Confronta, Scegli e Risparmia! Chiama lo

02.947.553.39 Fatti Richiamare

Risparmiare energia elettrica a casa: 10 ottimi consigli

Risparmia Internet con Selectra

Mercato Libero o Tutelato?

Confronta le offerte con un nostro consulente e risparmia fino a 150€ sulla Bolletta Luce e Gas! Servizio gratuito e attivo lun-ven dalle 8:30 alle 20 e il sab dalle 9 alle 13

Come risparmiare Energia a casa

Come Risparmiare Energia a Casa: 10 consigli da non sottovalutare

Il risparmio energetico è ormai diventato un’esigenza di molte famiglie non solo per rispondere alle problematiche ambientali che sono sotto gli occhi di tutti ma anche per ragioni economiche, per alleggerire i costi sulle nostre bollette. Vediamo insieme qualche piccolo accorgimento con cui sarà più facile riuscire a ridurre i consumi energetici della tua famiglia e rendere più leggere anche le tue spese mensili.

  • In breve
  • Ridurre i consumi energetici aiuta l’ambiente e alleggerisce i costi sulla tua bolletta.
  • Investire in efficienza energetica ti aiuta a risparmiare.
  • Scopri le offerte che ti aiutano a risparmiare energia a casa! Chiama lo 010.848.01.61 oppure usa il servizio gratuito di richiamata.

Come ridurre il consumo energetico in casa?

ridurre i consumi energetici in casa

Le abitudini domestiche di ognuno di noi incidono notevolmente sul consumo energetico in casa e di conseguenza sui costi della bolletta: dal tenere il frigorifero aperto per più di 10 minuti mentre si cerca da mangiare al lasciare aperto il rubinetto dell’acqua mentre ci si lavano i denti.

Per ridurre i consumi e risparmiare soldi ed energia, ci sono tanti piccoli accorgimenti che si possono tener presenti, come spegnere le luci, effettuare i lavaggi di stoviglie e dei panni a pieno carico e a temperatura ridotta, che ti aiuteranno non solo ad abbassare il costo delle bollette ma anche a ridurre l’impatto dei tuoi consumi sull’ambiente.

Vediamo allora qualche trucchetto da adottare per risparmiare energia elettrica in casa.

#1 - Il calcolo del consumo elettrico è importante!

La prima regola da ricordare per alleggerire un po’ i costi in bolletta è quindi consumare meno energia. In ogni famiglia si può riuscire a risparmiare energia usando qualche trucchetto e adottando alcune buone abitudini di consumo. Ma da dove partire?

A questo scopo è utile calcolare il consumo elettrico del tuo nucleo familiare: se vuoi risparmiare e abbassare la tua bolletta dell'energia elettrica, ti sarà utile sapere quanti kW/h consumano i tuoi elettrodomestici e quali sono i più costosi, così da limitarne l’impiego o l’utilizzo prolungato.

Per calcolare il consumo elettrico di un elettrodomestico dovrai prendere il valore della potenza - espressa in Watt (W) o Chilowatt (kW) - che trovi segnalato sull’etichetta esposta sullo strumento, e moltiplicarlo per il tempo di utilizzo giornaliero. Attenzione però: il calcolo del consumo in questo caso potrebbe non essere completamente accurato, perché gli elettrodomestici che teniamo in casa non usano quasi mai la potenza massima espressa dall’etichetta. Per un’analisi più accurata del consumo elettrico, sono disponibili in commercio veri e propri misuratori di energia elettrica da inserire tra la presa del muro e l’elettrodomestico, per calcolarne il reale consumo.

#2 - Impara a leggere le etichette degli elettrodomestici

classi efficienza energetica

Sei alle prese con l'acquisto di un nuovo elettrodomestico? Per ridurre i consumi della la tua famiglia è importante prestare attenzione all'etichetta energetica che trovi esposta su ogni dispositivo elettrico. Indica, infatti, la classe energetica: si tratta di una “classifica” dei consumi dei vari apparecchi per kW/h, dalla classe A alla classe G.

Per legge i venditori devono esporre sugli elettrodomestici queste etichette in modo da rendere più consapevole il cliente in procinto di comprarli. Tieni a mente che tra le classi energetiche quella più sostenibile è quella indicata con la lettera A+++; mentre la peggiore è la lettera G.

#3 - Spegni gli apparecchi elettrici che non stai utilizzando

Ricordati di scollegare tutti gli elettrodomestici, come ad esempio il televisore, se non li stai usando o prima di uscire di casa. Purtroppo diversi elettrodomestici ed apparecchi elettronici consumano energia anche se non sono in funzione. Un consiglio che puoi tenere a mente in questo caso è quello di collegarli a una presa multipla dotata di interruttore: quando la presa è spenta toglie in automatico l'alimentazione ai dispositivi che vi sono attaccati.

#4 - Non sperperare energia

Alcuni elettrodomestici, come il frigorifero, non vengono quasi mai spenti. Come fare in questi casi a non sperperare inutilmente energia? Proprio nel caso del frigorifero, una regola generale da seguire quando si parla di risparmio energetico è aprire l’elettrodomestico solo quando è strettamente necessario, evitando lunghe pause di contemplazione del suo contenuto. Ricordati inoltre di non mettere nel frigo cibi ancora troppo caldi: lo sbalzo termico che si produce in questo modo comporta un maggior consumo da parte dell’elettrodomestico.

Confronta le offerte luce e gas! Riduci i costi in bolletta cambiando fornitore! Chiama lo 02.947.553.39 per confrontare le offerte più vantaggiose oppure fatti richiamare gratuitamente!

#5 - Condizionatori e riscaldamento

I condizionatori come gli impianti di riscaldamento e raffreddamento dell’aria delle abitazioni solitamente alzano di molto il costo sulla bolletta dell’energia elettrica. Tuttavia, si possono adottare alcuni accorgimenti strategici per risparmiare un po'.

In entrambi i casi, ricordati di evitare di aprire le finestre mentre sono in azione per evitare di disperdere il calore o l’aria fredda. Durante l’inverno può essere utile ridurre la temperatura del riscaldamento anche solo di un paio di gradi e soprattutto non coprire i termosifoni con tende o mobili che impediscono la diffusione del calore. Anche investire nell’acquisto di caldaie ad alta efficienza o pompe di calore è un’ottima idea per risparmiare e aiutare l’ambiente. In estate invece puoi limitare l’uso del condizionatore non impostandolo a temperature troppo basse: 24-26° in genere sono sufficienti per contrastare il caldo.

#6 - Usa l’illuminazione a LED

Lampadine LED e risparmio energetico

Investire in efficienza energetica è un ottimo modo per risparmiare sull’energia e ridurre i consumi. Anche se lampadine LED costano di più al momento dell’acquisto, sono in realtà fonte di energia a basso consumo energetico e durano più a lungo delle lampadine tradizionali.

#7 - Le fasce orarie a prezzo ridotto

Ricordati che sia nel mercato tutelato che nelle offerte del mercato libero, durante le ore serali - in fascia F3 - l’energia costa di meno e quindi conviene approfittarne, quando possibile. Facendo un piccolo sforzo, si può ottenere un risparmio in bolletta decidendo di attivare determinati elettrodomestici solo nelle fasce meno care.

Le fasce orarie
F1: le ore di punta
  • Da lunedì a venerdì, dalle 8:00 alle 19:00
F2: le ore intermedie
  • Da lunedì a venerdì, dalle 7:00 alle 8:00 e dalle 19:00 alle 23:00
  • Sabato, dalle 7:00 alle 23:00
F3: le ore fuori punta
  • Da lunedì a sabato, dalle 00.00 alle 7.00 e dalle 23.00 alle 24.00
  • Domenica e festivi, tutte le ore

#8 - Usare lavatrice e lavastoviglie

Ricorda che non è consigliabile accendere la lavatrice e la lavastoviglie quando sono ancora semivuote: conviene farle partire a pieno carico, possibilmente con cicli brevi. Per quanto riguarda nello specifico la lavatrice è consigliabile inoltre fare lavaggi a temperature non troppo elevate: 40° sono sufficienti per il lavaggio dei vestiti e un carico oltre quella soglia può farti spendere addirittura il doppio. Quando riesci puoi anche impostare il programma a 30° o quello “eco”.

#9 - Le agevolazioni fiscali della legge di Bilancio 2019

Incentivi statali per il risparmio energetico

Non dimenticarti degli incentivi statali. Non se ne sente parlare molto spesso ma esistono diverse agevolazioni fiscali per i contribuenti che decidono di effettuare interventi di efficientamento energetico per le loro abitazioni. Questo perché la Legge di Bilancio 2019 (legge n.145 del 30 dicembre 2018) ha prorogato fino al 31 dicembre 2019 la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Si tratta in effetti di uno strumento molto utile dal punto di vista del risparmio: in questo modo chi vuole effettuare una manutenzione della propria abitazione in termini di efficienza sia ordinaria che straordinaria, può farlo con il supporto dello Stato. In particolare, le detrazioni sono valide se le spese sono state utilizzate per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  • il miglioramento termico dell’edificio (nei casi di coibentazioni, pavimenti, finestre comprensive di infissi);
  • l’installazione di pannelli solari;
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

È l'Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile (ENEA) che effettua i controlli, sia tramite i documenti sia facendo sopralluoghi, per verificare che ci siano effettivamente le condizioni necessarie per usufruire delle agevolazioni fiscali.

#10 - Tieni d’occhio le offerte sul mercato più vantaggiose

Uno dei metodi più efficaci per risparmiare sul gas e sull’energia a casa è sicuramente quello di prestare attenzione alle offerte presenti sul mercato. È fissata per il 2020 la fine del mercato tutelato e l’ingresso definitivo di tutti nel mercato libero. Soprattutto in vista di questo nuovo appuntamento sarà utile tenere d’occhio le nuove offerte di luce e gas proposte dai vari fornitori. Per scoprire qual è la compagnia elettrica o di gas meno cara chiama lo 010.848.01.61 o scegli la richiamata gratuita: verrai guidato nella scelta della fornitura tra alcune delle offerte più convenienti.

Aggiornato in data