di E-Distribuzione utilizza il numero di pronto intervento gratuito 803.500. In alternativa contattata Enel al numero verde 800.900.860.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche