Ericsson Mobility Report: entro 2025, 5G sarà 60% del mondo

Ericsson Mobility Report

Ericsson Mobility Report è il nuovo studio diffuso da Ericsson in cui sono state formulate interessanti previsioni relative all'immediato futuro sviluppo delle reti mobili nei prossimi anni. Esaminiamo insieme le novità più rilevanti che vedranno protagonista il 5G.


  • In 3 minuti
  • Secondo il Mobility Report di Ericsson entro sei anni, ci saranno 5 miliardi di dispositivi connessi.
  • Il consumo di traffico dati pro capite mensile aumenterà da 7,2 a 24 GB.
  • Secondo il vicepresidente di Ericsson l'aggiornamento delle reti mobili contribuirà alla svolta tecnologica che da tempo ci aspettiamo.

Ericsson Mobility Report

Secondo l’Ericsson Mobility Report recentemente diffuso dalla Ericsson, la tecnologia 5G coprirà fino al 65% della popolazione mondiale entro la fine del 2025 e trasmetterà il 45% del traffico globale mobile. Il risvolto è interessante, pensateci bene… Ciò vuol dire che quasi un 1 individuo su 10 avrà a disposizione una connessione, anche in aree remote del pianeta, entro i prossimi sei anni.

Non è tutto, perché anche prevedendo un utilizzo dei dati sempre più massiccio da parte di applicazioni, programmi di produttività e giochi, il Report Mobility di Ericsson ipotizza che un singolo utente consumerà nel 2025 una media di 24 GB al mese, contro i 7,2 GB di oggi. Ciò vuol dire quasi quadruplicare la quantità di dati "scaricati" dalla rete ogni mese, soprattutto per i nuovi protocolli video in altissima qualità (4k, ecc.) e realtà aumentata (VR). Per esser più chiari, con 7,2 GB al mese riesci a vedere ogni giorno uno streaming della lunghezza di 21 minuti di un video HD a 1280x720, mentre con un consumo di 24 GB riusciresti a vedere 30 minuti della stessa qualità con in aggiunta 6 minuti di qualità VR in realtà aumentata ogni giorno.

Ciò che ancora più stupefacente è che entro 6 anni, la Ericsson prevede un incremento soprattutto nel numero di dispositivi connessi, caratteristica avallata dalla capacità tecnologica delle nuove reti 5G, 6G, 7G. Ebbene, secondo il Mobility Report Ericsson si stimano 5 miliardi di dispositivi IoT (Internet of Things) connessi, rispetto a 1,3 miliardi di connessioni alla fine del 2019. In termini pratici, un aumento annuo del 25% dei dispositivi connessi… e non parliamo di soli smartphone, ma di tutti gli “aggeggi” presenti nelle case di tutti noi come Amazon Echo Dot, valvole termostatiche intelligenti dei termosifoni, videocamere di sorveglianza ecc.

Ericsson Mobility Report

Il 5G secondo Ericsson è la chiave dell’innovazione

Per molti dei provider mondiali, il 2019 è stato l’anno del lancio o dello switch alle reti 5G così come accaduto in Asia, Australia, Europa e Nord America. Pensate che in Sud Korea, dal lancio del 5G avvenuto in aprile 2019, sono già state 3 milioni le sottoscrizioni registrate dai gestori coreani in pochi mesi. Anche per la Cina il lancio del 5G a fine Ottobre ha portato ad un aggiornamento della stima al rialzo, da 10 milioni di abbonamenti 5G a 13 milioni di utenze.

Lo stesso Fredrik Jejdling, vicepresidente esecutivo e responsabile delle reti di aree aziendali di Ericsson tiene a dire che è incoraggiante scoprire che il 5G ha un  profondo supporto da parte di tutti i produttori di dispositivi e che nel 2020 ci sarà un eccezionale volume di dispositivi che adotteranno il 5G. La questione non è se, ma quanto velocemente si possano convertire i casi d’uso quotidiani, trasformandoli in applicazioni d’interesse per i consumatori e le aziende. Il 4G rimane ancora un forte strumento di interconnessione, ma l’aggiornamento e l’upgrading delle reti costituisce proprio la chiave del cambiamento tecnologico che ci stiamo attendendo.

Anche per questo nell’Ericsson Mobility Report si prospetta che la trasformazione delle linee mobili in 5G possa avvenire molto rapidamente entro i sei anni: in Nord America si prevede una conversione al 74%, in Europa e in Asia la Ericsson si aspetta invece rispettivamente il 55% e il 56% entro fine 2025. Anche per ciò che riguarda il traffico annuale, la crescita rimane elevata (68%) sulla massiccia scia di attivazioni di abbonamenti in India e Cina, per le migliori caratteristiche dei dispositivi che consentono soprattutto un utilizzo prolungato dei device stessi ma soprattutto da piani tariffari mobili sempre più convenienti.

Aggiornato in data

Le ultime News Internet