Cos'è lo SPID: Come e Dove Richiedere l'Identità Digitale

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Fibra fino a 1 Giga a 25,95 € PER SEMPRE con Modem Incluso

Verifica in 2 minuti la copertura nella tua zona: servizio gratuito e senza impegno!

Offerte Internet BusinessRisparmia Internet con Selectra

Fibra fino a 1 Giga a 29,95 € PER SEMPRE con Modem Incluso

Lascia il tuo numero per essere richiamato gratis oppure scopri i dettagli!

Spid
La guida completa alla richiesta dello SPID: costi e procedure

Si sente sempre più spesso parlare di SPID, l'identità digitale necessaria per anche per l'ottenimento del reddito di cittadinanza oppure per potersi autenticare sui sistemi della pubblica amministrazione, per consultare la dichiarazione precompilata 730. Vediamo cos'è, a cosa serve e come richiederlo.


  • In breve
  • Lo SPID è un sistema di credenziali, utilissimo per accedere ai portali delle pubbliche amministrazioni;
  • Ti permette di accedere anche al portale dell'Agenzia delle Entrate, per consultare e inoltrare la tua dichiarazione 730 precompilata;
  • Per ottenere le credenziali, devi affidarti a uno dei 9 identity provider certificati e scegliere la modalità di riconoscimento: di persona, in webcam da remoto, oppure con firma digitale o con lettore di Smart Card con Tessera Sanitaria (CNS), Carta Nazionale dei Servizi o Carta di Identità Elettronica (CIE).

Cos'è lo SPID o Sistema Pubblico d'Identità Digitale?

SPID è l'acronimo di Sistema Pubblico d'Identità Digitale e costituisce un metodo di credenziali di riconoscimento per l'accesso a una serie di utilità e servizi online della Pubblica Amministrazione. L'accesso alle piattaforme delle pubbliche amministrazioni viene concesso grazie all'inserimento di un unico nome utente e una password. In sostanza, lo SPID è un sistema di identificazione e autenticazione per cittadini italiani o stranieri con permesso di soggiorno e residenti nel Paese.

A cosa serve lo SPID?

L'accesso ai portali della pubblica amministrazione tramite SPID ti consente di avere un "passepartout" che ti permette di accedere a tutti i portali delle diverse amministrazioni pubbliche. Nella pratica, a cosa serve lo SPID?

Con le credenziali della tua identità digitale puoi accedere ai portali per leggere e consultare multe e sanzioni, ti permette di pagare la TARI se possiedi un immobile o più di uno, magari, in comuni diversi. Inoltre, le credenziali SPID ti permettono di aderire a specifiche misure statali e, tra le altre, il reddito di cittadinanza e il bonus cultura di 500€ per gli studenti oppure il bonus docenti. Non solo!

Le credenziali SPID ti permettono di accedere anche al sito dell’Agenzia delle Entrate per poter consultare la tua dichiarazione precompilata (modello 730) oppure per il Modello Unico persone fisiche, nel caso di professionisti e imprese con partita iva attiva. SPID significa, quindi, semplificazione. Con un’unica “chiave” puoi accedere a tantissime “porte”, permettendo di semplificarti la vita soprattutto sotto il profilo degli adempimenti dichiarativi fiscali di tutti i giorni.

Cosa serve per avere lo SPID e come richiedere le credenziali

Se sei residente in Italia o all’Estero, al fine di ottenere le credenziali SPID, hai bisogno di:

  1. un indirizzo e-mail;
  2. un numero di cellulare (hai bisogno di una connessione voce + dati e di configurare il tuo cellulare per navigare in Internet);
  3. un documento di identità in corso di validità (carta di identità, passaporto o patente);
  4. tessera sanitaria, oppure codice fiscale (se residente all’Estero).

Qualora fossi residente in Italia, è sempre bene utilizzare la tessera sanitaria in modo da avere più supporto per il processo di verifica. Se hai già questi documenti, dovrai scegliere uno dei 9 identity provider certificati.

L'avvio della richiesta consiste in 3 fasi:

  • l'inserimento dei tuoi dati anagrafici,
  • la creazione delle tue credenziali SPID,
  • infine dovrai effettuare il riconoscimento.

L'ultima fase di verifica e riconoscimento può essere effettuata recandoti di persona presso gli uffici postali oppure, se non hai voglia e tempo di far fila, in webcam da remoto presso alcuni identity provider che offrono tale servizio con un piccolo sovrapprezzo.

Sapevi che lo SPID può risultare utile anche per luce e gas? L'ARERA, l'Autorità in ambito luce e gas ha previsto per legge a tutti i consumatori di poter accedere alle informazioni e alle letture delle proprie utenze. Per farlo, basta recarsi su Portale Consumi e accedere tramite il pulsante "Entra con SPID" presente nella home page del sito.

Dove richiedere lo SPID? La lista degli identity provider

Dove puoi richiedere lo SPID e cosa devi fare per ottenerlo? Per poter richiedere le credenziali SPID dovrai scegliere uno tra gli 'identity provider' disponibili e registrarti sul loro sito. Gli identity provider sono aziende certificate che ti consentono la registrazione al fine dell'ottenimento delle credenziali. Seppure tutti gli identity provider forniscano lo stesso servizio, hanno un meccanismo di funzionamento diverso l’uno dall'altro.

Al momento, gli identity provider certificati sono 9. Li vediamo nella tabella di seguito, insieme alle principali caratteristiche.

Gli Identity Provider certificati per la richiesta dello SPID
Denominazione

Riconoscimento di persona

Livello di Sicurezza

Riconoscimento firma digitale

Aruba.it

3

InfoCert

2

Intesa

2

Lepida

2

Namirial

2

Poste

In Ufficio Postale (gratis)
A domicilio (a pagamento)

3

Sielte

2

SpidItalia

Di persona (gratis durante eventi pubblici)

2

Tim

2

Per capire quali tra quelli sopra riportati possa esserti maggiormente di aiuto, dovresti valutare in base alla modalità di riconoscimento per te più comoda: puoi recarti di persona per il riconoscimento, oppure in remoto via webcam ma anche attraverso la CIE (Carta d'identità elettronica), la Carta Nazionale dei Servizi. Puoi navigare su ciascun identity provider tramite i link che trovi nella tabella, oppure guardare le specifiche complete.

Il riconoscimento per lo SPID: come e quando

Dopo aver scelto l'identity provider e aver provveduto alla registrazione previa compilazione dei campi online, il passaggio successivo sarà quello del riconoscimento. Il riconoscimento per lo SPID si può effettuare di persona in ufficio postale o presso gli sportelli autorizzati, a domicilio grazie a postini "identificatori" oppure in remoto grazie alla webcam del tuo computer. Entriamo più nello specifico: se, ad esempio dovessimo scegliere Aruba Id, uno fra gli identity provider più diffuso, avresti diverse possibilità per il riconoscimento:

  1. Di persona, in presenza presso uno degli sportelli convenzionati con l'identity provider;
  2. Via webcam o applicazione mobile: in questa modalità il riconoscimento viene effettuato in videochiamata con un operatore;
  3. Con la firma digitale. In questo caso hai bisogno di un lettore Smart Card oppure di una chiavetta USB contenente un certificato digitale; dovrai quindi scaricare il modulo di adesione ad Aruba Id, firmarlo digitalmente e ricaricarlo;
  4. Carta Nazionale dei Servizi (CNS) oppure Tessera Sanitaria: la tessera deve essere attiva e in corso di validità e dovrai avere un lettore di card da collegare al pc per il riconoscimento;
  5. Carta di Identità Elettronica (CIE): devi possedere un lettore NFC per il corretto riconoscimento del documento.

Come vedi, le alternative sono moltissime. Alcune metodologie di riconoscimento sono gratuite, altre a pagamento. Se non sei un informatico di buon livello ma, soprattutto, per semplificarti la vita, noi ti consigliamo le prime due alternative: riconoscimento di persona, o via webcam.

In conclusione quale identity provider conviene scegliere? Se desideri fare il riconoscimento di persona, le Poste hanno molti uffici, sparsi capillarmente sul territorio. Se sei più pigro, non hai tempo o se fare la fila alla posta non ti ha mai entusiasmato, puoi scegliere un identity provider fra quelli che offrono il riconoscimento via webcam (verifica i costi sul sito del provider).

SPID: sicurezza e OTP

In alcuni casi, potresti aver bisogno di un livello di sicurezza aggiuntivo, oltre alle normali credenziali con password. In tal caso, puoi valutare di attivare lo SPID con un livello di sicurezza ulteriore, che prevede, oltre alle normali credenziali per l'accesso, anche l'inserimento di un codice OTP (One Time Password) usa e getta. La generazione di tali codici, variabili nel tempo e da usare una volta sola, può avvenire tramite la ricezione di un SMS che contiene il codice OTP, oppure tramite apposite card digitali che generano codici validi per un tot di secondi, a pagamento nel caso di Aruba. Se deciderai di attivare il servizio base avrai l'App Aruba OTP Mobile che ti offre una sicurezza di 2° livello.

Esiste anche la sicurezza livello 3, possibilità offerte unicamente da Aruba e da Poste. In tal caso puoi avere delle credenziali di 3° livello grazie all'associazione della tua firma digitale oppure con Tessera Sanitaria o Carta Nazionale dei Servizi (valida e attiva). Tale livello di sicurezza è consigliabile solo per professionisti e aziende. Ti ricordo che la maggior parte dei cittadini non ha bisogno di credenziali di livello 3, consigliate per imprese più strutturate e maggiormente soggette anche a frodi che potrebbero compromettere dati di terze parti.

Quanto costa chiedere lo SPID?

Quali sono i prezzi e quanto costa richiedere le credenziali SPID? Prendiamo ad esempio il servizio più popolare: Aruba
Con Aruba, se sei un privato, libero professionista o una ditta individuale puoi ottenere i servizi base con sicurezza di livello 2, gratuitamente. Se decidi per il riconoscimento via webcam, sosterrai 14,90€+IVA (18,18€ iva inclusa), mentre il riconoscimento di persona ha un costo di 5€, da pagare direttamente all'operatore. Le altre modalità di riconoscimento, invece, sono gratuite.

Nel caso in cui foste un’azienda o un’impresa, SPID base con una sicurezza di livello 2 ha un costo di 35€+IVA all'anno (42,7€ iva inclusa). Il costo per il riconoscimento, invece, è lo stesso per le persone fisiche o le ditte individuali. 

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche