NGA, ULL, VULA e SLU: Significato, Caratteristiche e Differenze

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Cambia operatore: Fibra fino a 2.5 Giga a 18,95 €/mese

Offerta in scadenza. Chiedi info: servizio gratuito e senza impegno.

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Cambia operatore: Fibra fino a 2.5 Giga a 18,95 €/mese

Offerta in scadenza. Chiedi info: servizio gratuito e senza impegno.

NGA VULA ULL SLU
Tutte le caratteristiche delle modalità con cui gli OLO utilizzano la rete proprietaria Tim

NGA, ULL, VULA e SLU indicano dei tipi di accesso utilizzati dagli operatori OLO per fornire il servizio di connessione in fibra ottica ai loro clienti.


Cosa vuol dire ULL? Quali Differenze con NGA?

Con il termine ULL, che sta per Unbunding Local Loop ("accesso disaggregato alla rete locale"), ci si riferisce alla possibilità di sfruttare l'infrastruttura di rete fisica di un particolare operatore da parte di altri provider.

A seguito della liberalizzazione del mercato della telefonia, il territorio italiano si è ritrovato con un'infrastruttura dominata da un principale operatore proprietario, ossia Tim.

In questo modo, gli altri operatori hanno dovuto richiedere la possibilità di utilizzare l'infrastruttura già esistente per poter erogare la loro offerta.

Ciò è stato reso possibile grazie all'introduzione degli accordi di ULL che hanno consentito agli operatori OLO di sfruttare l'infrastruttura di rete fino all'ultimo miglio, al fine di raggiungere gli utenti finali.

Cosa si intende per ultimo miglio? Si tratta della parte finale dell'infrastruttura di rete fibra che è presente tra gli armadi telefonici su strada e gli impianti delle abitazioni dei clienti.

Grazie all'accordo ULL, gli operatori che non posseggono una rete proprietaria possono usare quella di un altro operatore in cambio del pagamento di un canone concordato al provider che detiene l'impianto.

NGA: Significato e Caratteristiche

NGA sta per Next Generation Access ("Accesso di nuova generazione") ed è chiamato così il tipo di accesso di rete che un fornitore di fibra ottica FTTC oppure FTTH sfrutta per il suo servizio di connettività pur non possedendo una propria rete.

Tramite questo protocollo, in realtà è TIM che si occupa della connessione del cliente, mentre il traffico dell'operatore alternativo confluisce in un punto di raccolta che, a seconda degli accordi tra Tim e l'operatore OLO, può avvenire a livello di area locale oppure di una zona più grande, ad esempio una Provincia o una Regione.

NGA Fastweb
Architettura accesso NGA Fastweb - Credits: Fastweb.it

Per quanto riguarda l'accesso NGA, questi sono i suoi grandi svantaggi:

  • per "passare sulla sua rete" fino al punto di raccolta, Tim prevede alti costi;
  • se il fornitore che noleggia la rete Tim riceve successivamente un gran numero di richieste dai suoi clienti, potrà incorrere in problemi di saturazione della linea;
  • in ultimo, l'operatore "affittuario" non avrà il pieno controllo dell'accesso e del trasporto, pertanto dovrà sempre rivolgersi a Tim, ad esempio in caso di guasti sulla rete.

VULA, il tipo di Accesso più usato dagli OLO

VULA, acronimo di Virtual Unbudled Local Access ("accesso locale virtuale illimitato"), è un'altra tipologia di accesso che prevede che l'operatore alternativo OLO installi un proprio kit di consegna all'interno della centrale Tim.

Successivamente, il provider "affitta" l'intero tratto dell'infrastruttura che parte dalla centrale (anche chiamata sede OLT - Optical Line Terminal) fino alle abitazioni dei clienti, alle quali giungono le diramazioni degli alberi ottici. Ciò viene effettuato a prescindere dalla tipologia di fibra ottica presente: FTTC o FTTH.

In questo modo il traffico effettuato dagli utenti viene consegnato direttamente all'operatore a livello di centrale sfruttando il kit VULA.

Ogni operatore OLO può avere il suo proprio kit VULA, ma il collegamento tra tale kit e l'apparato centrale della fibra ottica avviene sempre attraverso un collegamento unico di 10 Gbps che viene condiviso tra tutti i kit VULA dei vari operatori alternativi connessi a quella centrale.

Sul territorio italiano, i principali fornitori che utilizzano la tecnologia VULA per offrire i loro servizi di connessione sono Fastweb, Vodafone, Tiscali e Wind Tre basandosi sull'infrastruttura proprietaria di Tim.

Per quanto riguarda le prestazioni, la velocità di connessione erogata da una linea Tim e da una linea VULA sono molto simili, anche se possono capitare problemi di saturazione nel caso in cui il kit VULA sia già pienamente occupato, oppure se questa condizione riguardi il collegamento con la sede OLT.

La tua connessione di casa è troppo lenta? Chiedi gratuitamente e senza impegno a Selectra un consiglio su quale operatore offra una velocità migliore nella tua zona al numero 06 948 080 95.al numero 06 948 080 95.prendendo un appuntamento.prendendo un appuntamento.

L'accesso tramite VULA viene definito unbundled, ossia disaggregato, in quanto il provider alternativo affitta solo l'ultimo miglio dell'infrastruttura Tim e non la linea nella sua interezza. Assieme all'operatore "affittuario" anche altri useranno lo stesso accesso, che possiamo considerare virtuale proprio perché condiviso con altri provider.

Sia nel caso di FTTC che di FTTH, la fibra ottica dell'infrastruttura proprietaria trasporta il traffico di tutti gli operatori alternativi collegati. Le richieste vengono, in seguito, separate mediante l'impiego di VLAN (Virtual Local Area Network).

Cosa significa SLU? In che cosa differisce dalle altri accessi di rete?

L'ultima tipologia di accesso è chiamata SLU, acronimo di Sub-Loop Unbundling, modalità secondo la quale l'operatore alternativo affitta esclusivamente la parte in rame dai cabinet Tim fino alle case dei clienti. Sub-Loop significa, infatti, "rete secondaria".

SLU
Architettura accesso SLU - Credits: Fibra.click

Essendo affittato esclusivamente il tratto in rame, questa tipologia di accesso si può applicare solo alle connessioni in fibra FTTC - Fiber To The Cabinet, appunto. Con l'accesso SLU, il provider OLO deve installare sia degli apparati in strada (ONU) che all'interno della centrale Tim (sede OLT).

Infatti è TIM stessa a specificare che il servizio SLU è

indicato per Operatori infrastrutturati che vogliano fornire ai propri Clienti i propri servizi utilizzando il doppino in rame di collegamento tra l'armadio TIM e il Cliente Finale.

Fonte: Wdc.wholesale.telecomitalia.it

Tra i grandi gestori di telefonia a livello nazionale che forniscono fibra per mezzo di strutture SLU troviamo Fastweb e Vodafone; mentre a livello locale nei territori d'appartenenza tra Veneto e Lombardia, possiamo citare Planetel.

L'unico vantaggio con l'utilizzo dell'accesso SLU è il fatto che i profili di velocità non siano bloccati e ciò si traduce in un aumento scalabile delle prestazioni.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche