Condizionatori Dual Split: come funzionano e come scegliere

La scelta del condizionatore giusto passa prima di tutto attraverso l’analisi delle proprie necessità. In base alla grandezza dell’ambiente che devi rinfrescare potrebbe essere necessario inserire uno o più macchine interne per avere un risultato eccellente in ogni punto della casa. In questa guida trovi tutte le informazioni utili da sapere sui condizionatori dual split, sui mono e sui multi split (trial e quadri), i costi e i vantaggi per compiere un acquisto più consapevole.

  • In breve
  • Esistono modelli classici con un solo split interno ed altri che possono gestire fino a 4 split contemporaneamente;
  • I modelli dual e multi split sono tra quelli che garantiscono il risparmio migliore sia in fase d'acquisto che in termini di efficienza energetica per ridurre i consumi in bolletta;
  • Chiama lo 02 947 553 39 oppure fatti richiamare per confrontare le migliori offerte luce del mercato e attivare la più conveniente.

Oltre alla conformazione della tua abitazione anche i consumi possono influenzare la scelta tra condizionatori mono, dual e multi split. Ecco quindi cosa devi considerare prima di procedere all'acquisto.

Scelta tra climatizzatore Mono, Dual e Multi Split

Nella miriade di modelli diversi che si possono trovare in commercio attualmente il dualismo tra climatizzatori mono split da una parte e dual e multi split dall'altra è una delle cause di maggior confusione e che suscita dubbi e perplessità. La domanda tipica è “meglio un condizionatore molto potente o due split interni meno potenti?

Il quesito è legittimo, e la risposta è da ricercare nelle caratteristiche diverse delle due tipologie e in quelle della casa da rinfrescare grazie alla loro installazione. Ecco allora quelle che sono le cose importanti da sapere riguardi ai due modelli.

Condizionatore Mono Split

Le differenze tra mono split e multi split sono in realtà evidenti e di facile comprensione. Si tratta del numero di macchine interne che vengono installate, mantenendo sempre un unico motore esterno per il funzionamento.

  • Quando installare un monosplit
  • Ambienti piccoli come ad esempio mono locali;
  • Appartamenti con molte zone open space;
  • Ambienti molto caldi che necessitano di prestazioni elevate.

Come facilmente intuibile il climatizzatore mono split è un impianto di tipo classico, cioè dotato di un unico split interno collegato al dispositivo esterno. La scelta di questo modello è consigliata quando si deve rinfrescare una casa piccola, preferibilmente con pochi muri a delimitare le varie stanze.

Ad esempio un piccolo appartamento di 50 – 60 mq con salotto e angolo cottura e una camera adiacente può tranquillamente essere raffreddato grazie ad un modello mono split con una potenza media, attorno ai 9000 o 12000 BTU.

Casa piccola consumo piccolo! Se devi installare un condizionatore in un piccolo appartamento e la bolletta ti preoccupa, oltre al modello di climatizzatore da installare anche il costo luce è qualcosa da tenere in considerazione. Per conoscere le migliori offerte attualmente disponibili chiama senza impegno il numero 02 947 553 39 oppure fatti richiamare per confrontare le offerte luce e attivare la più conveniente.;

Gli attuali condizionatori mono split sono macchine abbastanza evolute e per condizioni abitative come quelle appena descritte, è consigliabile dotarsi di modelli inverter, capaci quindi di regolare l’erogazione della potenza in base alla temperatura raggiunta.

Condizionatori Dual e Multi Split

Per esigenze più complesse dal punto di vista abitativo ecco che vengono in soccorso i climatizzatori dual e multi split. Come facilmente intuibile questi modelli prevedono l’utilizzo di più macchine interne collegate ad un unico dispositivo esterno.

  • Quando installare un dual-multi split
  • Ambienti grandi magari disposti su più piani;
  • Uffici da ampie metrature;
  • Necessità di agire su più stanze garantendo un risparmio energetico.

L’utilizzo dei modelli dual e multi split soddisfa l’esigenza di chi necessita di maggiore potenza per rinfrescare tutti gli ambienti della casa in maniera efficace. Ad esempio è particolarmente indicato per le case a due piani, perché permette di avere un eccellente risultato di raffreddamento in ogni punto grazie all’azione combinata delle due macchine interne.

Ma questa soluzione è ampiamente utilizzata anche in contesti lavorativi come gli uffici, dove spesso la necessità è quella di coprire ampie metrature. In questo caso l’utilizzo di due o più split interni permette di non dover installare una macchina super potente che potrebbe incidere negativamente sui consumi.

Con il multi split si possono avere climatizzatori efficienti che consentono un buon risparmio energetico: in pratica meglio due split che consumano poco che uno solo ma che consuma molto.

Occhio alla potenza! Il motore esterno che supporta i vari split interni deve essere scelto in base alla potenza. Un calcolo semplice è quello di sommare i BTU delle macchine interne installate e collegarle ad una macchina esterna con una potenza pari alla somma appena effettuata.

Ci sono varie tipologie di multi split che variano in base al numero di macchine interne che si desidera installare.

  • Dual split: composta da 2 split interni collegati all’unità esterna;
  • Climatizzatori trial: composti da 3 split interni collegati all’unità esterna;
  • Climatizzatori quadri: composti da 4 split interni collegati all’unità esterna.

Per avere un funzionamento corretto, e sempre efficiente, il consiglio è quello di non andare oltre le 4 unità interne collegate ad unica esterna. Questo per non sovradimensionare eccessivamente il motore esterno, che deve necessariamente avere una potenza in grado di supportare tutti gli split al massimo della loro funzionalità.

Condizionatori Mono split vs Multi split: Prezzi e Prestazioni

I prezzi di questa tipologia di condizionatori rappresentano una variabile molto importante nella scelta di acquisto, e come ben sai, la loro installazione è fonte di diversi gradi di difficoltà e stress.

Il dubbio legittimo potrebbe essere quello se installare due o più climatizzatori differenti o se affidarsi ai modelli multi split. Dal punto di vista del prezzo non ci sono dubbi che i vantaggi di un multi split siano notevoli perché garantiscono:

  • Costi d’installazione minori;
  • Costi d’acquisto minori in termini generali;
  • Consumi regolabili e più bassi.

Infatti con un dual split, ad esempio, non dovrai raddoppiare per due il costo complessivo d’installazione del condizionatore. L’unico costo pesante sarà quello dell’unità esterna, che dovendo avere la potenza per garantire il funzionamento di quelle interne, avrà un prezzo leggermente maggiore, che però sarà ampiamente ammortizzato grazie alla migliore gestione dei consumi. Uno dei vantaggi più tangibili è quello di poter gestire i due split interni in autonomia, scegliendo come ed a quale potenza farli funzionare abbassando i consumi.

Prezzi dell'unità esterna Il costo dell'unità esterna è la parte più corposa dell'investimento in fase d'acquisto. E anche uno dei motivi per cui, in tanti, preferiscono dirigersi verso i climatizzatori portatili. Chiaramente più aumenta la potenza e il numero di attacchi, maggiore sarà il prezzo, ma si deve considerare che acquistarne più di una in caso di installazioni multiple di modelli mono split, farà lievitare velocemente l'investimento complessivo.

Per quello che riguarda le prestazioni ormai i modelli multi split non hanno nulla da invidiare a quelli singoli, ma è ovvio che in termini di potenza refrigerante pura, un modello mono split è più performante alla lunga distanza.

Bisogna anche in questo caso valutare attentamente a seconda delle esigenze: dovendo ad esempio rinfrescare una mansarda in un sotto tetto, quindi un ambiente estremamente caldo probabilmente sarebbe più consigliato dare la precedenza alle prestazioni.

Aggiungere un secondo split su impianto esistente

Talvolta capita che nel corso del tempo le esigenze cambino e che si debba ripensare ad alcune zone della casa per migliorarne il comfort. Un dubbio che spesso sorge riguardo gli impianti di climatizzazione è quello se sia possibile aggiungere un ulteriore split interno ad un impianto già esistente. La risposta deve passare per forza dall’analisi dell’impianto attualmente in opera.

Tutto ruota attorno alla macchina esterna e alle sue caratteristiche

Unità esterna per multi split Non è solo la potenza una delle caratteristiche che definiscono un’unità esterna per dual split o superiore. Anche gli attacchi sono ovviamente una parte variabile, in base al numero delle macchine refrigeranti interne da collegare. Basterà quindi guardare questi "attacchi" per capire a quanti split può essere collegata un’unità esterna.

Chiaramente se si desidera aggiungere un ulteriore split ad un impianto prettamente mono split, questo sarà impossibile per la mancanza degli attacchi sull’unità esterna e probabilmente anche per una questione di potenza. Se, al contrario si dispone di un impianto multi split l’unità esterna potrebbe avere già degli attacchi liberi e la potenza necessaria per supportare un ulteriore split interno.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche