Come capire se la Voltura è andata a buon fine? Verifica ora!

Risparmia Internet con Selectra

Devi fare una Voltura?

Servizio di Informazione e Orientamento gratuito e senza impegno. Chiama ora.

Telefono

Devi fare una Voltura?

Quale offerta scegliere? Prendi appuntamento e chiedilo ad un esperto!
 

Prendi appuntamento
Verifica Voltura

Hai acquistato casa o sei in fase di trasloco? Nella maggior parte dei casi, se le utenze risultano ancora attive, come nuovo inquilino sei tenuto a cambiare il nome dell'intestatario delle bolletta di luce e gas. Devi quindi richiedere una voltura.

  • In Breve
  • Per attivare una voltura puoi rivolgerti a qualsiasi fornitore e inoltrare la richiesta;
  • La voltura può essere respinta e non andare quindi a buon fine;
  • Per verificare che la voltura sia andata a buon fine chiama il servizio gratuito di verifica voltura allo 02 947 55 339 o fatti richiamare senza impegno.

La tempistica minima per la voltura è di quattro giorni lavorativi dalla richiesta del cliente; tuttavia, molto spesso, i tempi variano in base all'approccio adottato dal fornitore per evadere la richiesta. Per questo motivo abbiamo messo, gratuitamente, a disposizione dell'utente un servizio di verifica anticipata della voltura.

Il servizio di verifica voltura di Selectra: come funziona?

Intanto ci presentiamo! Selectra Italia è una web company specializzata nella comparazione delle offerte di lucegas, internet, GPL, con l'obiettivo, appunto, di informare il consumatore finale e aiutarlo a compiere scelte più consapevoli e serene.

Attraverso il nostro sportello disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 tramite lo 02 947 55 339 oppure con il  servizio di richiamata gratuita è possibile

  1. sia sottoscrivere una nuova voltura di luce e/o gas, valutando l'offerta migliore presente sul mercato libero,
  2. che verificare, in pochissimo tempo, se la voltura che hai già inoltrato sia stata regolarmente ultimata dal tuo fornitore scelto.

Il nostro servizio si distingue in due modalità: sottoscrizione e allineamenti dati.

Verifica Voltura: le 2 modalità
Modalità 1 - Sottoscrizione

Se non hai modo di recuperare la bolletta, Enel o Eni ad esempio, del precedente intestatario, è indispensabile intanto trovare:

  • il numero clienti di 9 cifre visualizzabile sul display elettronico del contatore luce;
  • il numero della matricola del contatore gas.

Con questi codici possiamo verificare lo stato dell'utenza: in modo tale da avere tutte le informazioni utili per procedere con la richiesta di voltura.

Modalità 2 - Allineamento Dati

Se hai già sottoscritto una voltura, ma non hai ancora ricevuto la bolletta a tuo nome e quindi non hai la certezza che la voltura sia andata buon fine, possiamo vedere se i tuoi dati siano allineati alla fornitura richiesta e quindi non più al precedente intestatario. E' sufficiente comunicare rispettivamente per luce e/o gas:

  • Codice Pod e Cod.Fiscale/Partita Iva del nuovo richiedente;
  • Codice Pdr e Cod.Fiscale/Partita Iva del nuovo richiedente.

Tramite questa semplice verifica, se i dati risultano allineati tra di loro, abbiamo la certezza che la fornitura non ha più alcun rapporto con il precedente inquilino e soprattutto sappiamo che la nostra richiesta di voltura sia stata eseguita correttamente.

Cancellation

Verifica la voltura ora!

Servizio gratuito e senza impegno, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 20:00 e il sabato dalle 9:00 alle 13:00.

Che cos'è e cosa significa fare la voltura?

La voltura di luce e gas è un'operazione da affrontare in fase di trasloco da un'abitazione all'altra; le utenze sono ancora attive ma sono intestate al precedente inquilino che ha lasciato l'immobile. Tale richiesta ha, appunto, la funzione di cambiare il nome dell'intestatario della bolletta senza che le utenze subiscano alcun distacco. Quindi il richiedente deve soltanto attendere che avvenga il passaggio da un nominativo all'altro e nel frattempo godere delle forniture attive.

Per maggiori informazioni sulla distinzione tra voltura e subentro leggi la nostra guida "Voltura, Subentro, Allaccio e Prima attivazione: facciamo chiarezza!"

Non commettere l'errore di confondere la voltura con il subentro: quest'ultimo si richiede soltanto se le utenze sono state disattivate dal precedente inquilino e quindi l'utente è tenuto a riattivarle: le tempistiche sono di massimo 7 giorni lavorativi per la luce e massimo 12 giorni lavorativi per il gas.

Qual è la tempistica per una voltura?

In base a quanto stabilito dall'Arera, la società venditrice (ovvero il fornitore scelto dal cliente) entro due giorni lavorativi, dal ricevimento della richiesta da parte del cliente, è tenuto ad effettuare tutte le comunicazioni affinché l'attivazione contrattuale possa essere registrata presso il distributore locale. Successivamente per la registrazione della voltura occorreranno ulteriori due giorni lavorativi dall'invio della pratica. Stabilito ciò, l'Arera stabilisce un tempo tecnico minimo per la voltura pari a 4 giorni lavorativi dalla richiesta del cliente.

Voltura respinta!Purtroppo in alcuni casi il fornitore può rifiutarsi di accettare la voltura al nuovo inquilino: ad esempio viene segnalata una morosità precedente sul contatore oppure viene constatato un credit risk sul proprio codice fiscale. Proprio in questi frangenti la soluzione migliore è rivolgersi a un altro fornitore.

Risparmia Internet con Selectra

Voltura Respinta?

Chiamaci e ti aiutiamo noi! Servizio gratuito e senza impegno.

Cosa serve per richiedere la voltura?

Per richiedere una voltura a qualsiasi fornitore del libero mercato di luce e gas, è indispensabile recuperare una bolletta del precedente intestatario in modo tale da avere a portata di mano una serie di dati utili:

  • dati anagrafici del vecchio inquilino (nome, cognome, codice fiscale);
  • Codice Pod e Codice Pdr rispettivamente per la fornitura luce e gas;
  • potenza del contatore e uso del gas metano.

Come detto, tutti questi dati sono reperibili su un bolletta; in virtù di ciò è di estrema importanza che, in fase di trasloco, il vecchio e il nuovo intestatario si accordino fra di loro per richiedere una regolare voltura senza che le utenze subiscano un improvviso distacco. A questi dati, il nuovo intestatario dovrà aggiungere:

  • dati anagrafici del nuovo intestatario;
  • ultima lettura di luce e gas;
  • dati catastali dell'immobile (che accertino il regolare possesso);
  • un indirizzo email;
  • Codice Iban per attivare la domiciliazione bancaria.

Se l'attuale intestatario della fornitura non corrisponde a una persona fisica, bensì a una persona giuridica è sufficiente recuperare - sempre sull'ultima bolletta - il numero della Partita Iva e la Ragione Sociale.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche

Ti potrebbe interessare anche