Cashback: Cos'è e Come Funziona

Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Scopri i migliori conti correnti!

  1. Hype
  2. N26
  3. Qonto
Cashback: cos'è e come si usa
Come funziona il cashback e come usarlo con Satispay

Il cashback è una sorta di rimborso che puoi ricevere dopo aver effettuato un acquisto. Non è un vero e proprio sconto ma non è sbagliato chiamarlo sconto indiretto ed è uno strumento sempre più popolare in Italia.


  • In Breve
  • Il cashback è un rimborso dopo aver effettuato un acquisto e contestuale a quest'ultimo;
  • Il cashback non è uno sconto, bensì uno sconto indiretto, infatti il denaro viene rimborsato in un momento successivo all'acquisto;
  • Satispay è un'app di pagamento italiana che si è resa famosa anche per l'utilizzo del cashback.

Il cashback è uno strumento che in Italia sta prendendo piede soprattutto per contrastare l'evasione fiscale. Satispay lo ha lanciato da tempo per attirare e fidelizzare i propri clienti. Siti online di cashback invece sono attivi già da anni. In questa pagina vediamo cos'è e come funziona il cashback, soffermandoci anche sul cashback di Satispay, una delle app di pagamento italiane che si sta diffondendo sul territorio nazionale.

Cos'è il Cashback?

Cashback è una parola inglese composta da due termini:

  • Cash > Denaro
  • Back > Indietro

Per tradurre cashback nel modo più letterale possibile possiamo dire che si tratta di un rimborso di denaro, dal momento che i soldi tornano nelle vostre tasche dopo aver effettuato un acquisto.

Il Cashback è uno sconto? No, perché lo sconto si applica direttamente sull'acquisto. Si tratta invece di sconto indiretto perché il rimborso è sempre legato in qualche modo all'acquisto, ma questo avviene dopo aver completato la transazione, che sarà a prezzo pieno.

Nonostante ciò, negli effetti più pratici, il cashback viene considerato uno sconto perché sostanzialmente il prodotto o il servizio acquistato viene pagato meno del suo costo reale.

Facciamo un esempio pratico. Se un negozio, la tua app o la tua carta di credito applica il 5% di cashback acquistando un prodotto di 200€ riceverai 10€ dopo aver pagato l'intera cifra (200€) all'esercente o all'e-commerce.

Come Funziona il Cashback di Satispay?

Satispay cashback
Satispay è un'app di pagamento che nel 2019 ha spesso offerto il cashback fino al 20% i venerdì di alcuni mesi.

Satispay è un'app di pagamento italiana che si è resa famosa anche grazie al cashback con percentuali non indifferenti. Durante il 2019 per alcuni mesi il venerdì il cashback raggiungeva anche il 20%. Sostanzialmente pagando con Satispay in quel giorno si riusciva a risparmiare ben 1/5 della spesa totale.

Per capire se un negozio offre il cashback e di quale entità ti basta scaricare e aprire l'app Satispay, andare nella sezione Negozi e scoprire quali esercenti convenzionati offrono il cashback e quale percentuale di rimborso avrai qualora decidessi di fare acquisti.

Cos'è un Sito Online di Cashback?

Il cashback non è uno strumento del tutto recente: già da anni esistono siti online di cashback. Vediamo cosa sono e come funzionano.

Un sito online di cashback è spesso collegato a diversi negozi convenzionati e nel caso l'utente attraverso il sito dovesse fare acquisti presso di questi otterrebbe il cashback.

Questo cashback potrebbe essere espresso sotto forma di coupon, sconti futuri o anche rimborso di denaro in percentuale alla cifra spesa per effettuare l'acquisto.

Qual è il vantaggio per un sito di Cashback online? Un sito di cashback sostanzialmente cede una parte dei suoi guadagni (maturati grazie alla convenzione coi negozi) all'utente che ha effettivamente acquistato. In questo modo l'utente è più propenso a comprare prodotti e servizi attraverso il sito di cashback online e non direttamente presso il negozio stesso.

A differenza di Satispay normalmente i siti online di cashback non rimborsano immediatamente l'utente, ma aspettano che esso raggiunga una determinata soglia, così da fidelizzarlo e spingerlo a fare nuovi acquisti.

Il Cashback Come Strumento Contro l'Evasione Fiscale

Durante il dibattito sulla stesura della Legge di Bilancio 2020 si è parlato in Italia apertamente di cashback come strumento per combattere l'evasione fiscale. 

Infatti attivando il cashback solo su strumenti rintracciabili come carte di credito, bancomat, ma anche Paypal o Satispay, si può spingere il consumatore ad utilizzare questi sistemi anziché i contanti.

Il cashback può essere una soluzione alternativa allo sconto, sebbene poi nell'atto pratico non porti sostanziali grossi cambiamenti al consumatore.

Se da una parte lo sconto però permette al consumatore di non dover avere subito a disposizione l'intera cifra, dall'altra parte con il cashback il consumatore deve necessariamente avere l'importo totale richiesto. Infatti il denaro viene restituito solo ad acquisto ultimato.

Gli Aspetti Fiscali del Cashback

Cashback come funziona
Il cashback per ritenersi tale deve essere contestuale all'acquisto, deve essere personale e non devi essere obbligato ad effettuare tale acquisto.

Dal punto di vista giuridico il cashback è ritenuto uno sconto indiretto, infatti, il rimborso avviene sì successivamente ma è contestuale all'acquisto dunque è in qualche modo legato ad esso.

In caso di cashback non è necessario pagare tasse sui rimborsi ma, giuridicamente, in quali casi si parla effettivamente di cashback?

  1. Il rimborso deve essere contestuale all'acquisto;
  2. L'acquisto deve essere personale e non da parte di terze parti;
  3. Non devi essere obbligato ad effettuare quel determinato acquisto ma deve essere una tua esplicita volontà.

Se non si rispettano tutti e tre questi punti non si tratta di cashback o sconto indiretto ma di un vero e proprio guadagno che produce reddito e, in quanto tale, viene tassato.

Aggiornato in data

Ti potrebbe interessare anche