Wind-Infostrada: servizio clienti, offerte, area clienti
operatore internet wind

Wind è una società di telecomunicazioni che fa parte, da dicembre 2016, del gruppo Wind Tre S.p.A., in seguito alla fusione con l'altra società di servizi di telefonia mobile H3G S.p.A. All'interno del gruppo, Wind è la compagnia che si occupa di servizi di telefonia e internet dedicati alle famiglie. La sua storia ha inizio più di 20 anni fa insieme a Infostrada.

Il numero Wind-Infostrada servizio clienti

Il numero Wind per contattare l'assistenza Infostrada è il 155, il numero verde Wind per il servizio clienti, gratuito per i clienti Wind e attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Esistono altri numeri Wind Infostrada e altri canali sempre dedicati al servizio clienti. Puoi trovarli nella nostra pagina sul Servizio Clienti Wind.

Sede legale di Wind

Wind Tre S.p.A.
Via Cesare Giulio Viola, 48
00148 - Roma (RM)

Wind: area clienti MyWind

Puoi accedere all'area clienti MyWind sia da desktop, sul sito internet, che tramite l'app MyWind, scaricabile sui dispositivi iOS all'AppStore e sui dispositivi Android dal Google Play Store.

Tramite MyWind, l'Area Clienti Infostrada, puoi:

  • tenere sotto controllo le tue offerte internet attive con Wind in tecnologia ADSL, fibra ottica oppure mobile, grazie ai nuovissimi contatori Wind, gli strumenti che monitorano i tuoi consumi mostrandoti il totale dei Giga, minuti e SMS residui della tua offerta;
  • ricaricare online la tua sim mobile Wind e quella dei tuoi amici;
  • consultare lo storico delle tue bollette internet;
  • ricevere le news su tutte le tue utenze per rimanere sempre aggiornato;
  • acquistare i biglietti dei trasporti pubblici della tua città, pagando direttamente con il credito telefonico;
  • ricevere assistenza via chat.

Per effettuare l'accesso a My Wind Area Clienti, è necessario prima registrarsi. Ti basterà inserire il tuo numero Wind o Infostrada e seguire le semplici istruzioni riportate sulla pagina. Dopodiché il login sarà automatico se memorizzi le credenziali o se, qualora fossi cliente Wind mobile, apri l'app dal tuo smartphone navigando su rete Wind.

Offerte ADSL e fibra ottica Infostrada e Wind

A seconda della copertura nella tua zona, puoi sottoscrivere un'offerta ADSL o fibra ottica Infostrada-Wind. Le offerte, tutte con il modem in vendita abbinata incluso nel canone mensile, non prevedono costi di attivazione, ma al momento di un'eventuale disdetta, dovrai sostenere un costo di disattivazione di 35 € se stai cambiando operatore oppure di 65 € se stai disattivando totalmente la linea internet di casa tua. Vediamo ora nel dettaglio le offerte Wind per clienti privati, sia in tecnologia ADSL che in fibra ottica.

Confronto offerte Wind Infostrada ADSL e Fibra Ottica per clienti privati
Nome dell'offerta Caratteristiche dell'offerta Maggiori informazioni
WindADSL by Infostrada
  • ADSL illimitato fino a 20 Mega
  • Attivazione gratuita
  • Modem incluso
  • Fibra pass incluso: quando la fibra FTTC sarà disponibile nella tua zona sarai contattato da Wind
  • 100 Gb ogni mese per le Sim Wind della tua famiglia

06 9480 8095

Mi faccio ricontattare

Fibra1000 by Infostrada
  • Fibra illimitata fino a 1 Gigabit
  • Attivazione gratuita
  • Modem incluso
  • 100 Gb ogni mese per le Sim Wind della tua famiglia

06 9480 8095

Mi faccio ricontattare

  • Come verificare la copertura fibra nella tua zona
  • Non tutte le aree d'Italia sono coperte da una connessione in fibra ottica. Per verificare se la tua zona è servita da questo tipo di tecnologia, puoi andare online sul sito dell'operatore che ti interessa ed entrare nell'area dedicata. Avrai bisogno di alcuni dati:
  • Provincia (non sempre)
  • Comune
  • Indirizzo
  • Numero civico

La storia di Wind dal 1997 ad oggi

La nascita: Wind Telecomunicazioni S.p.A.

