Brexit: Stop al Roaming Gratuito in UK dal 1 gennaio 2021

Roaming Brexit

La Brexit ha visto i cittadini inglesi ed europei dimostrare grande apprensione per le dinamiche post-uscita dall’area Euro. Oggi parliamo delle conseguenze della Brexit per la questione Roaming: cosa accadrà dal 1 gennaio 2021? Ecco le ultime novità!


Stop al Roaming gratuito in Uk dal 2021

A partire dal 1 gennaio 2021, se dovessi recarti in Regno Unito, sappi che non potrai più navigare gratuitamente in roaming. Il roaming gratuito che ti ha permesso di telefonare e navigare in internet senza pagare terminerà proprio il 31 dicembre 2020. Bella seccatura! Già, perché dal 1 febbraio 2020, Irlanda del Nord, la Scozia, il Galles ed il Regno Unito hanno ufficialmente abbandonato l'Unione Europea.

Ovviamente, per gli inglesi non sarebbe potuta essere un'uscita senza conseguenze. Il punto è che la Brexit rivoluziona anche le abitudini per i cittadini europei che dovranno arrendersi al fatto che il proprio bundle telefonico non potrà più essere utilizzato gratuitamente oltre la Manica, ma si ritornerà all'addebito a consumo.

Resta aggiornato con Selectra! Segui e condividi il nostro canale Telegram. Trovi notizie fresche e offerte sul mondo di fibra e offerte mobili: NEWS INTERNET | SELECTRA !

Roaming: cosa cambia per gli utenti

Il governo di Londra avvisa che a partire dal 1 gennaio 2021 potrebbe terminare la possibilità di roaming gratuito in tutta l'Ue, in Norvegia, Liechtenstein e Islanda. Il Governo, raccomanda di controllare insieme ai propri gestori di verificare se ci sono costi che potrebbero essere applicati dal 1 gennaio del 2021. Intanto, per proteggere i propri cittadini da addebiti esosi, una nuova legge inglese prevede che i clienti vengano avvisati al superamento delle 45£ di traffico e dovranno scegliere consapevolmente di spendere di più per poter continuare a navigare.

I vari operatori inglesi spiegheranno presto agli utenti come prepararsi in merito. Ma, in fin dei conti, cosa cambia? Cittadini inglesi ed europei saranno soggetti a costi per SMS, traffico voce e megabyte consumati per la connessione alla rete dati in Roaming. D'altro canto, però, non può ancora essere accantonata la possibilità per un accordo di transizione tra i vari Paesi e che possa mettere d'accordo tutti.

Roaming Like at Home Europa

Abbiamo già parlato mesi fa del Roaming Like at Home. Nel caso della Brexit, questa regolamento concordato tra i Paesi europei viene meno. In ogni caso, resta valido il discorso per cui, fino al 2022, i gestori saranno obbligati ad allineare le condizioni delle proprie offerte, limitando il costo in extrasoglia e aumentando il limite massimo di dati disponibile del proprio bundle anche quando si visitano gli altri Paesi aderenti all’UE. Minuti ed sms potranno essere utilizzati nei Paesi europei alle stesse condizioni previste su suolo italiano, salvo diversi accordi o deroghe.

Aggiornato in data

Le ultime News Internet