Eni Plenitude: a Marzo 2022 la svolta di Eni

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Difenditi dal caro bollette e risparmia oltre 658 € all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Confronta e risparmia oltre 658 € all'anno su Luce e Gas, è Gratis!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Eni lancia Plenitude a marzo 2022: perché questo rebranding?

A marzo 2022 è previsto il lancio di Eni Plenitude, il nuovo marchio Eni volto alla sostenibilità ambientale e al mondo della mobilità elettrica. Con questa operazione di rebranding Eni Luce e Gas pone un maggiore accento alla tematica  delle energie rinnovabili e la decarbonizzazione.


Cosa è Plenitude?

Annunciato alla fine del 2021 il cambiamento diventa ufficiale: Eni lancia Plenitude. È in arrivo un nuovo logo, frutto di un'operazione di rebranding notevole da parte della multinazionale. A confermare la modifica del nome è stato l'amministratore delegato di Eni SpA Claudio Descalzi a novembre 2021, che ha portato alla conferma del nuovo amministratore delegato di Eni Plenitude SpA, Stefano Goberti.

Cosa succede a Eni gas e luce? Niente, cambia nome e cambiano alcune caratteristiche aziendali. Nonostante questo, i clienti che hanno attiva la fornitura con l’azienda potranno continuare a usufruire delle condizioni del contratto sottoscritto e delle offerte, solo avranno un cambio di logo Plenitude in bolletta.

Fondamentalmente questo cambiamento si basa sulla voglia di investire nelle nuove tecnologie, nelle risorse rinnovabili e in una proposta di mercato che sia in grado di fondere questi due aspetti. Per raggiungere questo obiettivo si combinano all'interno dei pacchetti per clienti privati o per il mondo business delle alternative per ridurre l'impatto sull'ambiente e sulla comunità.

Plenitude Eni significato: qual è? Il sostantivo “Plenitude” in inglese significa chiarezza, completezza. Sicuramente alla base della scelta di questo nome c’è l’inserimento della parola “Eni” nel nuovo logo, in modo da non dimenticare le origini dell’azienda.

Perché Eni cambia nome?

Il cambio di nome Eni Plenitude deriva dalla mission della multinazionale di reinventarsi e di anticipare le tempistiche di transazione ecologica. Difatti la Commissione Europea ha definito un piano per la decarbonizzazione dell’economia entro il 2050, che si basa sull’abbattimento delle emissioni di CO2 nell’aria e sulla diminuzione dell’effetto serra. L'AD di Plenitude Stefano Goberti ha commentato questa decisione così:

Possiamo essere i migliori alleati delle persone nell’affrontare la transizione energetica.

Per raggiungere l'obiettivo sono state ipotizzate diverse tappe, tra cui un taglio della CO2 entro il 2030 del 55%. La strategia di Eni Plenitude è quella di seguire l'Agenda 2030 dell'ONU e anzi di anticiparla, diventando un alleato per la lotta al cambiamento climatico. La mission aziendale si divide in due grandi obiettivi:

  1. garantire l'accesso ai clienti ad una energia green, sicura ed efficiente;
  2. ridurre le emissioni impattanti sul clima, contrastando il riscaldamento globale e seguendo le indicazioni dell'Accordo di Parigi.

Plenitude rappresenta così "l'Eni del futuro", che sarà ancora più sostenibile, più digitalizzata e con un ruolo fondamentale a livello globale nel mondo dell’energia rinnovabile. 

Oltre agli investimenti sulla mobilità elettrica, vengono già improntati modelli di business basati sulla circolarità, sull’uso di biogas e sul riciclo degli scarti. Infine vengono rafforzate le produzioni delle bioraffinerie, con l'obiettivo di circa 2 milioni di tonnellate entro il 2024 e un aumento di 5 volte entro il 2050.

Quindi come si chiama adesso Eni gas e luce? Da marzo 2022 Eni gas e luce non avrà più questo nome, ma sarà semplicemente Plenitude.

Cosa comporta il cambio in Eni Plenitude Spa?

Anche dalle recensioni degli utenti online, l'impegno di Eni gas e luce nella sostenibilità e nello sviluppo delle energie sostenibili viene descritto come un punto di forza dell'azienda, soprattutto nella comparazione con altri fornitori.

Eni Plenitude continua questo percorso, anzi lo accelera attraverso gli investimenti in nuove tecnologie e nei pacchetti che rendono le scelte di ogni giorno più sostenibili, sia per l'individuo, che per la comunità e il pianeta.

Nuovo Plenitude logo lanciato a fine 2021 (luce-gas.it  23-02-22)
Nuovo Plenitude logo lanciato a fine 2021

Oltre al cambio dell'Eni Plenitude logo previsto per marzo 2022, il rebranding è definito anche per l'estero, ad esempio in Spagna e in Francia nel 2023. Un altro aspetto fondamentale della nuova società è l'Eni Plenitude IPO, cioè l'Offerta Pubblica Iniziale, che permette di mantenere una certa stabilità in borsa nonostante il cambiamento importante. Presentata al mercato, la newco IPO Eni combina il mercato delle rinnovabili, retail gas e luce e mobilità elettrica.

L’IPO di Plenitude è un caposaldo nella nostra strategia di decarbonizzazione e un passaggio fondamentale della trasformazione in atto in Eni. La transizione energetica è prima di tutto una sfida tecnologica. Oggi, per valorizzare le nostre soluzioni e liberare il loro pieno potenziale, stiamo creando veicoli aziendali indipendenti, come Plenitude, con strutture finanziarie pienamente ottimizzate. Questa società attirerà nuovo capitale, libererà valore e accelererà la transizione energetica. Tramite l’IPO, puntiamo a liberare più risorse per offrire maggiori ritorni ai nostri azionisti e disporre di capitale aggiuntivo per la transizione energetica.

Claudio Descalzi, Amministratore Delegato di Eni SpA

Quali sono le caratteristiche di Eni Plenitude?

Alcune caratteristiche di Plenitude sono già state anticipate. Senza dubbio un aspetto fondamentale con questo lancio da parte di Eni è lo scopo di rappresentare il futuro del settore energetico. Questo nuovo nome e sistema di business è innovativo, sostenibile e coraggioso, tre caratteristiche che il Gruppo Eni continua a volere per la propria azienda.

Anche da un punto di vista finanziario il rebranding è stato pensato in ogni dettaglio, ad esempio sono stati definiti i parametri di ritorno sugli investimenti in modo piuttosto rigido. Questo aspetto consentirà alla società di essere rapidamente indipendente da Eni Spa.

In aggiunta a questo è stato previsto un Modello ESG, cioè in piano di investimenti che si basano su più elementi, ad esempio sociali e ambientali. Questo serve a valutare le aziende e le partnership secondo più caratteristiche e favorendo una crescita degli stakeholder.

  • Eni Plenitude presenta diverse caratteristiche, come:
  • L'investimento delle fonti di energia rinnovabile;
  • La formulazione di soluzioni energetiche green ed ecologiche per i consumatori;
  • La proposta di alternative sostenibili come valore aggiunto alla commercializzazione di luce e gas;
  • L'educazione del cliente alla sostenibilità e alla responsabilità sociale.

Eni Plenitude basa il proprio lancio anche sugli oltre 10 milioni di clienti ereditati da Eni gas e luce, che non subiranno alcun cambiamento se non per il logo di riferimento. Di questi più di 7,8 milioni sono utenze attive in Italia e che utilizzeranno energia proveniente da fonti rinnovabili al 100%.

Infine un aspetto importante della nuova filosofia aziendale di Plenitude è la trasformazione del cliente da consumatore a produttore.. Quindi il cliente non è più solo un consumatore passivo, bensì può essere incluso nella produzione di energia, ad esempio attraverso impianti fotovoltaici o eolici. Così può partecipare attivamente alla riduzione del proprio impatto sull'ambiente.

Plenitude lavora con noi: come inviare una candidatura? Al momento il sito di Plenitude non è ancora stato lanciato. Nonostante questo, se seguirà le caratteristiche di Eni gas e luce, è probabile che ci sarà una sezione dedicata alle posizioni aperte e alle candidature.

Eni Plenitude azioni per la mobilità elettrica: quali sono i progetti?

Tra gli obiettivi di Eni Plenitude Spa c'è senza dubbio l'investimento nella mobilità elettrica. Per farlo l'azienda ha già acquisito Be Power, in modo da presentarsi da subito come leader delle ricariche per i veicoli elettrici.

Questa mission non si limita al territorio italiano, bensì anche già generale in quello europeo con oltre 6.500 punti di ricarica già installati. Al momento è già il secondo operatore più diffuso in Italia e per continuare questa crescita sono previsti oltre 27.000 nuovi punti di ricarica da installare entro il 2025.

Le strategie di Plenitude, anche in ambito di mobilità elettrica, si basano su tre fattori principali:

  1. l'investimento nei paesi che hanno investito per molti anni nelle fonti energetiche sostenibili e rinnovabili;
  2. l'aumento delle competenze specialistiche all'interno dei Paesi dove Eni Gas e Luce è già presente;
  3. le collaborazioni preesistenti e le nuove partnership con stakeholder ecologici e presenti sul territorio.
Aggiornato in data

Le ultime News dal mondo Luce e Gas