Fibra Ottica: Infratel apre nuovo bando dedicato a 5 regioni

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Fibra fino a 1 Giga a 25,95 € PER SEMPRE con Modem Incluso

Verifica in 2 minuti la copertura nella tua zona: servizio gratuito e senza impegno!

Offerte Internet BusinessRisparmia Internet con Selectra

Fibra fino a 1 Giga a 29,95 € PER SEMPRE con Modem Incluso

Lascia il tuo numero per essere richiamato gratis oppure scopri i dettagli!

Bando Infratel Fibra

Infratel ha aperto un nuovo bando per la realizzazione di nuove reti in fibra ottica in ben 5 regioni italiane. Il bando vale 13 milioni di euro e riguarda Sardegna, Toscana, Puglia, Abruzzo e Calabria. I comuni coinvolti sono quasi 70.


Resta (aggiornato) a casa! Selectra segue le direttive imposte dall'Autorità per impedire la diffusione del Covid-19. Rimani aggiornato con le news di Selectra su Telegram.

Nuovo bando Infratel Italia

Infratel, società inhouse del Ministero dello Sviluppo Economico, ha appena aperto le porte a un bando di gara per l’espansione della rete in fibra ottica (la banda ultralarga) in ben 5 regioni italiane: si tratta di Abruzzo, Calabria, Toscana, Sardegna e Puglia. Il bando prevede una partenza in base d’asta di 13 milioni di euro complessivi e consentirà di portare la fibra ultraveloce in altri 66 comuni italiani.

“Avviso di bando di gara aperta ex art. 60 del dlgs. n. 50/2016 e s.m.i. per l’affidamento, mediante accordo quadro, della progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di realizzazione di infrastrutture costituite da impianti in fibra ottica, comprensiva della fornitura e posa in opera del cavo ottico e della successiva manutenzione dell'infrastruttura.”

Per poter dimostrare un eventuale interesse nella partecipazione pubblica, le aziende hanno possibilità di presentare la loro offerta fino alle ore 13.00 del giorno 20 aprile 2020.  Il bando di gara, inoltre, è accessibile previa registrazione alla “Piattaforma Telematica”.

Piano BUL: ritardo di 3 anni

Secondo l'Ad di Infratel Italia, Marco Bellezza, la situazione emergenziale legata al Coronavirus sta evidenziando la necessità di dare un'accelerazione allo sviluppo delle infrastrutture tecnologiche ed informatiche, ma soprattutto, rilancia il bisogno di fornire maggior trasparenza a utenti e operatori soprattutto sotto il profilo connettività domestica e business.

  • Banda ultralarga: male male!
  • Ricordiamo che il piano BUL riguardante la banda ultralarga ha spento da poco le 5 candeline e che entro quest'anno sarebbe stato previsto il pieno completamento. In realtà, adesso si prevede un ritardo di 3 anni rispetto al prospetto iniziale.

Il contratto resterà valido per 3 anni e risulterà vincitrice della gara pubblica l’azienda che sottoporrà la migliore offerta. Come emerso dai precedenti bandi, è plausibile che coloro che si sfideranno saranno probabilmente TIM e Open Fiber, società compartecipata pariteticamente da Enel S.p.A. e Cdp Equity S.p.A. (CDPE) del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti.

Intanto, Open Fiber esce da un periodo particolarmente positivo, avendo recentemente completato la dorsale ZION in fibra con velocità di 600 Gbps. Inoltre, ha appena lanciato una promozione per facilitare l'accesso dei cittadini italiani alla propria rete in fibra FTTH con connettività ultra veloce. Nel dettaglio, fino al 20 aprile, Open Fiber permette a 50 società partner di aderire all'iniziativa sgravando gli utenti di 60€, consentendo di scontare in tal modo l'attivazione della nuova linea internet in fibra.

Aggiornato in data

Le ultime News Internet