La fine del mercato tutelato farà aumentare le bollette?

Aggiornato in data
min di lettura
Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 22 Aprile 2024?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 22 Aprile 2024?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

fine mercato tutelato bollette

Con la fine del mercato tutelato, le famiglie si chiedono quali saranno gli effetti di questo importante cambiamento del mercato energetico italiano. Il passaggio al mercato libero farà schizzare alle stelle il costo delle bollette di luce e gas?

Se con la chiusura del mercato tutelato, per l’energia elettrica i clienti domestici non vulnerabili avranno di fronte a sé un'altra possibilità, rappresentata dal Servizio a Tutele Graduali, per il gas la situazione appare invece molto diversa. Facciamo il punto della situazione in questo articolo.

Fine del mercato tutelato: e adesso?

Come ormai noto, il 2024 è l’anno definitivo per la chiusura del mercato tutelato. Se per il gas questo passaggio si è già verificato all’inizio dell’anno, per la fornitura della luce sarà necessario attendere luglio 2024. Tutti i clienti domestici non vulnerabili sono interessati dalla chiusura del mercato tutelato, dopo il quale gli utenti avranno a disposizione diverse opzioni:

  1. Luce e gas: Scegliere l’offerta più vantaggiosa nel mercato libero
  2. Gas: restare con lo stesso fornitore del mercato libero ma con un’Offerta Placet Fine Tutela
  3. Luce: passare al Servizio a Tutele Graduali

Di fronte a questi scenari, la preoccupazione dei cittadini riguarda la proiezione del prezzo delle bollette: in che modo la fine del mercato tutelato e l’ingresso nel mercato libero influenzerà i costi sostenuti dalle famiglie? Una preoccupazione che, in effetti, è stata accolta anche dalla politica, che ha deciso di introdurre una costante attività di monitoraggio sul lavoro degli operatori e sull’andamento dei prezzi:

Gli utenti interessati dal passaggio al mercato libero saranno destinatari di una specifica campagna informativa, nonché i principali beneficiari di una costante attività di monitoraggio sulle attività degli operatori e sull’andamento dei prezzi definita dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA), in collaborazione con il Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica e con il coinvolgimento delle associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative.

Comunicato Stampa Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2023

Bollette del servizio a tutele graduali

Per quanto riguarda il passaggio al servizio a tutele graduali, il funzionamento della gara per la selezione degli operatori incaricati potrebbe già stimolare un sospiro di sollievo nei consumatori che si avvieranno alla fine del mercato tutelato dell’elettricità a luglio 2024.

Infatti, la selezione si è basata su aste al ribasso in cui i diversi competitor si sono sfidati sulla quota di commercializzazione fissa definita dal venditore: questo sistema ha stimolato la concorrenza, favorendo la spinta a ribasso delle condizioni contrattuali.

Secondo le stime di ARERA, con il servizio a tutele graduali ci sarà un risparmio in media di 73 euro all’anno.

Una cifra a cui andrebbero aggiunti, secondo Il Sole 24 Ore, 58 euro per l’azzeramento degli oneri dei contratti di tutela, per un totale di 130 euro. Va tuttavia sottolineato che le condizioni contrattuali saranno pubblicate in maniera definitiva solamente a giugno e che dunque fino ad allora non è possibile dire con sicurezza a quanto ammonterà il risparmio per gli utenti.

Che cos’è la quota di commercializzazione fissa (PCV)?

La componente PCV corrisponde ai costi fissi sostenuti dalla società venditrice di energia per svolgere tutte le attività di gestione commerciale del cliente.

In ogni caso, i clienti domestici già passati al mercato libero dell’elettricità potranno rientrare al servizio di maggior tutela fino a giugno 2024. rivolgendosi direttamente all’esercente il servizio di maggior tutela del proprio Comune.

Come funzioneranno i contratti del Servizio a Tutele Graduali?

Le condizioni contrattuali del Servizio a Tutele Graduali corrispondono a quelle offerte a Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela (offerte PLACET).

  1. Tempistiche di fatturazione: bimestrale
  2. Garanzie richiesta al cliente: nessuna nel caso di pagamento tramite domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito; in tutti gli altri casi, addebito del deposito cauzionale, nella prima bolletta, pari a €11,5 per ogni kW di potenza contrattualmente impegnata
  3. Modalità di pagamento: domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito oppure bollettino

Bollette del gas: come cambieranno?

Diversa, invece, la situazione per i clienti domestici non vulnerabili del gas. Secondo le stime del Codacons, il passaggio al mercato libero del gas potrebbe essere particolarmente salato scegliendo un contratto a prezzo fisso: la bolletta media del gas con le migliori offerte fisse presenti nel Portale Offerte di Arera sarebbe di 1.905,43 euro annui a nucleo, più pesante del 14,56% rispetto alla bolletta media stimata per gli utenti che rimarranno nel mercato tutelato. Insomma, per evitare stangate al momento sarebbe consigliato virare verso una tariffa indicizzata sull’andamento del PSV o il TTF.

Prendendo in considerazione la media delle offerte fisse monitorate dall’Indice Selectra, scegliere un’offerta a prezzo indicizzato può far risparmiare fino al 30% sul prezzo della materia prima gas rispetto all’optare per un’offerta a prezzo fisso. Questo può tradursi in un risparmio di circa 50 euro al mese.

Insomma, per quanto riguarda il gas, al momento sembrerebbe più conveniente orientarsi su tariffe indicizzate, scegliendo quelle con uno “spread” contenuto e un prezzo di commercializzazione sotto i 10€/mese.

Che cos’è lo spread?

Lo spread è un contributo al consumo che viene applicato dal fornitore e stabilito in base alle dinamiche di mercato. Si tratta di una componente della spesa della materia energia per le offerte variabili.

Mercato libero: come contenere le bollette?

Il sistema concorrenziale che regola il mercato libero può, in generale, offrire buone occasioni di risparmio per i consumatori che, con qualche accortezza e scelta oculata possono sottoscrivere un contratto vantaggioso.

Per quanto riguarda il gas, le voci dell’offerta a cui è necessario fare maggiormente attenzione sono il prezzo materia prima gas (che sarà applicato ai consumi) e il costo di commercializzazione e vendita, partendo dal presupposto che è necessaria una conoscenza accurata delle proprie abitudini di consumo per fare la scelta giusta.

Per esempio, chi ha consumi bassi, può scegliere un fornitore che applica un prezzo di commercializzazione più basso possibile. Viceversa, chi ha consumi alti dovrà confrontare i fornitori sulla base del prezzo materia prima gas per contenere i costi. In ogni caso, abbiamo raccolto le migliori offerte del momento.

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti
POSIZIONENOME OFFERTASPESA* (€/mese)
Primo Posto Primo posto
Logo Sorgenia

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas

LUCE: 43€ 
GAS: 76€

Attiva Online02 947 587 71
Secondo Posto

Secondo Posto

Logo Nen

NeN Special 48 Luce e Gas

LUCE: 45,8€ 
GAS: 76,5€

Attiva OnlineAttiva Online
Terzo Posto

Terzo Posto

Logo Eni

Eni Plenitude Trend Casa Luce e Gas

LUCE: 49,8€ 
GAS: 80,5€

Attiva Online06 948 080 40

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 96€, con Eni Plenitude hai uno sconto di 12€ se scegli la domiciliazione, mentre con Sorgenia lo sconto è di 40€ ad utenza attivata + 110€ se aggiungi anche la fibra.

Se sei interessato a una di queste 3 offerte top del momento e vuoi ricevere maggiori informazioni chiama il numero 02 947 553 39.

Le news aggiornate del mercato energia: