Voltura Eni Gas e Luce: Costi, Tempi e Documenti utili per il Cambio Intestatario

Risparmia con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Devi fare una Voltura?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Visita il comparatore per confrontare le tariffe luce e gas o compila il form per essere ricontattato.

Voltura Eni

Ti sei appena trasferito in una nuova abitazione e i contatori di luce e gas sono attivi con Eni ma intestati ancora al precedente inquilino? Tramite la richiesta di voltura puoi intestare a tuo nome le utenze senza che quest'ultime vengano disattivate. Vediamo come!


Prima di procedere è utile fare una chiara distinzione tra le varie procedure da seguire, soprattutto tra una pratica di subentro con una di voltura.

Che cos'è il subentro e la voltura eni?

Nella maggior parte dei casi in cui ci si trasferisce in una nuova abitazione i contatori di luce e/o gas sono ancora attivi ma intestati, ovviamente, al precedente inquilino; attraverso la pratica di voltura il nuovo inquilino può procedere con il cambio nominativo dell'intestatario della bolletta senza che le utenze subiscano il distacco. Al contrario, se i contatori di luce e gas sono stati disattivati, è necessario richiedere un subentro e attendere le dovute tempistiche di riattivazione: massimo 7 giorni lavorativi luce e massimo 12 giorni lavorativi per il gas.

Il cliente non può valutare se procedere con un subentro o con una voltura; la corretta richiesta da seguire dipende dallo stato delle forniture: se attive o disattivate.Tuttavia il cliente è libero di scegliere la migliore offerta di luce e/o gas per la voltura, per maggiori informazioni chiama lo 02.947.553.39 oppure fatti richiamare gratuitamente.

Per questo motivo, per non incorrere in spiacevoli inconvenienti, e soprattutto per evitare le tempistiche di riattivazione, è consigliabile che il nuovo e vecchio inquilino si organizzino fra di loro durante la fase di trasloco. Se invece ci troviamo di fronte a una fornitura sospesa per morosità, il nuovo inquilino è obbligato a rivolgersi al fornitore precedente; nel caso in cui questo rifiuti la voltura, allora può rivolgersi ad un altro gestore.

Voltura Eni: costi, tempi, casistiche

Abbiamo visto che la voltura si può richiedere a Eni, soltanto se le utenze di luce e gas risultano ancora attive. Vediamo alcune casistiche tipo che richiedono un cambio di intestatario delle bollette: 

  • il trasferimento di un nuovo inquilino in una casa in affitto per motivi di lavoro o di studio;
  • l'acquisto di un nuovo immobile;
  • in caso di successione per il decesso di un parente;
  • divorzio o separazione con il proprio coniuge.

Quest'ultime rientrano tra le casistiche più comuni che richiedono il passaggio da un nominativo a un altro della bolletta. Il costo della voltura è a carico del nuovo intestatario; ma dal momento in cui la voltura non è effettiva, l'ammontare della bolletta (in questo caso di chiusura) rimane sempre a carico del precedente inquilino ed il fornitore non può chiederli al nuovo intestatario. Infatti la tempistica per una voltura è di circa di uno o due settimane. Se però vuoi conoscere prima lo stato della tua richiesta usa il servizio gratuito di verifica voltura messo a disposizione da Selectra.

  • In sintesi
  • la voltura della luce ha un costo fisso di 50,03 euro, di cui 23 euro di spese amministrative destinate al distributore locale, più un eventuale deposito cauzionale che dipende dall'offerta scelta e dal metodo di pagamento delle bollette;
  • per il gas invece non prevede alcun costo fisso, ma è sempre previsto però un deposito cauzionale;
  • la voltura è effettiva in un arco di tempo variabile che va da una a due settimane;
  • la voltura mortis causa per gli eredi del defunto o per il coniuge è gratuita se al momento del decesso erano già domiciliati all'indirizzo in cui è attiva la fornitura del parente defunto;
  • il nuovo intestatario non deve farsi carico della bolletta di chiusura del vecchio intestatario.

Documenti utili: cosa serve per una voltura Eni?

Se la fornitura di luce o gas è attiva con Eni gas e luce, la modifica dell'intestazione del contratto è possibile ottenerla online tramite l'applicazione My Eni oppure contattando il servizio clienti con il numero verde 800 900 700. In entrambi le soluzioni sono indispensabili i seguenti dati:

  • Codice Pod per l'energia elettrica;
  • Codice Pdr per il gas;
  • dati del vecchio intestatario (nome, cognome, codice fiscale);
  • documento di identità relativo al nuovo intestatario;
  • lettura aggiornata del contatore luce e/o gas;
  • per il gas l’uso per cui è destinato, se cottura cibi, acqua calda sanitaria o riscaldamento.

I dati relativi alla fornitura, tra cui il codice Pod e il Pdr, sono reperibili sull'ultima bolletta del precedente intestatario; per questo motivo è di estrema importanza che durante il trasloco il nuovo inquilino e il vecchio si accordino fra di loro affinché le pratiche di volture non subiscano alcun rallentamento. Per quanto riguarda la lettura dei contatori, invece, il nuovo inquilino, può recuperarla autonomamente direttamente dal display elettronico dei contatori.

Contatti Utili di Eni

Il servizio clienti di Eni Gas e Luce, per la richiesta di voltura e altre operazioni, si articola attraverso i seguenti contatti:

Voltura Eni Gas e Luce: tutti i contatti utili
Tipo cliente Da fisso da cellulare Quando chiamare?
Cliente domestico 800 900 700 02 444 141

dal lun al sab dalle 8 alle 20

Cliente Business
(professionisti, artigiani, negozi e piccole aziende)
800 900 400 02 444 130 dal lun al sab dalle 9 alle 20
Autolettura del contatore 800 999 800 - orario 06:00 – 24:00, 7 giorni su 7
Richiesta Online Login MyEni    
Invio fax 800 919 962 - attivo 24h su 24

Voltura senza Pod e Pdr?

In molti casi, il titolare di un nuovo immobile, riscontra non poche difficoltà nel procedere con la voltura proprio perché non ha la bolletta del precedente intestatario e quindi non ha la possibilità di recuperare il codice Pod per la luce e il codice Pdr per il gas.

Il nuovo inquilino, tuttavia, può recuperare il numero clienti, composto da 9 cifre, visualizzabile sul display del contatore dell'energia elettrica e il numero della matricola del gas leggibile sopra o sotto il codice a barre del corpo macchina del contatore gas; con quest'ultimi due dati l'inquilino, contattando il distributore locale della sua zona, può risalire al codice Pod e al codice Pdr.

Qual è il mio distributore?Per conoscere il distributore locale della tua zona puoi contattarci allo 02.947.553.39 oppure fatti richiamare gratuitamente.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche