Roaming in UE: dal 2020 più Giga fruibili all'Estero

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Confronta le Offerte e Attiva la Fibra a 1 Giga da 25,95 euro!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13.

Roaming UE 2020 i nuovi massimali agcom

Tutti sappiamo che il roaming ci consente di utilizzare dati, chiamate e messaggi all’estero su reti terze rispetto a quelle dei gestori del Paese di utilizzo periodico della SIM. Grazie ad accordi intereuropei e grazie ad Agcom, dal 2020 avremo a disposizione più Giga all’estero, per navigare “like-at-home” e pagheremo meno per i costi in extra-soglia. Scopriamo tutti i dettagli.


L'utilizzo del Roaming cresce in Europa

Quando per vacanza o per lavoro ti rechi in un Paese diverso dall'Italia, il roaming ti permette di chiamare e di ricevere chiamate, messaggiare e navigare su internet come faresti sul tuo smartphone solitamente, senza alcuna interruzione del servizio. Tutto ciò si rende possibile grazie ad alcuni patti stipulati tra l'operatore con cui hai scelto di avere un contratto prepagato o in abbonamento e l'operatore del Paese che ti ospita. Sappiamo bene che fino al 14 giugno 2017, il costo del roaming poteva consistere in un sovrapprezzo esiguo, oppure in una vera e propria "mazzata" che ti avrebbe portato, nel migliore dei casi, a rinunciare quasi totalmente a navigare e a chiamare da un Paese estero.

Proprio per questo l'Europa ha stabilito un nuovo regolamento UE 531/2012 e da successive modificazioni con il Regolamento TSM  per il "Roaming like at home" (navigare come a casa) che consente di poter usufruire di tutte le soglie a cui hai diritto nel tuo Paese di origine, anche negli altri Paesi europei senza alcuna spesa aggiuntiva.

Anche la Commissaria per l'economia digitale e la società, Mariya Gabriel, ha confermato che la rimozione delle barriere legate al roaming sta funzionando bene e sta andando a tutto vantaggio dei cittadini europei. Infatti, il traffico dati è aumentato di gran lunga rispetto al 2017, attestandosi a circa 130 milioni di GB, dieci volte tanto rispetto ai 7-13 milioni dell'anno 2016. A quanto pare un esempio che rivela che, in questo caso, l’Europa ha saputo ottimamente innescare la competitività tra soggetti privati senza tuttavia aumentarne i costi per i cittadini europei. Per questo possiamo ringraziare AGCOM e il BEREC, l'organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche con sede a Riga.

roaming ue 2020
In Europa, puoi utilizzare sempre più Giga in Roaming a costi extra-soglia sempre più contenuti e senza pensieri.

Dal 2020 più Giga in Roaming e meno costi

Nel 2020 la normativa Roaming Like At Home prevede una diminuzione del sovracosto per la navigazione in extrasoglie ed un parallelo aumento del volume di traffico dati che può essere utilizzato ogni mese. Prendiamo Wind, ad esempio. Il gestore applica sovrapprezzo per le soglie dati utilizzati in Roaming:

  • Fino al 1 dicembre 2019, 0,549 cent. di euro iva inclusa per ogni Megabyte utilizzato;
  • Dal 2 dicembre 2019 e fino al 31 dicembre 2020 il costo applicato dal gestore ammonterà a 0,427 cent. di euro iva inclusa per ogni Megabyte consumato.

Come vediamo, l’adeguamento applicato dal gestore in ottemperanza alla normativa europea prevede una diminuzione progressiva del costo extrasoglia per il roaming europeo. La banda che avrete a disposizione in Europa dipende soprattutto dal costo mensile della vostra offerta e si calcola in questo modo:

Volume di GB = [importo della propria spesa mensile (IVA esclusa) / 3,5] x 2.

Ho evidenziato quel 3,5 perché è il parametro che varia per ogni adeguamento. Come proseguiranno gli adeguamenti? Dal 1° Gennaio 2021 a 3 euro (IVA esclusa) e, infine, dal 1° Gennaio 2022 a 2,50 euro (IVA esclusa).

Roaming: in UE non è gratuito in ogni caso...

Vi sono alcuni casi limite per cui gli operatori possono richiedere deroghe rispetto al divieto di applicare un costo aggiuntivo. Fastweb, per esempio, nel 2019 è stato uno degli operatori che ha richiesto e ottenuto tale deroga dall'AGCOM. In altri casi ancora si possono porre dei tetti di massima ai servizi utilizzati in roaming, quando:

  • L'utente utilizza abusivamente il servizio. Se si è cittadini stabilmente residenti in un Paese diverso da quello dove è stato sottoscritto il contratto per un periodo superiore a 4 mesi si potrebbe rischiare di essere contattati dal proprio gestore per chiarire il tipo di utilizzo del servizio per cui stai pagando. In tal caso, preoccupati di attivare un servizio telefonico con uno dei gestori del Paese dove hai scelto di spostarti;
  • Piani tariffari con consumo dati illimitato o con prezzi molto vantaggiosi.Se hai un bundle molto vantaggioso o, ancor meglio, con dati illimitati, l'operatore può applicare un limite per l’utilizzo “corretto” dei dati in roaming. Tale limite è abbastanza elevato in modo tale da consentire all'utente di coprire la maggior parte delle proprie esigenze.

Al fine di stabilire tale soglia, l’authority ha stabilito la seguente formula: 2* prezzo del pacchetto (senza iva) / il massimale previsto per i prezzi all'ingrosso (dal 1 gennaio 2020 pari a 3,50 euro).

Facciamo un Esempio: se in Italia hai un pacchetto con minuti, SMS e 50 GB per 10 euro, quando viaggi in UE potrai usufruire di chiamate, SMS illimitati e circa 4 GB di dati, in base a questa formula: ( 2*(10 euro/3,5)=5,7 GB).

Sappi che l'operatore è tenuto a comunicarti il limite preventivamente calcolato e ad avvisarti in caso di superamento della relativa soglia. Come detto poco sopra, ricorda che l’adeguamento passerà a 3€ dal 1° Gennaio 2021 e infine a 2,50€ dal 1° Gennaio 2022.

Aggiornato in data

Le ultime News Internet