Antifurto Casa senza fili: come funzionano i sistemi di Allarme Wi-Fi

antifurto-gestito-da-smartphone
Un Antifurto Senza Fili garantisce il controllo della tua casa anche da lontano

Un antifurto wireless integra dispositivi digitali e meccanici con un sistema senza fili, i cui elementi interagiscono attraverso segnali radio. In una casa domotica è sicuramente la soluzione ottimale poiché, come gli altri dispositivi smart, questo tipo di antifurto è gestibile da smartphone e tablet.


  • In Breve
  • L'antifurto per casa wireless è preferito rispetto a quello filare per la velocità di installazione e il minor impatto sull'edificio.
  • Il kit base dell'antifurto per la casa senza fili è composto da centralina, sensori e dispositivi per la segnalazione (prima fra tutti, la sirena).
  • La sicurezza dipende soprattutto dalla qualità dell'impianto: confrontiamo qualche marchio.

Come funziona un antifurto senza fili?

Scelta più economica e veloce nell'installazione, l'antifurto per la casa wireless è preferito rispetto a quello filare perché non ha bisogno di opere murarie per far passare canaline e fili. Li abbiamo messi a confronto in questa tabella: "Antifurto wireless o filare: quale scegliere?"

Nelle composizioni più semplici può essere collocato in casa autonomamente con il "kit fai da te"; oppure installato da tecnici professionisti. Vediamo insieme quali siano e come si strutturino gli elementi di un sistema di sicurezza smart con impianto di allarme wireless.

schema-allarme-interno
Esempio di elementi in un sistema di Antifurto Senza Fili
  1. Corpo centrale - vero e proprio "cervello" dell'apparato, ha un numero massimo di zone da controllare e consente di processare i dati criptati del sistema di sicurezza (trasmessi via radio dual band, ossia su almeno due frequenze diverse), optando per le misure più adatte a seconda della situazione. È il dispositivo che segnala subito un'effrazione inviando un sms o un'e-mail, che fa suonare l'allarme o che chiama, in automatico, le forze dell'ordine. Dotata di batteria ricaricabile, funziona anche in assenza o procurata interruzione di corrente elettrica; inoltre, è fornita di un meccanismo antisabotaggio, che entra in funzione nel caso di forzatura del pannello esterno. La centralina va sempre installata in un luogo nascosto e protetto della casa e si attiva, oltre che con la classica digitazione numerica, anche con una chiave magnetica oppure via smartphone. Gli allarmi wireless funzionano attraverso una comunicazione mobile con una Sim, come quello di Verisure.
  2. Sensori di vibrazione e movimento - sono "gli occhi" del sistema, necessari per rilevare immediatamente la presenza sospetta di qualcuno nel perimetro di casa o, ancora peggio, di intrusi all'interno dell'abitazione. Tra i più diffusi, ricordiamo Somfy e Philips Lighting Hue. Sono loro che inviano tutte le informazioni alla centrale operativa e possono essere montati sia all'interno che all'esterno. In quest'ultimo caso, devono avere una resistenza agli agenti atmosferici ‒ protezione contro pioggia, neve, grandine e vento ‒ e si caratterizzano per un sistema di circuiti più articolato. I più diffusi sono i PIR (passive infrared), sensori a raggi infrarossi che rilevano la temperatura di un corpo umano, distinguendola da quella di un animale. Alcuni sono a doppia tecnologia, cioè fanno anche un controllo successivo con le microonde elettromagnetiche. Importantissimi sono anche i sensori che delimitano l'area dell'abitazione, creando delle vere e proprie barriere wireless a raggi infrarossi (allarme perimetrale).
  3. Fondamentali anche i sensori magnetici che individuano l'apertura di porte e finestre. Utilizzando dei magneti, formano un circuito chiuso: se il contatto viene separato, il circuito si apre e invia l'allarme alla centralina. Simili a questi sono i sensori di rottura che rilevano la rottura del vetro per mezzo di un microfono incorporato in grado di riconoscere la frequenza dell'infrangersi di un vetro rotto. In ultimo, esistono i sensori d'urto, che captano urti improvvisi come quelli causati da irruzioni quali lo sfondamento di pareti o tapparelle.
  4. Dispositivi per la segnalazione - primo fra tutti, la sirena. Il forte suono emesso arriva fino a 100 decibel, avvisa i vicini che qualcuno sta tentando di entrare nella casa accanto e disturba l'intruso. Mentre il colore arancione che lampeggia permette ai passanti e, soprattutto, alle forze dell'ordine di individuare subito l'abitazione colpita. La sirena di solito si installa all'esterno dell'edificio, ma può trovarsi anche all'interno. Altro dispositivo per la segnalazione è l'invio di un alert al proprietario o alle forze dell'ordine.
  5. Videocamere - è consigliabile integrare il sistema di antifurto senza fili con videocamere di sicurezza per sorvegliare costantemente l'abitazione e fare da deterrente per i furti. Il controllo da remoto (tramite smartphone, tablet o computer) rende la videosorveglianza o TVCC (Televisione a Circuito chiuso) uno degli elementi preferiti nei nuovi sistemi smart home, in cui le telecamere di ultima generazione si connettono direttamente con il Wi-Fi e inviano in tempo reale le immagini della casa al proprietario, segnalando via e-mail, SMS o WhatsApp eventuali intrusioni o anomalie. Citando solo alcune delle case produttrici di videocamere: Arlo, BTicino e D-Link.

Hai mai sentito parlare di "riconoscimento facciale"? Alcuni modelli di videocamere sono progettati con software all'avanguardia che permettono il riconoscimento di alcuni dettagli, ad esempio la targa di un auto o un tesserino che si può mostrare al passaggio, finanche l'impostazione del riconoscimento facciale.

videocamera-di-sorveglianza-wifi
È consigliabile integrare il sistema di antifurto senza fili con videocamere di sicurezza

Vantaggi e svantaggi dell'Antifurto Wireless

Fermo restando che non esista la soluzione migliore in assoluto, poiché ogni abitazione è diversa e ciascun proprietario ha esigenze e budget personali, vediamo in sintesi gli elementi a favore o contrari rispetto alla scelta dell'antifurto per la casa senza fili.

Vantaggi Svantaggi
  • è impossibile tranciare i fili
  • il segnale aereo è intercettabile, anche se criptato
  • non sono necessarie opere murarie per l'installazione, che è quindi più economica e veloce
  • protezione limitata al numero massimo di aree consentita dalla centralina
  • è impossibile individuare la centralina se posizionata ben nascosta
  • elevato consumo di batterie se si vuole mantenere l'impianto sempre in funzione
  • gli intrusi sono individuabili prima dell'effrazione
  • il segnale può essere elemento di disturbo a livello elettro-magnetico
  • il monitoraggio è continuo anche da remoto
  • se i canali non sono settati bene, altri dispositivi possono causare interferenze
  • in caso di intrusione, l'avviso è immediato
 

Confronto tra i Kit antifurto casa Verisure, Somfy e Vimar

La sicurezza dipende soprattutto dalla qualità dell'impianto: confrontiamo qualche marchio.

kit-antifurto-verisure

Kit antifurto casa

Il sistema di allarme è personalizzato a seconda delle esigenze e delle caratteristiche dell'immobile.

A partire da 399 €
kit-antifurto-somfy

Antifurto Casa Somfy Protect Home Alarm

Attiva l'allarme prima dell'intrusione grazie ai sensori per vibrazioni IntelliTAG.

399 €
kit-antifurto-vimar

Vimar By-alarm kit

Ottimo prodotto di Vimar: predisposto per una copertura iniziale di 6 zone, può raggiungerne 24 o 64 grazie all'estensione della centrale.

€ 552,24 (IVA esclusa)
Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche