Rincari bollette 2022: Perché aumentano i Costi in Fattura?

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Difenditi dal caro bollette e risparmia oltre 658 € all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Confronta e risparmia oltre 658 € all'anno su Luce e Gas, è Gratis!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte luce e gas o scegli quando essere ricontattato.

Il nuovo anno ha portato con sè tante novità come i rincari bollette 2022. Scopri tutte le informazioni sull’argomento!

Secondo quanto stimato dall'ARERA, l'autorità garante per l'energia elettrica e il gas, l'inizio del 2022 per le famiglie italiane sarà caratterizzato da un notevole aumento in bolletta sul costo di luce e gas. Come segnalato anche da Confcommercio, la stima media è di 420 euro per famiglia in più rispetto al 2021. Quali sono le cause che determinano questi aumenti in bolletta?


Perché aumentano le bollette con i rincari 2022?

Tra i principali agenti che influiscono sull'aumento bollette 2022 è il cambiamento del trend internazionale dei costi del settore energia. Le bollette di luce e gas diventano più onerose in quanto il costo della materia prima, in particolar modo del gas, e della CO2 sul mercato ETS è in notevole crescita a livello globale.

Di conseguenza, l'aumento dei prezzi luce e gas implica innanzitutto maggiori costi per le aziende produttrici e venditrici di energia. Perciò il cliente finale ottiene un prezzo più elevato per poter sopperire a questi picchi di costo. Infatti, senza un aumento di ricavi, questi aumenti rappresenterebbero una fonte di crisi per il settore e per le imprese, che otterrebbero meno guadagni o perdite.

Per avere una visione più concreta dei costi in aumento, è utile leggere la comunicazione di ARERA, l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, che sul sito scrive:

Il prezzo spot del gas naturale al TTF (il mercato di riferimento europeo per il gas naturale) è aumentato, da gennaio a dicembre di quest'anno, di quasi il 500% (da 21 euro a 120 euro/MWh nei valori medi mensili); nello stesso periodo, il prezzo della CO2 è più che raddoppiato (da 33 euro a 79 euro/tCO2).

Il nuovo anno caratterizzato dagli aumenti in bolletta è causato anche dai rincari del 2021 sulla materia prima. Inoltre i costi della CO2 sempre più alti si riflettono sulla tariffa dell'energia elettrica all'ingrosso che, sempre secondo ARERA, aumenterebbe così di quasi il 400%. Perciò dai 61 euro del 2021 ai 288 euro/MWh mensili del nuovo anno.

Detto ciò, i rincari 2022 delle bollette sono una questione sicuramente europea ed internazionale. Infatti le conseguenze si riversano sui consumatori di tutta Europa, non solo su quelli italiani.

Come difendersi dagli aumenti in bolletta?

Scegliere un'offerta del mercato libero permette di bloccare il prezzo fino a 36 mesi. Chiama Ora

02 947 553 39 Scopri I Costi 02 947 553 39
Attiva subito!

A quanto ammontano i rincari bollette 2022 per ARERA?

Oltre ai dati appena riportati, ARERA condivide anche altre informazioni sull'argomento, in particolare nella sezione delle comunicazioni stampa presente sul sito ufficiale. Come sintetizzato dall'Autorità garante per l'energia e il gas, rispetto al trimestre precedente (ottobre-novembre-dicembre), per una famiglia tipo, la bolletta subirà un aumento del:

  • +55% per l'energia elettrica;
  • +41,8% per il gas metano.

Inoltre l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente aggiunge che, nonostante gli aiuti del Governo, tra cui l'azzeramento degli oneri di sistema in bolletta e la riduzione dell'IVA al 5% sul gas, il primo trimestre del 2022 si anticipa con un aumento notevole del costo.

Scarica il file rincari bollette 2022 pdf di Arera e scopri le info sulle variazioni di prezzo del primo trimestre dell'anno (gennaio/marzo 2022)!

Per aiutare imprese e famiglie in difficoltà anche Arera ha avviato alcune operazioni di aiuto, come la rateizzazione delle bollette da gennaio ad aprile 2022. In questo modo il cliente può dividere il costo, senza interessi, in 10 mesi. Per farlo ARERA ha previsto un fondo di 1 miliardo di euro, utile per anticipare questi costi alla Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali. L'impegno dell'autorità viene confermato anche dal Presidente Arera Stefano Besseghini, che afferma:

Anche ARERA cerca di dare il proprio contributo sfruttando le limitate leve disponibili delle bollette e lo strumento dei bonus sociali elettricità e gas. Come già avvenuto nella fase del lockdown, sarà determinante l'azione responsabile dei consumatori. Il risparmio energetico è uno strumento cui guardare con attenzione, ma serve anche la solidarietà tra consumatori, che si esprime anche nella puntualità dei pagamenti per chi ne ha la possibilità.

Aumento bollette luce e gas 2022: 3,7 miliardi dal Governo

Nella Legge di Bilancio del 2022 il Governo guidato da Mario Draghi ha stanziato circa 3,7 miliardi di euro per sostenere famiglie e aziende in questo periodo di rincari. La destinazione di gran parte di questi fondi per aiutare privati e microimprese è stata suddivisa in questo modo:

  • 1,8 miliardi di euro per ridurre gli oneri di sistema della bolletta luce nei primi 3 mesi del 2022;
  • 480 milioni di euro per diminuire gli oneri generali di sistema della bolletta gas nel primo trimestre 2022;
  • 912 milioni di euro per potenziare il bonus sociale dedicato alle famiglie in difficoltà e agli utenti con gravi condizioni di salute.

Oltre a questi fondi, la manovra del Governo ha previsto la riduzione dell'IVA al 5% per le fatture relative alla fornitura gas.

L'intervento del Governo e le risorse disponibili sono utili per ridurre l'impatto dei rincari bollette 2022. Nonostante questo però 29 milioni di famiglie e 6 milioni di microimprese subiranno l'aumento dei costi, anche se attutito dalle misure della Legge di Bilancio 2022.

Quanto aumentano i costi della bolletta luce e gas?

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti
POSIZIONE NOME OFFERTA SPESA* (€/mese)
first-place
Prima Posizione
Logo Nen

NeN Special 48 Luce e Gas

LUCE: 59,8€

GAS: 98,2€

Scopri Offerta (Sconto 96€)

second-place
Seconda Posizione
Logo Sorgenia

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas

LUCE: 65,2€

GAS: 110€

Scopri Offerta

 

third-place
Terza Posizione
Logo Enel Energia

Enel Energia E-light Luce e Gas

LUCE: 71,3€

GAS: 115€

Scopri Offerta

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteCon Sorgenia hai un Buono Amazon fino a 50€ solo se attivi OGGI luce e gas (promo non inclusa nella spesa mensile), mentre la spesa di NeN include lo sconto di 96€ in un anno.

Se sei interessato a una di queste 3 offerte top del momento e vuoi ricevere maggiori informazioni chiama il numero 02 947 553 39.

Tra gli effetti concreti di questo aumento delle bollette ci sono i costi mensili che diventano più gravosi, soprattutto per famiglie e piccole imprese. Tra le conseguenze finali di questi trend ci sono maggiori spese per la famiglia-tipo in un anno scorrevole.

Per calcolare questi aumenti del 2022 si utilizza come riferimento il trimestre in oggetto, in questo caso gennaio/marzo 2022, e i precedenti tre trimestri. In questo modo si fa una stima basata sui costi precedentemente sostenuti. Dal calcolo fatto da ARERA condotto su una famiglia tipo si stima un aumento di circa 334 euro/anno in più per l'energia elettrica.

Invece la stima della bolletta del gas è ancora più alta. Infatti per lo stesso periodo di riferimento si calcola circa viene preventivato un incremento di 610 euro/anno in più.

Questi calcoli sono effettuati considerando i consumi di una “famiglia tipo”, con energia elettrica di 2.700 kWh annui e una potenza impegnata di 3 kW. Invece nel calcolo per la bolletta gas i consumi considerati sono di 1.400 metri cubi annui.

Rincari bollette 2022 sulla materia prima

Come anticipato, il principale costo in bolletta soggetto ai rincari 2022 è la materia prima. Infatti nella bolletta dell'energia elettrica, l'ARERA suddivide in questo modo l'aumento della materia prima in bolletta:

  • +37,3% nella PE o prezzo di acquisto dell'energia;
  • +3,3% nel PD o dispacciamento e trasporto;
  • +15% nella PPE o perequazione, quindi la quota per l'equilibrazione dei costi PE e PD.

Domande frequenti sugli aumenti bollette 2022

Quando arriva la bolletta del gas?

Ogni quanto arriva la bolletta del gas dipende da diversi fattori, in primo luogo dal mercato di riferimento se tutelato o libero, quali sono le normative vigenti, il tipo di contratto e la mole di consumi.

Nel mercato libero ogni azienda può gestire e definire le condizioni contrattuali, anche modificando la periodicità della fatturazione. Le tempistiche possono cambiare in base al contratto e all'offerta sottoscritta dal cliente. Quindi non è raro trovare opzioni mensili, bimestrali o trimestrali. La maggior parte dei fornitori nel mercato libero propongono tempistiche bimestrali. In ogni caso, puoi verificare questa informazioni nelle condizioni contrattuali della tua promozione.

Invece nel mercato tutelato l'Autorità di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente a determinare le tempistiche, a prescindere dal fornitore. Queste sono solitamente di:

  • 2 mesi per l'energia elettrica
  • 4 mesi per i clienti che contano consumi più bassi di 500 metri cubi all’anno di gas;
  • 3 mesi per gli utenti il cui il consumo annuo varia tra un minimo di 500 e un massimo di 5000 metri cubi all'anno;
  • Ogni mese nei rari casi in cui il consumo superi i 5000 metri cubi all'anno.

Chi decide gli aumenti luce e gas?

L'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente comunica il costo luce e gas e lo aggiorna ogni tre mesi. Al contrario all'interno del mercato libero sono i singoli fornitori a scegliere il proprio costo.

In entrambi i casi però è il trend del prezzo della materia prima a determinare l'aumento o la diminuzione dei prezzi. Sia a livello nazionale che europeo, è il costo dell'energia a portare a incrementi di costo in bolletta, così come alle sue riduzioni. Il motivo è semplice: la materia prima è un debito per l'azienda, che dovrà bilanciare con un credito, quindi dal ricavo dai clienti.

Aggiornato in data

Le ultime News dal mondo Luce e Gas