Conto Corrente Postale o Bancario: Differenze e Costi

Aggiornato in data
min di lettura
Risparmia con SelectraRisparmia con Selectra

Apri il tuo conto!

Scopri le offerte di Maggio 2024 e scegli il conto perfetto per te o per la tua azienda.

Conto Corrente Postale
Tutte le differenze tra il conto corrente postale e bancario: costi, funzioni, vantaggi per i giovani

Qual è la differenza tra un conto corrente postale e un conto corrente bancario? In questa guida evidenzieremo le caratteristiche che distinguono i due prodotti, dando uno sguardo anche ai costi.

  • In Breve
  • Il conto corrente postale è messo a disposizione da Poste Italiane, che non è una banca.
  • Il conto corrente bancario è offerto dalle banche, che mettono a disposizione diversi e specifici servizi ai propri clienti.
  • Le caratteristiche dei due conti sono piuttosto simili, ma ci sono alcune differenze, anche se negli anni si sono ridotte sempre di più. La più importante è relativa al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi fino a 100.000€, al quale Poste Italiane non aderisce.

Cos'è un conto corrente bancario?

Un conto corrente bancario è ormai uno strumento indispensabile per la vita quotidiana di ogni persona. Sebbene non sia obbligatorio, è fortemente consigliato averne uno perché consente di depositare fondi, ricevere lo stipendio o la pensione (ormai sono accettati solo accrediti tracciabili) e gestire il denaro in una maniera più organizzata e ultimamente anche più digitale.

Le offerte di Maggio 2024
BancheVantaggi
Qonto


 

Qonto

Per le PMI e i professionisti

  • Piano Basic: 9 €/mese + IVA
  • Piano Smart: 19 €/mese + IVA
  • Piano Premium: 39 €/mese + IVA
logo hype


Hype 
0€ al mese

  • Invia bonifici gratis
  • Carta Prepagata MasterCard
  • Puoi pagare con Apple Pay e Google Pay

Vai sul sito

logo selfy


 

SelfyConto
3,75€ al mese

  • Canone azzerabile per Under 30 e ad alcune condizioni
  • Prelievi e bonifici gratuiti
  • Carta di debito gratuita, Carta di credito 12€ l'anno

Vai sul sito

Spesso con un conto corrente bancario hai a disposizione una carta, con la quale puoi utilizzare i fondi presenti sul tuo conto per pagare presso i negozi (molte di esse funzionano anche online) e prelevare dagli sportelli bancomat. Dal conto corrente puoi inviare bonifici ad altri conti, ricaricare il tuo cellulare, domiciliare le utenze, pagare le tasse tramite F24, imposte e multe alla Pubblica Amministrazione e molto altro ancora.

Inoltre, avere un conto corrente bancario ti porta ad avere accesso ad altri servizi offerti tipicamente dalle banche, come investimenti, prestiti personali, mutui e in alcuni casi anche assicurazioni.

Infine, le banche italiane hanno l'obbligo di aderire al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantiscono al correntista (ossia il possessore di un conto corrente) fino a 100.000€ in caso di fallimento della banca.

Cos'è un conto corrente postale?

In Italia per conto corrente postale si intende il conto BancoPosta, un conto emesso da Poste Italiane attraverso la sua divisione Patrimonio BancoPosta. Negli ultimi due decenni Poste Italiane ha effettuato una riorganizzazione interna, offrendo ai propri clienti non solo i classici servizi postali di corrispondenza, ma anche servizi tipicamente bancari, come il conto corrente, i bonifici (anche istantanei), le carte di pagamento (come la PostePay Evolution), prodotti assicurativi, mutui e prestiti.

Il conto corrente postale può essere aperto online oppure in uno degli uffici postali presenti sul territorio italiano, dove puoi ricevere anche assistenza sui servizi finanziari. Ci sono diverse tipologie di conti Bancoposta, che elenchiamo nella tabella qui in basso. Specifichiamo che il canone mensile può essere ridotto o azzerato in caso di alcune condizioni evidenziate sul sito web di Poste Italiane.

Costi Conti Bancoposta
Conto BancopostaCosto canone mensile
BancoPosta Start Giovani2€
BancoPosta Start7€
BancoPosta Medium8€
BancoPosta Plus10€
BancoPosta di Base Standard30€ (annuali)
BancoPosta di Base PensionatiGratuito

Differenze tra Conto Corrente Bancario e Postale

Dando una prima occhiata ai due prodotti potremmo pensare che non ci siano davvero differenze tra il conto corrente postale e il conto corrente bancario, infatti entrambi i prodotti possono offrire perlopiù gli stessi servizi e sembra che l'unica differenza consista nel fatto che il conto postale non sia emesso da una banca, ma da Poste Italiane.

Eppure esistono altre diversità tra i due prodotti, in primis proprio per via dello status di Poste Italiane. Non essendo una banca, non ha aderito al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce ai clienti di ottenere un rimborso fino a 100.000€, a seconda della disponibilità economica sul conto bancario, in caso di fallimento della banca.

conti BancoPosta offrono comunque un elevato grado di sicurezza. Infatti la maggioranza delle azioni di Poste Italiane è detenuta dallo Stato Italiano, il 35% attraverso Cassa Depositi e Prestiti, il 29,26% attraverso il Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Un'altra grande differenza riguarda la domiciliazione delle utenze. Con il conto corrente bancario puoi domiciliare tutte le utenze, mentre con il conto corrente postale puoi domiciliare le utenze solo con enti convenzionati con Poste Italiane.

Infine, il circuito Postamat delle carte di pagamento funziona solo sui dispositivi delle Poste, come l'ATM Postamat spesso situato fuori gli uffici postali. È importante sottolineare che negli ultimi anni le carte di Poste Italiane hanno anche circuiti internazionali come Visa e MasterCard, pertanto se la tua carta postale ha questi simboli puoi pagare in tutto il mondo.

Conviene scegliere il conto corrente postale o bancario?

Messe in evidenza le differenze tra il conto corrente postale e bancario, è lecito chiedersi quale possa essere il prodotto migliore. Le risposte possono essere molteplici, infatti se da una parte il conto corrente postale è il conto BancoPosta, dall'altra parte esistono innumerevoli conti correnti bancari, alcuni anche a zero spese fisse mensili, che sono molto diversi tra loro.

Inoltre il panorama bancario è diventato estremamente variegato anche grazie all'ingresso di banche online, che offrono conti gestibili completamente a livello digitale, tramite il proprio smartphone o il proprio computer e senza recarsi presso una filiale bancaria per svolgere le operazioni più comuni.

Ad ogni modo, se sei una persona che si reca spesso in un ufficio postale, hai già attivato un Libretto Postale o altri servizi postali, potresti valutare l'apertura di un conto BancoPosta, dal quale puoi ricaricare facilmente la tua carta PostePay Evolution, se ne possiedi una, e scaricare la tua certificazione ISEE.

In alternativa puoi valutare un conto corrente bancario e scegliere quello più adatto alle tue esigenze. Per esempio se sei under 30 potresti avere degli sconti interessanti con alcuni conti correnti per giovani; mentre se viaggi spesso all'estero potresti considerare conti multivaluta come Revolut, che ti consentono di fare una conversione valutaria direttamente dall'app mobile in pochi secondi e a commissioni trasparenti.

Ti potrebbe interessare anche