Riscaldamento: il vademecum Enea 2023 per risparmiare

Aggiornato in data
min di lettura
Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 27 Febbraio 2024?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi 27 Febbraio 2024?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Vademecum ENEA 2023: quali sono le linee guida?
Vademecum ENEA 2023: quali sono le linee guida?

L’inverno è arrivato, portando con sé la necessità di riscaldare il proprio ambiente: per non incorrere in bollette salate è importante farlo in modo efficiente. Il vademecum di Enea viene in soccorso al consumatore e offre 10 regole per limitare gli sprechi.

Riscaldamento, 10 regole per risparmiare

Anche se l’emergenza del caro energia ha parzialmente ridotto la pressione sui consumatori, ottimizzare il consumo energetico in ambito domestico resta una priorità sempre più rilevante, con impatti positivi sia sulla bolletta che sull'ambiente.

A questo proposito, Enea (Ente per le nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente) ha elaborato un vademecum che offre 10 regole fondamentali per massimizzare l'efficienza energetica e risparmiare sulle spese di riscaldamento. In questo articolo vedremo quali sono, riuscendo a capire quali azioni è opportuno compiere per non rischiare di alleggerire troppo il portafogli in vista dei mesi invernali.

Il Vademecum è stato realizzato in accordo a quanto previsto dall’Articolo 1 comma 8 del Decreto dell'allora Ministero della Transizione Ecologica n. 383 del 6 ottobre 2022 sul risparmio energetico, con l’obiettivo di agevolare l’attuazione delle misure di contenimento dei consumi di gas metano per riscaldamento indicate per la stagione invernale 2022-2023.

1. Installare sistemi di monitoraggio e controllo smart

Il primo passo verso un impianto di riscaldamento più efficiente è l'installazione di sistemi di monitoraggio e controllo smart. Questi dispositivi avanzati, infatti, consentono di tenere sotto controllo i consumi energetici, individuando tempestivamente eventuali malfunzionamenti e ottimizzando l'efficienza degli impianti: non una cosa da poco, se l’intenzione è quella di affrontare i mesi invernali con un approccio ai consumi più responsabile.

Contatori smart

I contatori di ultima generazione possono offrire un importante contributo perché dispongono di funzionalità aggiuntive rispetto ai contatori di prima generazione che permettono una migliore comunicazione dei dati sui consumi elettrici: in questo modo, gli utenti riescono a usufruire delle informazioni più accurate relative ai propri consumi quasi in tempo reale, riuscendo a intervenire prontamente in caso di necessità.

2. Manutenzione periodica degli impianti

Monitorare i consumi però non basta, specialmente se gli impianti di riscaldamento non sono perfettamente funzionanti. Per questo, è sicuramente molto importante non dimenticare la manutenzione regolare degli impianti. Una manutenzione periodica assicura che tutto funzioni correttamente, riducendo il rischio di guasti, malfunzionamenti che causano sprechi, e prolunga la vita utile degli impianti.

3. Controllo attento della temperatura ambientale

Occhi puntati, poi, sulla temperatura ambientale impostata. Tenere la temperatura degli ambienti a 19°C è più che sufficiente per garantire comfort al tuo appartamento senza sprecare inutilmente energia: ogni grado in più rispetto a questa soglia comporta un aumento del consumo fino al 10%. Una temperatura adeguata, dunque, non eccessivamente alta, contribuisce significativamente alla riduzione delle spese di riscaldamento.

4. Osservare le ore di accensione consentite per zona climatica

È importante prestare attenzione alle normative sulle ore di accensione del riscaldamento, che variano a seconda della zona climatica. Rispettare queste regole non ci permette solo di risparmiare energia, ma può anche evitare sanzioni economiche.

Qual è la mia zona climatica?

Per rispondere a questa domanda è necessario consultare la tabella A allegata al D.P.R. n. 412/1993. Una volta definita la lettera della propria zona, si fa riferimento agli orari stabiliti dal comma 2 dell’articolo 4 del DPR n.74/2013

  • zona A, da 1 dicembre a 15 marzo per 6 ore al giorno
  • zona B, da 1 dicembre a 31 marzo per 8 ore al giorno
  • zona C, da 15 novembre a 31 marzo per 10 ore al giorno
  • zona D, da 1 novembre a 15 aprile per 12 ore al giorno
  • zona E, da 15 ottobre a 15 aprile per 14 ore al giorno
  • zona F, nessuna limitazione

5. Schermare le finestre durante la notte

Una volta riscaldato il proprio ambiente, è importante non vanificare quanto fatto e prevenire le dispersioni di calore che, attraverso le finestre, possono essere significative, soprattutto durante la notte. Schermare le finestre con tende e serrande adeguate riduce queste dispersioni, mantenendo un ambiente più caldo e confortevole.

6. Evitare di coprire i radiatori con tende o mobili

Schermare le finestre per evitare dispersioni di calore è importante, quanto fare l’esatto contrario con i radiatori: guai, insomma, a coprire i termosifoni con tende o mobili perché potrebbero ostacolare la corretta diffusione del calore nell'ambiente. Assicurarsi che i radiatori siano liberi da ostacoli contribuisce a massimizzare l'efficienza termica e a non pagare una bolletta più salata a fronte di una casa non riscaldata come dovrebbe.

7. Chiudere le finestre in modo tempestivo

Un'azione semplice, ma efficace, che contribuisce a mantenere il calore all'interno della casa: evitare di lasciare le finestre aperte troppo a lungo è una regola basilare per limitare la dispersione di calore e non raffreddare gli ambienti in cui viviamo.

8. Check-up Periodico dell'Abitazione

Di tanto in tanto, controllare che l’impianto di riscaldamento, nel suo complesso, funzioni come deve, aiuta a tenere d’occhio le spese. Un check-up periodico dell'abitazione è un passo essenziale per valutare l'efficienza complessiva dell'impianto di riscaldamento. Identificare e risolvere eventuali inefficienze può tradursi in un notevole risparmio energetico.

9. Installare valvole termostatiche

Nei condomini con impianti centralizzati, l'installazione di valvole termostatiche è obbligatoria: questo semplice strumento permette di gestire in modo più efficiente l’impianto di riscaldamento e di dividere i costi in base all’effettivo consumo di energia per ogni appartamento. Inoltre, questi dispositivi consentono una regolazione più precisa della temperatura in ciascun ambiente, riducendo gli sprechi energetici. E questo, nel complesso, comporta un notevole risparmio in bolletta.

10. Sostituire vecchi impianti con uno a condensazione o pompa di calore ad alta efficienza

Infine, la sostituzione di vecchi impianti con tecnologie moderne come condensazione o pompe di calore ad alta efficienza è un investimento a lungo termine che paga in termini di risparmio energetico e minor impatto ambientale.

  1. Condensazione: una caldaia a condensazione ha un rendimento termodinamico molto elevato (pari a circa il 90%, nettamente superiore a quello delle tradizionali caldaie a gas) grazie alla capacità di recuperare il calore del fumo e del vapore di combustione. Per questo, la caldaia a condensazione è molto meno inquinante di quella tradizionale e, inoltre,consuma meno gpl/metano.
  2. Pompe di calore: la pompa di calore estrae il calore da una fonte naturale (aria, acqua o terra) e lo trasporta dentro l'edificio alla temperatura idonea, in funzione del tipo di impianto di riscaldamento. Produce lo stesso calore di una caldaia tradizionale, ma con la metà dell'energia iniziale.

Seguire queste 10 regole contribuisce a trasformare il riscaldamento domestico in un processo più efficiente ed economico. L'adozione di tecnologie smart, la manutenzione regolare e pratiche oculate e responsabili possono fare la differenza, portando a bollette energetiche più leggere senza rinunciare a un ambiente confortevole.

Le ultime News dal mondo Luce e Gas