Come risparmiare sul caro bollette e sui climatizzatori? Linee Guida ENEA

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Difenditi dal caro bollette e risparmia oltre 109 € all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Confronta e risparmia oltre 109 € all'anno su Luce e Gas, è Gratis!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Quali sono le linee guida per il caro bollette e i climatizzatori?
Quali sono le linee guida per il caro bollette e i climatizzatori?

Dall'invasione dell'Ucraina da parte della Russia il mercato energetico ha subito dei forti cambiamenti. Questi hanno provocato un andamento irregolare dei prezzi, nonché un notevole rincaro dei costi in bolletta. Soprattutto con l’arrivo dell’estate e del caldo, questo può rappresentare un ulteriore rapido aumento dei costi.


Per questa ragione l’ENEA, l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha condiviso alcune linee guida e suggerimenti per ridurre gli sprechi, senza rinunciare all'uso dell'aria condizionata.

ENEA climatizzatori e caro bollette: come affrontare l’estate?

Vista la crisi energetica che interessa l'Europa e molti Paesi di tutto il mondo, il Governo ha invitato più volte i consumatori ad utilizzare con intelligenza le risorse energetiche. Questo significa ottimizzare al massimo la propria abitazione, adottando strategie per ridurre al minimo i consumi di energia elettrica e gas.

Nello specifico, il premier Mario Draghi aveva anticipato la necessità di diminuire l'uso dell'aria condizionata per l'estate. Già a maggio la domanda che il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana aveva posto ai giornalisti in sala stampa era:

Vogliamo il condizionatore d'aria acceso o la pace? Questa è la domanda che ci dobbiamo porre. Andiamo con l’Ue, se ci propone l’embargo sul gas, siamo contenti di seguire. Quello che vogliamo è lo strumento più efficace per la pace. Ci chiediamo se prezzo del gas può essere scambiato con la pace.

Quindi per rendere più semplice per i cittadini ridurre i consumi e allo stesso tempo vivere in modo confortevole, l'ENEA ha condiviso diversi suggerimenti e indicazioni su come cambiare il proprio stile di vita. Tra questi ci sono senza dubbio l'uso dei pannelli solari per la produzione acqua calda sanitaria, invece del tradizionale gas. Inoltre optare per modelli di climatizzatori ad alta efficienza è d'obbligo.

Adottando le misure proposte dall'ENEA si potrebbero risparmiare a livello nazionale fino a 1,8 miliardi di metri cubi di gas metano all’anno. Cioè riducendo gli sprechi verrebbe abbattuto il 2,5% del consumo di gas del 2021 in Italia.

Quali sono i suggerimenti per risparmiare sul condizionatore?

Le linee guida fornite dall'ENEA per la gestione dei condizionatori e del caro bollette possono essere divise in due principali categoria:

  • residenziali;
  • per uffici e luoghi pubblici.

Alcuni suggerimenti sono simili tra i due ambienti. Questo perché le buone pratiche possono ridurre i consumi negli spazi ampi, ad esempio in un ufficio pubblico, come in quelli più ridotti, ad esempio un appartamento. Perciò ecco le principali indicazioni e i suggerimenti dell'ente sull'uso dei condizionatori.

Attenzione alla scelta del condizionatore

Il primo aspetto da considerare è quale modello di climatizzatore scegliere. Difatti un grande vantaggio del mercato di oggi è avere a disposizione moltissime alternative, in grado di adattarsi alle differenti esigenze del consumatore. Allo stesso tempo però questo può portare a confusione nell'acquisto e alla difficoltà di trovare un modello adatto.

ENEA fornisce alcune informazioni sulle caratteristiche che un condizionatore dovrebbe avere, al fine di diminuire i costi in bolletta e i consumi energetici. Tra queste ci sono:

  1. L'indicazione del consumo energetico annuo in etichetta a partire da 2,5 kW, che considera 350 ore di utilizzo per il raffreddamento ed esclude altre modalità come lo stand-by;
  2. Con tecnologia Inverter, che è più costosa ma garantisce le migliori prestazioni in qualunque condizione di utilizzo, regolando la potenza frigorifera e termica.

Come gestire il condizionatore per diminuire gli sprechi

Anche la gestione della temperatura di casa può aiutare a eliminare gli sprechi e ottimizzare al massimo i consumi. La normativa al momento prevede che durante la stagione estiva non si debba scendere sotto i 24/26 gradi. Nonostante questa temperatura possa sembrare elevata, per ottenere sollievo a volte è sufficiente diminuire di 3 o 4 gradi la temperatura di casa rispetto a quella esterna.

Una modalità messa a disposizione dai condizionatori più moderni è quella di deumidificatore. Questo permette di ridurre l'umidità presente nell'aria, un elemento che rende la percezione del caldo più elevata di quella reale.

Secondo i dati ENEA impostando il condizionatore a 26 gradi è possibile risparmiare il 25% dell'energia utilizzata. Optando per questa modalità potrai notare un notevole cambio in bolletta.

Con questo suggerimento è possibile raggiungere fino a 52 milioni di metri cubi di metano in meno l'anno a livello nazionale. Difatti circa il 30% della popolazione ha un impianto di raffreddamento, che consuma in media 35 kW l'anno. Quindi il risparmio totale potrebbe raggiungere i 7.714.800 kWh su una somma di 25.716.000 kWh totali stimati.

Usare con furbizia le persiane

Nelle ore più calde gli infissi esterni aperti possono portare a un notevole spreco di energia. Questo perché i raggi solari diretti possono aumentare di molto la temperatura di casa e rendere più difficile per il condizionatore diminuirla.

Soprattutto nelle ore centrali della giornata, solitamente le più calde e luminose, è una buona pratica chiudere o socchiudere le persiane. In questo modo puoi ridurre notevolmente l'effetto della radiazione solare sull'ambiente di casa.

L'esposizione dell'immobile gioca un ruolo fondamentale nella gestione dei serramenti esterni. Ad esempio un appartamento esposto a Sud riceverà molti più raggi diretti e sarà più caldo di un appartamento esposto a Nord, quindi anche più difficile da rinfrescare. In questo caso è molto importante chiudere le persiane o le tapparelle nelle ore più calde.

Alcuni suggerimenti per l'installazione

La posizione e il numero di climatizzatori è un altro fattore importante. Innanzitutto è imperativo installare il condizionatore nella parte alta della parete e il motivo è semplice: il calore sale verso l'alto. Quindi in questo modo raffreddando l'aria la porterai a scendere e a mescolarsi con quella più fresca.

Inoltre anche il numero di split o condizionatori è importante. Nonostante l'investimento iniziale possa essere più oneroso, è consigliato installare un condizionatore in ogni stanza. Questo permette di ottenere la migliore efficienza termica per ogni spazio.

L'alternativa più valida è spesso l'impianto di raffreddamento centralizzato, che viene realizzato grazie a un macchinario principale e al sistema di tubi che migliorano la circolazione dell'aria. Questo tipo di climatizzatore richiede però un investimento iniziale notevole.

Quali sono le altre indicazioni ENEA per climatizzatori e bollette?

Sicuramente i suggerimenti più importanti li hai già potuti leggere. Nonostante questo però all'interno delle comunicazioni di ENEA sono presenti anche altre indicazioni che possono aiutare nel miglioramento dell'efficienza energetica del tuo impianto.

  1. Per evitare dispendio di energia e aumentare l'umidità di casa, mentre usi il condizionatore tieni porte e finestre chiuse. Infatti l'aria calda proveniente dall'esterno o dagli altri ambienti potrebbe rendere più complesso e oneroso per il macchinario raggiungere la temperatura impostata.
  2. Sfrutta tutte le funzionalità del tuo condizionatore. Soprattutto i modelli più recenti ti permettono di impostare un timer e selezionare funzioni come quella "notte", che ti aiutano ad usare l'impianto solo quando necessario.
  3. Coibentare i tubi presenti all'esterno ti aiuta ancora di più, perché se la parete è esposta al sole potrebbe rendere più difficoltoso il procedimento di raffreddamento. Inoltre così proteggi il sistema anche dalle condizioni meteorologiche negative, così come da intemperie.
  4. La manutenzione dell'impianto è fondamentale, in quanto i filtri dell'aria e le valvole vanno costantemente puliti al fine di evitare muffe o batteri dannosi. In più così lo mantiene sempre efficiente e pronto ad essere utilizzato.
  5. Optare per soluzioni sostenibili. Ad esempio il fotovoltaico è l'alternativa adatta per coprire il fabbisogno di acqua calda sanitaria di una famiglia. I pannelli solari ti consentono di risparmiare moltissimo gas, diventando anche più indipendente e usando meno combustibili.

Quali sono le linee guida per uffici e luoghi pubblici?

Anche per i luoghi pubblici e gli uffici possono essere interessanti i suggerimenti dell'ENEA. Certamente tante delle indicazioni per realtà domestiche possono essere applicate anche in questo ambito. L'esempio più esplicativo è senza dubbio la ricerca di climatizzatori ad alta efficienza energetica.

Inoltre l'ENEA ha sottolineato come la climatizzazione estiva negli uffici possa rappresentare fino al 57% del consumo di energia elettrica totale. Per questa ragione diventa importante:

  • aumentare la temperatura scelta per l'interno;
  • scegliere impianti ad alta efficienza;
  • prediligere programmi come il deumidificatore;
  • ssare sistemi di controllo smart in grado di fornire report sui consumi.

Infine abbinare altre attenzioni alle indicazioni dell'ENEA per il condizionatore diventa vantaggioso per privati e aziende. Ad esempio optare per lampadine LED a risparmio energetico. O ancora per l'installazione di impianti fotovoltaici e alternative sostenibili.

Quali sono i bonus condizionatori che ti aiutano a risparmiare?

La principale detrazione fiscale per i nuovi condizionatori può essere del 50% o del 65% a seconda di diverse casistiche. Il valore del bonus cambia in base alla richiesta del:

  • Bonus ristrutturazione e Bonus Mobili (quindi 50%);
  • Ecobonus per riqualificazione degli immobili (quindi 65%).

Inoltre l'installazione del climatizzatore rientra tra gli interventi che possono essere utilizzati per il Super Bonus 110%, soprattutto se abbinato ad altri interventi come il cappotto termico esterno o l'installazione della caldaia a condensazione.

Puoi ottenere i bonus condizionatori attraverso la dichiarazione dei redditi, documentando le spese sostenute per i lavori che ti danno diritto alla detrazione. Inoltre per questi bonus non viene richiesta la dichiarazione Isee.

Come risparmiare in bolletta?

Per risparmiare in bolletta il primo passo è scegliere un’offerta luce e gas che sia conveniente. Infatti già optando per un fornitore conveniente puoi ottenere un notevole beneficio economico.

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti
POSIZIONE NOME OFFERTA SPESA* (€/mese)
first-place
Prima Posizione
Logo Sorgenia

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas

LUCE: 57,8€

GAS: 100,4€

Attiva ora (Sconto 25€)02 947 587 71

second-place
Seconda Posizione
plenitude

Eni Plenitude Trend Casa

LUCE: 67€

GAS: 100,3€

Attiva ora (sconto 12€)06 948 080 40

third-place
Terza Posizione
Logo Nen

NeN Special 48 Luce e Gas

LUCE: 80€

GAS: 147€

Attiva ora (Sconto 48€)02 947 553 39

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteCon Sorgenia hai uno sconto di 50€ ad utenza attivata, mentre la spesa di NeN include lo sconto di 96€ in un anno in bolletta.

Se sei interessato a una di queste 3 offerte top del momento e vuoi ricevere maggiori informazioni chiama il numero 02 947 553 39.

Inoltre per risparmiare sulla bolletta luce e gas è possibile adottare alcune buone abitudini in grado di diminuire notevolmente i consumi. Alcune di queste sono:

  • evitare metodi di cottura lunghi, prediligere microonde e forno;
  • installare lampadine LED a risparmio energetico;
  • non usare la modalità stand-by degli elettrodomestici, staccando la spina quando non si utilizzano;
  • usare l’impianto di raffrescamento e di riscaldamento con intelligenza;
  • usufruire di tariffe con omaggi e sconti.

Le caratteristiche dell’offerta luce e/o gas di casa possono influire molto in bolletta! Ad esempio se consumi solo la sera e nei weekend scegli una tariffa luce bioraria, con prezzi diversi a seconda delle fasce orarie e dei giorni di consumo. Al contrario, se sei spesso in casa opta per una tariffa monoraria, con un prezzo conveniente e stabile, a prescindere da giorni e orari di consumo.

Aggiornato in data

Le ultime News dal mondo Luce e Gas