Allacciamento Enel per Cantiere: Richiesta, Costi, Tempi

Come richiedere un allacciamento da cantiere?
Come richiedere un allacciamento da cantiere?

All'interno di un immobile di nuova costruzione, nella maggior parte dei casi, il contatore dell'energia elettrica o non è mai stato attivato oppure non è ancora stato allacciato. In questa eventualità, qualora sia necessaria la fornitura elettrica per eseguire alcuni lavori edili o di ristrutturazione, è possibile richiedere un allacciamento da cantiere, anche detto temporaneo, del contatore enel.


In quali casi è possibile richiedere questo tipo di utenza? Qual è la modalità di richiesta per il contatore da cantiere e cosa lo distingue da un allacciamento permanente? A seguire la descrizione dell'offerta Sicura Top Home di GreeNetwork: con quest'ultima è possibile richiedere l'allacciamento per un contatore da cantiere da parte dei clienti domestici.

Offerta Sicura Top Home EE di GreeNetwork

Nome Caratteristiche
  Logo Green Network

Sicura Top Home EE

  • Prezzo bloccato per 17 mesi (€/kWh): F1 0,071, F23 0,061;
  • sottoscrivibile con la domiciliazione bancaria o il bollettino postale;
  • non è previsto alcun deposito cauzionale.

Che cos'è un allaccio da cantiere?

Per allacciamento da cantiere, o anche detto temporaneo, si intende la richiesta di un contatore dell'energia elettrica con uso limitato in un determinato arco di tempo. E' un tipo di fornitura, provvisoria, che viene richiesta in casi in cui è necessaria la fornitura elettrica ma soltanto per un breve lasso di tempo. Ad esempio:

  • per un cantiere edile;
  • ristrutturazione immobiliare;
  • lavori agricoli;
  • uso ricreativo per eventi, feste, manifestazioni.

Questo tipo di fornitura provvisoria generalmente ha una durata che va dai 3 ai 24 mesi; allo scadere del tempo stabilito in fase di sottoscrizione contrattuale, il richiedente può prolungare la fornitura temporanea oppure inoltrare direttamente la richiesta per un allacciamento definitivo.

Cosa fare se il contatore da cantiere è già presente?Può capitare che all'interno dell'immobile ci sia già un contatore da cantiere. In questo caso è opportuno chiedersi se sia utile attivare nuovamente il contatore temporaneo o inoltrare la richiesta per un allacciamento permanente. Sia per la rimozione del contatore temporaneo che per l'allaccio di un nuovo contatore è necessario coinvolgere il distributore locale. Per maggiori info sull'allacciamento puoi contattarci allo 02 947 55 339 o farti richiamare gratuitamente da un nostro consulente.

Chi può richiedere l'allaccio da cantiere?

Questo tipo di fornitura viene richiesta prevalentemente dalle persone giuridiche, quindi dai titolari di una partita Iva come ditte edilizie o società appaltatrici; ma anche una persona fisica, senza detenere alcuna partita Iva ma semplicemente il codice fiscale, può inoltrare questo tipo di richiesta. Per richiedere l'allacciamento enel per cantiere è necessario:

  • ragione sociale o nome e cognome;
  • Partita Iva o Codice Fiscale;
  • potenza del contatore (3kW, 4,5kW, 6kW ecc.);
  • numero di concessione edilizia;
  • data di fine fornitura.

Perché serve la concessione edilizia?Il numero di concessione edilizia, tra i dati fondamentali per richiedere l'allacciamento da cantiere, testimonia il permesso di costruire rilasciato dall'ente pubblico comunale o regionale. Per questo tipo di allacciamento è sempre richiesto una certificazione pubblica come la: Dia (Denuncia di inizio attività), Concessione in Sanatoria, Condono edilizio. 

Come inoltrare la richiesta e quali sono i costi? 

La richiesta per un allacciamento temporaneo è gestibile, come avviene per un allacciamento di un contatore permanente, o attraverso il distributore locale della tua zona o con un qualsiasi fornitore del libero mercato. In entrambi casi, il costo varia in base alle situazioni e alla potenza richiesta dall'utente. Non appena il distributore locale riceve la richiesta, il tecnico incaricato effettua un sopralluogo per valutare i lavori e redigere il preventivo della spesa. Ma soprattutto il costo varia in base al caso e alla durata della fornitura:

  • allacciamento per un utilizzo prolungato nel tempo è previsto il contributo forfetario previsto per un allacciamento permanente standard;
  • per gli allacciamenti temporanei in bassa tensione fino a 40 kW e la distanza non è superiore a 20 metri dall'impianto già esistente, si applica un contributo a forfait variabile a seconda del numero di richieste e della presenza o meno di un attraversamento stradale;
  • negli altri casi, il contributo è determinato sulla base della spesa relativa.

Per le forniture allacciate con un contatore temporaneo, la tipologia contrattuale in bolletta è di tipo UDA. Si tratta di una tariffa che riguarda le utenze per Usi Diversi dalle Abitazioni quindi per tutte quelle utenze che non riguardano un uso domestico (box auto, locali commerciali, cantieri edili, uso agricolo). Per questo tipo di fornitura l'aliquota IVA è al 22%.

Risparmia con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Devi fare un Allaccio?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Visita il comparatore per confrontare le tariffe luce e gas o compila il form per essere ricontattato.

Qual è la tempistica? 

All'interno del preventivo sono indicate tutte le voci di spesa del costo come i materiali, la manodopera e le spese generali. Se il richiedente accetta il preventivo, inizieranno i lavori per l'allaccio del contatore. In caso contrario la pratica decade in automatico. Una volta accettato il preventivo proposto, il tempo per l'attivazione può essere di:

  • 5 giorni lavorati per allacciamenti di cantiere con potenza disponibile entro i 40 kW e una distanza massima di 20 metri dagli impianti di rete permanenti esistenti;
  • 10 giorni lavorativi per allacciamenti con potenza superiore ai 40 kW e una distanza massima superiore ai 20 metri dagli impianti di rete permanenti esistenti.
Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche