Bollette e Bonus Energia: solo il 36% degli aventi diritto lo sfrutta

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Buono Amazon 100€ se attivi oggi luce e gas con Sorgenia!

Prezzo super competitivo fisso per 1 anno: luce a 0,028 €/kWh notte e giorno e gas a 0,15 €/Smc, nessun vincolo contrattuale e sconto di 60€ se porti un amico in Sorgenia.

bollette-luce-gas

La fornitura di luce e gas in Italia, non è una novità, risulta tra le più costose e onerose per l'utente rispetto alla media europea. La Bolletta alta è determinata, in gran parte, dall'eccessiva pressione fiscale sulle forniture energetiche. Il risultato si traduce in un costo finale dell'energia elettrica e del gas tra i più salati in Europa.



  • In Breve!
  • Carico fiscale e oneri di sistema rendono le bollette italiane tra le più alte in Europa;
  • Soltanto il 36% tra gli aventi diritto gode del Bonus Energia Luce e Gas;
  • Si calcola in circa 5 milioni il numero dei "poveri energetici" in Italia.

Le bollette quindi sono alte, ok, ma il dato più sorprendente è che soltanto il 36% tra gli aventi diritto ha attivato lo "sconto", leggi Bonus Energia, in bolletta. Bollette care e scarso appello al bonus sociale può sembrare un ossimoro: ma è quanto emerge dalla sintesi proposta dalla relazione annuale dell'Arera.

Ultimo report Eurostat: II Semestre 2018

In questo frangente è calzante prendere come punto di riferimento il rapporto redatto dall'Eurostat sui costi di gas e luce a carico delle famiglie nel secondo semestre del 2018. L'Eurostat - Ufficio Statistico dell'Unione europea responsabile della pubblicazione di statiche e di indicatori di qualità a livello europeo per consentire confronti fra paesi e regioni -  ha fotografato in maniera inequivocabile come il costo delle bollette di luce e gas per le famiglie italiane risulti al di sopra della media Ue.

luce eurostat

Dal seguente grafico possiamo notare come il prezzo dell'energia elettrica in Italia si attesti con un prezzo di 21,6€ per ogni 100 kWh, di cui il 34% per tasse: proprio quest'ultima parte ha subito un duro aumento rispetto l'anno precedente. Focalizzando l'attenzione su alcuni nostri partner europei vediamo come Regno Unito, Austria, Francia godano di bollette meno care; dall'altra parte Danimarca paga 31,2 euro a famiglia, in Germania 30, in Spagna 24,8.

gas eurostat

Per il  gas il prezzo medio è di 9,5€, registrando una crescita dell'8,8%, di cui il 35% per tasse. A pagare le bollette del gas più care rispetto agli italiani sono solo le famiglie svedesi con 12,2€.

I due grafici proposti dall'Eurostat ci dimostrano un dato ben preciso: il prezzo dell'energia elettrica e del gas si muove rispettando l'andamento europeo; a gravare pesantemente il risultato finale sono la pressione fiscale e li oneri generali che risultano tra i più alti in Europa.

Caro Bollette: circa il 20% in più rispetto alla Media Ue

Il pesante carico fiscale che grava sulle forniture di energia elettrica e gas, come anche sottolineato più volte dall'Arera, a carico delle famiglie italiane, senza ombra di dubbio, costituisce uno dei principali argomenti che genera scetticismo, da parte dell'utente, nei confronti del passaggio al libero mercato. Infatti la convinzione prevalente è che, finché non si ottiene una riduzione del carico fiscale sulle bollette, qualsiasi soluzione o offerta proposta dai fornitori del libero mercato possa rivelarsi inutile.

"le bollette energetiche degli italiani sono tra le più salate, circa del 20% rispetto alla media Ue".

Carlo Rienzi, Presidente del Codacons.

Il cosiddetto "tanto non cambia niente" è un sentimento piuttosto prevalente tra i consumatori e questo rischia di limitare notevolmente il passaggio a un fornitore del libero mercato ma soprattutto tende a oscurare le potenzialità proposte dal mercato di libera concorrenza; in definitiva il passaggio al mercato libero, previsto nel luglio 2020, potrebbe rivelarsi poco attraente per le piccole utenze.

-2% l'Iva sulle bolletteProprio in questi giorni il Governo Conte Bis sta valutando l'ipotesi di tagliare di due punti percentuale l'Iva sulla bollette di luce e gas: una ipotesi che ha incontrato un trasversale appoggio ma che rischia di portare alle famiglie italiane soltanto un piccolo risparmio annuo. Qui il nostro calcolo.

Solo il 36% tra gli aventi diritto gode del Bonus Energia

A seguito delle ricostruzioni poste in sede nazionale ed europea è evidente di come a gravare pesantemente sulle famiglie italiane vi è un eccessivo carico fiscale sulle bollette energetiche. Nonostante la presenza di gravi difficoltà economiche nel paese con la presenza di circa 5 milioni di poveri energetici, il bonus energia (in tanti lo chiamano "sociale", ovvero il sostegno economico per le famiglie in difficoltà a pagare le bollette di luce, gas e acqua, viene usufruito soltanto dal 36% aventi diritto. 

Chi sono i "Poveri Energetici"?Per povertà energetica, come stabilito dall'Unione Europea, si intende l'incapacità da parte di famiglie o individui di acquistare un paniere minimo di beni e servizi energetici, con conseguenze sul loro benessere.

Logo Arera
Secondo ARERA solo 800 mila famiglie italiane godono del Bonus Energia

Tra l'altro la copertura per il bonus sociale per i clienti domestici in stato di disagio fisico o economico, è una delle componenti che caratterizza la voce degli oneri di sistema presenti in bolletta: questo significa che si tratta di un servizio che ogni utente si impegna a coprire, ad esclusione, ovviamente, di chi gode del bonus. In virtù di ciò risulta ancora più sorprendente di come l'agevolazione venga sfruttata da una percentuale di utenti così bassa.

Come descritto dalla Relazione Annuale dell'Arera, su 2,2 milioni di famiglie con una Certificazione Isee utile per l'accesso ai bonus, solo 800 mila nuclei familiari hanno effettivamente usufruito del bonus. In realtà se consideriamo che un nucleo familiare di media è composto da 3,1 componenti, la platea dei potenziali beneficiari equivale a 6,8 milioni di individui.

La proposta Arera: Bonus Energia automatico in bolletta

Lo scarso appello al bonus sociale per le forniture energetiche è legato principalmente a una limitata informazione: molto spesso, anzi la maggior parte dei casi, l'utente non è proprio a conoscenza di questa possibilità. Dall'altra parte a ostacolare di molto questa agevolazione vi è un farraginoso iter burocratico che scoraggia la richiesta da parte dell'utente. 

Come Richiedere il Bonus Energia in Bolletta?Per aiutarvi abbiamo creato una guida pratica con tutti i moduli scaricabili, da compilare e inviare. Clicca qui per leggerla ed informarti.

sii
Sistema Informativo Integrato

A causa di questa lacuna, l'Arera è intervenuta proponendo, sia al Governo che al Parlamento, di creare un collegamento automatico tramite lo scambio telematico tra la Banca Dati Inps e e le Banche Dati di Energia, Gas, Acqua (Sistema Informativo Integrato - SII). In questo modo si otterrebbe una procedura automatica nell'assegnazione del bonus: a favore di una larga platea di beneficiari e contestualmente si ridurrebbero notevolmente i costi di gestione di sistema.

Ad oggi, l'Arera ha approvato una delibera che alza la soglia del Reddito Isee da 8.107,5 a 8.256 euro sulla base dell’indice dei prezzi Istat. Un innalzamento che potrebbe sembrare irrisorio ma che estende il bonus a un numero piuttosto alto di famiglie.

Aggiornato in data

Le ultime News dal mondo Luce e Gas