storia di wind telecomunicazioni

La società di telecomunicazioni Wind nasce nel 1997 in seguito ad un investimento da parte di Enel, il fornitore di energia elettrica italiano, France Télécom (oggi Orange), la maggiore impresa di telecomunicazioni francese, e Deutsche Telekom, la più grande azienda sempre nelle telecomunicazioni in Germania. I suoi primi anni di vita sono caratterizzati dall'ottenimento delle licenze (1998) e conseguentemente dall'attivazione dei servizi di telefonia, dapprima fissa (sempre nel 1998) e successivamente (1999) mobile, e dei servizi internet. Già nel 2000, con oltre ben 2 milioni di clienti, Wind Telecomunicazioni raggiunge la copertura di tutto il territorio nazionale. Nel 2001, però, avviene la vera svolta all'interno del mercato delle telecomunicazioni: con il lancio della propria offerta di ULL, Unbundling Local Loop, Wind mette fine al monopolio della telefonia fissa in Italia.

Unbundling Local Loop - ULL Letteralmente accesso disaggregato alla rete locale, l'Unbundling Local Loop (o più semplicemente ULL) è la possibilità, per gli operatori telefonici, di usufruire, previo pagamento di un canone, delle infrastrutture appartenenti ad un altro operatore. Nel caso dell'Italia, gli altri operatori si rivolgono a Telecom Italia, possessore della maggior parte dei cavi che compongono la rete telefonica. Il fenomeno dell'ULL è noto anche come liberalizzazione dell'ultimo km/miglio, in quanto viene noleggiata la parte di rete nota come rete di accesso, ossia l'ultimo miglio in rame che separa la centrale telefonica dalla casa del cliente.

L'acquisizione di Infostrada nel gruppo Wind

Nascita di Infostrada

Nel 2002, dopo aver ottenuto la licenza per i servizi UMTS e GPRS, Wind incorpora all'interno della società Infostrada, portando il bacino di utenza totale a 24 milioni di clienti. Il marchio Infostrada nasce nel 1996 come competitor di Telecom nella telefonia fissa. Dopo diverse acquisizioni, tra le quali Olivetti e Mannesmann, Infostrada raggiunge il proprio equilibrio quando diventa proprietà di Enel, maggior azionista Wind, e la incorpora proprio all'interno di Wind Telecomunicazioni. Oltre a fornire servizi di telefonia fissa e di internet in tecnologia ADSL e Fibra Ottica, Infostrada ha, per un breve periodo, introdotto nel mercato una piattaforma televisiva per la tv digitale via cavo a pagamento: Infostrada TV. Il servizio, nato nel 2007 e dedicato ai clienti Infostrada, prevedeva la fruizione di contenuti televisivi in tecnologia IPTV tramite un abbonamento flat, cioè con il traffico incluso nel prezzo.

Cos'è una IPTV? L'IPTV, acronimo per Internet Protocol Television, è un sistema di trasmissione di segnali televisivi tramite la rete internet a banda larga, a differenza della televisione tradizionale, che invece sfrutta l'etere, e quella satellitare che si serve di onde radio trasmesse via satellite. Questo significa che per fruire dei contenuti proposti da una IPTV, l'utente deve necessariamente avere una connessione internet. Generalmente i servizi di IPTV sono offerti in modalità On Demand: l'utente può, cioè, scegliere quando fruire di un determinato contenuto, scelto da lui, senza dipendere dal tradizionale palinsesto televisivo.

Infostrada TV

Infostrada TV, questo era il nome del servizio offerto, proponeva nel suo pacchetto, diversi canali tv e radio, alcuni servizi televisivi interattivi, la pay per view e il VOD, Video On Demand. Il tutto era fruibile solo se dotati di un set-top box, una sorta di decoder da abbinare esclusivamente al modem Wi-Fi di Wind. Il servizio si è concluso definitivamente il 22 giugno del 2012.

Il marchio Infostrada, invece, sparisce nel 2017 quando viene totalmente incorporata in Wind Telecomunicazioni nel neonato gruppo Wind Tre S.p.A.

Libero, il portale internet di Wind Telecomunicazioni

Libero portale wind

Nel frattempo, l'azienda Wind continua la sua scalata verso il successo. Nel 2002 dà vita al portale Libero, tutt'ora attivo, comprendente al suo interno un motore di ricerca, una casella e-mail, una PEC (Posta Elettronica Certificata), un servizio di Cloud, una serie di blog tematici e un portale di notizie.

Nel 2003, quando Enel acquisisce il totale delle azioni di Wind Telecomunicazioni, l'azienda diventa totalmente italiana, anche se questa situazione dura solo per due anni: nel 2005 Enel cede le quote di maggioranza al magnate egiziano Naguib Sawiris. Nel 2007, Wind stringe una partnership con Auchan, la catena di supermercati, e debutta così nel mercato degli MVNO, gli operatori mobili virtuali, affittando ad Auchan la propria infrastruttura per il suo servizio di telefonia mobile, Auchan Mobile.

Cosa sono gli operatori mobili virtuali? Gli MVNO (Mobile Virtual Network Operator), operatori mobili virtuali in italiano, forniscono servizi di telefonia mobile senza possedere le infrastrutture necessarie né le licenze per lo spettro radio. Arrivano, dunque, al cliente, appoggiandosi all'infrastruttura di rete di un operatore tradizionale, un MNO (Mobile Network Operator).

In seguito a una fusione avvenuta tra il 2010 e il 2011 con il gruppo russo VimpelCom (oggi Veon), il portale e il servizio di posta elettronica di Libero diventano una società indipendente da Wind Telecomunicazioni S.p.A.

Wind Infostrada e il lancio della fibra ottica e del 4G

Nel 2013 Wind, attraverso il brand Infostrada, lancia il servizio in fibra ottica FTTH, la cui copertura in un primo momento solo a Milano e successivamente ampliata, alla fine del 2014 raggiungeva oltre 300 comuni

Tecnologie in fibra ottica: FTTH e FTTC Esistono numerose tipologie di connessioni in fibra ottica, ma le più utilizzate sono due, che differiscono l’una dall’altra per le prestazioni:

  • FTTC: Fiber To The Cabinet, può arrivare a 100-200 Mega in download. Ciò è dovuto al fatto che i cavi in fibra arrivano fino all’armadio stradale (o cabinet, appunto) più vicino all’abitazione, generalmente distante tra i 300 e i 500 metri. L’ultimo tratto, fino alla casa, è attraversato dai tradizionali cavi in rame;
  • FTTH: Fiber To The Home, i cavi in fibra arrivano direttamente dalla centrale fino all’interno dell’abitazione, garantendo prestazioni elevatissime, velocità di circa 1 Gigabit al secondo in download e di 200 Mps in upload.

La fusione con H3G: nasce Wind Tre S.p.A.

Acquisizione Wind Tre

Alla fine del 2016, avviene la fusione per incorporazione di Wind Telecomunicazioni all'interno di H3G S.p.A., dando vita alla società Wind Tre. Essa è, per numero di clienti, il primo operatore di telefonia mobile con il 31,5% del mercato e il secondo, dopo Tim, di telefonia fissa, con il 13%. Attualmente è composta da tre marchi:

  1. Wind, che offre servizi di telefonia e internet per le famiglie;
  2. Tre, che si occupa di telefonia e internet per i millennials;
  3. Wind Tre Business, che fornisce servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione.

Nel privato, i marchi continuano comunque ad operare in maniera autonoma.

Wind Tre e la sua organizzazione societaria

struttura societaria Wind Tre

Le azioni della società Wind Tre S.p.A. sono possedute al 100% da Wind Tre Italia S.p.A., la quale a sua volta appartiene totalmente allla società VIP-CKH Luxembourg S.à r.l. Al suo interno, Wind Tre S.p.A. possiede tre controllate:

  1. Wind Retail S.r.l.
  2. 3Lettronica Indistriale S.p.A.
  3. Wind Acquisition Finance S.A.

Il Consiglio di Amministrazione, invece, che è quella parte di società che si occupa di prendere le decisioni in merito alle strategie e al futuro dell'azienda, è composto da tre membri:

  • Kjell Morten Johnsen: Presidente;
  • Jeffrey Hedberg: Amministratore Delegato
  • Christian Nicolas Roger Salbaing: Amministratore

I numeri di Wind nel 2017

  • Ricavi: 3.083 milioni di € (+ 0,2% rispetto all'anno precedente)
  • Ricavi da servizi mobili: 2.085 milioni di € (-1,4%)
  • Ricavi da servizi fissi: 539 milioni di € (+1,1%)
  • Clienti mobili: 30,3 milioni
  • Clienti internet: 19,3 milioni
  • Numero dipendenti: 7.090
Aggiornato in data

Guida per Wind-Infostrada: servizio clienti, offerte, area clienti