Che cos'è l'efficienza energetica?

Aggiornato in data
min di lettura
Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 20 Maggio 2024?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 20 Maggio 2024?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Efficienza Energetica: Edifici, Elettrodomestici, Incentivi.
Efficienza Energetica: Edifici, Elettrodomestici, Incentivi.

L'efficienza energetica è la capacità di un sistema – un edificio o un elettrodomestico - di assicurarsi un migliore risultato sfruttando meno energia possibile, incrementando così il suo rendimento e, al contempo, eliminando sprechi e riducendo il proprio impatto ambientale.

Come si migliora e in che modo l'efficienza energetica può alleggerire la tua bolletta? Vediamolo insieme.

Efficienza energetica: che cosa significa?

L'effetto della crisi energetica – con la conseguente esigenza di contenere consumi e costi - ha reso ancora più d'attualità il tema dell'efficienza energetica, già centrale per il raggiungimento dei target di decarbonizzazione.

Che cos'è l'efficienza energetica? La Direttiva 2012/27/UE del Parlamento europeo e del Consiglio definisce l'efficienza energetica come il rapporto tra un risultato in termini di rendimento, servizi, merci o energia e l'immissione di energia.

In altre parole, quando si parla di efficienza energetica, riguardo agli edifici o agli elettrodomestici, si intende la loro capacità di ottimizzare l'energia necessaria per garantire una migliore performance, utilizzando le risorse in maniera razionale e con una particolare attenzione anche alla qualità delle fonti energetiche impiegate. Il risultato è duplice: il miglior rendimento del sistema permette di risparmiare energia, riducendo i costi e minimizzando l'impatto ambientale dovuto al suo funzionamento.

Segui Selectra.net su Google News per essere sempre aggiornato sulle migliori offerte Internet, Luce e Gas e sulle novità del mercato Energia e Telco.

Vai su Google News

Unione Europea ed efficienza energetica

Nel 2018, nell'ambito del pacchetto legislativo «Energia pulita per tutti gli europei», l'Unione Europea ha aggiornato i propri obiettivi in materia di energia e clima per il periodo 2021-2030, mirando al target di riduzione del consumo di energia primaria e finale del 32,5% entro la fine del decennio.

Di fronte a questi obiettivi ambiziosi, con l'aumento del prezzo dell'energia elettrica 2022, l'efficienza energetica gioca un ruolo strategico. Tanto da indurre l'Unione Europea a stabilire il principio di "efficienza energetica al primo posto" (EE1st). Definito dall'articolo 2, punto 18, del regolamento sulla governance dell'Unione dell'energia e dell'azione per il clima, è stato approfondito nella Raccomandazione (UE) 2021/1749 della Commissione del 28 settembre 2021.

L'efficienza energetica al primo posto, in quanto principio guida trasversale della governance europea in materia di clima ed energia, e non solo, dovrebbe assicurare, pur tenendo pienamente in considerazione la sicurezza dell'approvvigionamento e l'integrazione del mercato, che venga prodotta soltanto l'energia necessaria e che si evitino gli investimenti in attivi non recuperabili lungo il percorso per il conseguimento degli obiettivi del clima. Nelle decisioni prese in relazione a misure di efficienza energetica si dovrebbe tenere conto altresì delle condizioni che è probabile siano generate dai cambiamenti climatici e delle loro ripercussioni sull'infrastruttura energetica e sull'uso effettivo della stessa.

Raccomandazione (UE) 2021/1749 della Commissione28 settembre 2021

Si tratta, insomma, dell'indicazione a trattare l'efficienza energetica come il «primo combustibile», una vera e propria fonte di energia, nel quale investire prima che in altre fonti di energia più complesse o costose, secondo la logica del «risparmia prima di costruire».

I vantaggi dell'efficienza energetica

Sicuramente, il vantaggio più tangibile di un investimento in efficientamento energetico è la possibilità di recuperare quanto speso in termini di tagli in bolletta e, nel caso delle imprese, di diminuzione dei costi di produzione.

Efficienza energetica: quanto si risparmia? Secondo ENEA, l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, un tetto ben isolato permette di risparmiare fino al 20% dei consumi energetici. Sostituire una lavatrice di 20 anni fa con una moderna in classe A permette un risparmio del 35% di elettricità. E se la sostituzione riguarda un frigorifero, il risparmio potrebbe arrivare fino al 40%.

Ma oltre a contribuire a reggere l'urto del vertiginoso aumento dei costi dell'energia, l'efficienza energetica è uno strumento cruciale nel percorso verso l'obiettivo Net Zero. Predisporre interventi di efficientamento energetico è dunque fondamentale:

  • per ridurre le emissioni climalteranti;
  • per ridurre l'inquinamento, con conseguenze positive sulla salute;
  • per provvedere alla sicurezza energetica del nostro Paese, riducendo la dipendenza dall'estero nell'approvvigionamento di risorse;
  • per aumentare la competitività delle imprese sui mercati, grazie al minor consumo di energia e i conseguenti costi di produzione ridotti.

Efficienza energetica degli edifici

La prestazione energetica di un edificio o di un appartamento viene identificata con una targa energetica, determinata attraverso una scala letterale in cui il punteggio più basso è indicato dalla lettera G e il punteggio che rappresenta il miglior livello di efficienza energetica dalla lettera A. A sua volta, la lettera A è suddivisa in quattro classi, dalla A+ alla A++++. La classe di prestazione energetica viene identificata attraverso l'APE, l'Attestato di Prestazione Energetica.

Che cos'è l'APE? L'Attestato di Prestazione Energetica è un documento che contiene le caratteristiche energetiche di un edificio, un'abitazione o un appartamento. Il certificato APE deve essere redatto dai proprietari di un immobile, con lo scopo appunto di definirne le prestazioni energetiche.

Si tratta di un documento obbligatorio negli atti di compravendita e di locazione degli immobili e oltre a essere indispensabile per il certificato di agibilità di un edificio, permette anche di valutare il valore dell'immobile.

L'APE è stato introdotto nel nostro ordinamento dal Decreto Legge 63/2013 e convertito dalla Legge 90/2013, sostituendo il vecchio Attestato di Certificazione Energetica. Nel 2015 sono state aggiornate sia le regole sui requisiti minimi di prestazione energetica degli edifici sia quelle per la redazione dell’APE. La sua validità dura 10 anni, durante i quali è necessario assicurare i controlli periodici della caldaia. Inoltre, qualora l'immobile fosse oggetto di interventi atti a modificarne le prestazioni energetiche, è necessario rinnovare l'APE.

Efficientamento energetico

Con efficientamento energetico si intendono tutti quegli interventi volti a migliorare i fattori che condizionano il consumo energetico di un edificio, tra i quali:

  • interventi di coibentazione;
  • installazione di pannelli solari;
  • isolamento tetto e soffitto;
  • sostituzione degli infissi;
  • sostituzione delle lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo (LED).
  • sostituzione dei vecchi elettrodomestici con quelli di classe energetica alta.

Gli incentivi

Vista la necessità di sviluppare un sistema energetico sostenibile, competitivo e decarbonizzato, il nostro Paese ha predisposto diversi incentivi per favorire gli interventi di efficientamento energetico:

  • Detrazioni fiscali: fino al 75% a sostegno di interventi di riqualificazione energetica degli edifici.
  • Conto termico 2.0: rivolto a pubbliche amministrazioni, imprese e privati, questo incentivo promuove l'efficienza energetica e la produzione di energia rinnovabile.
  • Certificati bianchi: sono titoli relativi al conseguimento di risparmi energetici. Il sistema è legato al raggiungimento di obiettivi annuali da parte dei distributori di energia elettrica e di gas naturale.
  • Fondo nazionale efficienza energetica: destinato al sostegno di imprese e pubblica amministrazione negli interventi di efficienza energetica su immobili, impianti e processi produttivi.
  • Ecobonus e Superbonus 110%.

Le ultime News dal mondo Luce e Gas